Il Golpe di Napolitano? Grillo era d’accordo…

Pubblicato 11 febbraio 2014 di La Torre Normanna
Categorie: Italia

Napolitano-Grillo

__________________________________________________________________________________________

Torniamo sulla richiesta di Impeachment chiesta dal M5S per Giorgio Napolitano e resa ancora piu’ credibile dalle rivelazioni del giornalista Alan Friedman e le deboli difese del Colle. Emerge, ancora una volta, che proprio il comico genovese ed il Movimento di Casaleggio non hanno titolo alcuno per chiedere la Messa in Stato d’Accusa. Anzi…

__________________________________________________________________________________________

Perche’ il M5S non ha titolo per chiedere l’Impeachment per Giorgio Napolitano? E’ presto detto…lasciamo che sia Beppe Grillo stesso a parlare

Spettabile presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,
quasi tutto ci divide, tranne il fatto di essere italiani e la preoccupazione per il futuro della nostra Nazione (…).In questa situazione lei non può restare inerte. Lei ha il diritto-dovere di nominare un nuovo presidente del Consiglio al posto di quello attuale. Una figura di profilo istituzionale, non legata ai partiti, con un l’unico mandato di evitare la napolitano5stelle-620x350catastrofe economica e di incidere sulla carne viva degli sprechi. Lei ha una grande responsabilità a cui non può più sottrarsi, ma anche un grande potere…”

Insomma, come abbiamo scritto nel post precedente (e come scriviamo da anni) tra il 2010 ed il 2011 accaddero cose di cui in uno Stato democratico bisognerebbe vergognarsi. Come andiamo dicendo da tempo sono pochi quelli che hanno titolo per sollevare questioni tanto gravi quanto imbarazzanti e non solo per il Presidente della Repubblica, ma anche per altre alte Cariche e Poteri/Ordini dello Stato. Ma tutto cio’ non puo’ farlo il M5S che nel Novembre 2011 era in piazza a festeggiare con l’immancabile champagne il Golpe di Napolitano e delle UE…

 

 

Grillo oggi parla di Colpo di Stato ma nel 2011 era a favore di Monti…

Pubblicato 5 febbraio 2014 di La Torre Normanna
Categorie: Italia, La Cazzata del Giorno

beppe_grillo

__________________________________________________________________________________________

Oggi Beppe Grillo ed il suo M5S parlano di Colpo di Stato, ma nel Novembre 2011 quando un Governo eletto e non sfiduciato veniva costretto a dimettersi dalla speculazione finanziaria per essere sostituito da uomini dei poteri forti della UE, erano in piazza a festeggiare…

__________________________________________________________________________________________

Cari italiani, e’ in atto un Colpo di Stato e voi non ve ne rendete conto. Per fortuna ci simo noi a rivelare al Mondo la Verita’. Questo, piu’ o meno, il tono del post di Grillo e dei vari Parlamentari a cinque stelle di oggi.  Segue lista lamentele che sono quelle che conosciamo gia’ e che quindi e’ inutile ripetere (anche perche’ i 5 Stelle sono talmente “censurati” che stanno in TV in radio e sul Web 24 ore su 24! Andassero a Cuba, in Cina o in Iran per capire cosa significa Censura!). 

Noi non diciamo che alcune di queste accuse non siano condivisibili, anzi. Vogliamo solo far notare come il M5S, esattamente come fanno TUTTI i Partiti, piega e spiega la realta’ in base alla sua convenienza del momento. Come? Facciamo due esempi.

Nel Novembre del 2011 un Governo eletto democraticamente e non sfiduciato dalle Camere fu costretto alle dimissioni legittimo_impedimento_popolo_viola_popolo_viola_5dalla finanza internazionale con il ricatto dello spread  e sostituito in un batter d’occhio da un neo-nominato Senatore a Vita espressione dei burocrati della UE. Volete sapere cosa ne pensava Beppe Grillo?

«Io credo che ora questo Paese abbia bisogno di persone credibili, come lo è Monti, per traghettare questo Paese alle elezioni del 2013, cambiando la legge elettorale, il conflitto di interessi e bloccare il debito. Non ha iniziato male, io non mi permetto di dare un giudizio negativo su di lui…»

Con i grillini futuri Onorevoli di questo paese in piazza a festeggiare bevendo champagne e inneggiando a Napolitano. Che spettacolo! Ma andiamo oltre. I neo Azzeccagarbugli a cinque stelle fanno un gran parlare delcamera_ll_caos_in_aula_dopo_il_s_al_decreto_imu_bankitalia-500-500-389694 Regolamento della Camera violato dalla Boldrini che ha consentito l’utlizzo della cosiddetta “tagliola”. Benissimo. Se non fosse che il M5S, insieme a SEL e PD, con cui fa finta di essere in rotta di collisione, abbia stravolto il Regolamento del Senato (contro il parere autorevole di tantissimi giuristi) pur di cacciare l’arcinemico Berlusconi. Anche allora, di fronte allo scempio delle Regole, si brindava a champagne (una costante)…

Insomma, anche per il M5S, come tutti, il Regime e le Regole esistono solo quando conviene. Alla faccia della g-gente…fate girare!

Ancora BALLE anti-italiane dalla UE…perche’?

Pubblicato 4 febbraio 2014 di La Torre Normanna
Categorie: (In)Giustizia, Italia, Mondo

o-COMMISSIONE-UE-TWO-PACK-facebook

__________________________________________________________________________________________

La Commissione Europea fa circolare un Documento Ufficiale pieno di inesattezze e vere e proprie balle anti-italiane, ad uso e consumo di antiberlusconiani e grillini. Chiedetevi perche…

_____________________________________________________________________________________

Il Paese piu’ corrotto del Mondo? Ovvio l’Italia, secondo la UE piu’ corrotto di tutti i Paesi del Vecchio Continente messi insieme! La colpa? Ancora piu’ ovvio, le “leggi ad personam” fatte da Berlusconi ed in genere dai corrotti politici italiani. La soluzione? Ancora piu’ potere alla Magistratura, piu’ controlli, Leggi ancora piu’ severe. Davvero un quadro desolante. peccato che sia tutta una BUFALA. Una patacca. Una presa in giro…ben spiegata qui.

“Lunedì 3 febbraio i principali quotidiani online hanno scritto che la Commissione Europea ha stimato che in Italia la corruzione costa allo Stato 60 miliardi l’anno. Si tratta di una bufala che gira oramai da anni, smentita più volte, ma che, a quanto pare, è riuscita ad ingannare persino la Commissione Europea. Le stime che si fanno sulla corruzione, 50-60 miliardi all’anno, senza un modello scientifico diventano opinioni da prendere come tali ma che, complice a volte la imagessuperficialità dei commentatori e dei media, aumentano la confusione ed anestetizzano qualsiasi slancio di indignazione e contrasto..”

Ma la domanda che vogliamo fare e’ un altra. Cui prodest? Non e’ la prima volta che la UE (ed in genere altri Paesi in teoria nostri alleati) fanno circolare ad arte notizie fantasiose e soprattutto anti-italiane ad uso e consumo degli antiberlusconiani in servizio permanente effettivo e delle “new entry” truppe cammellate-grilline, sempre pronte a rovesciare tonnellate di fango sul nostro Paese. A chi giova un Italia con Istituzioni delegittimate, deboli ed in balia della Magistratura piu’ politicizzata e potente del Mondo Occidentale? A chi serve, all’estero ed in Italia, per fare affari o per motivi elettorali, descrivere la nostra Politica come la piu’ corrotta del Mondo?1655976_10152102223942459_1438687113_n

E’ un caso che all’Estero tutti facciano il tifo (oramai apertamente) o per i Partiti e MoVimenti anti-sistema (dal caos gli unici a guadagnarci sono gli speculatori internazionali) oppure per i burocrati con corpo in Italia ed anima a Bruxelless (Monti, Draghi, Prodi, Ciampi)? Secondo noi no e non e’ la prima volta che lo scriviamo. Ma vedere la Commissione UE arrivare a spacciare dati falsi e vere e proprie bufale davvero dovrebbe far riflettere gli italiani non solo in vista delle Elezioni Europee, ma in generale sugli ultimi 20 anni della nostra Storia…

Fotomodelli a 5 Stelle

Pubblicato 29 gennaio 2014 di La Torre Normanna
Categorie: Italia

Senza nome 1

__________________________________________________________________________________________

La devozione con cui i fans a cinque stelle venerano i loro idoli, specie sui social network, sta rischiando di ridicolizzarne l’immagine. Piu’ che Parlamentari sembrano figurine dei fotoromanzi anni ’80. Piu’ che politici sembrano fotomodelli del Postal Market…

__________________________________________________________________________________________

E poi arrivano loro. I Cittadini, figli della g-gente che per farsi amare dal popolo si mettono in posa per l’ennesimo scatto fotografico pronto per l’ennesimo fotomontaggio da postare su facebook e da far “girare” o “condividere” che la g-gente deve informarsi (ma sopratutto vedere quanto siamo fighi, che non si sa mai). Non bastava il manichino della Coin Marco images (1)Travaglio. Ci volevano Andrea Scanzi e tutti i grillini dallo sguardo languido e dalla parlantina tanto romantica quanto priva di reali contenuti. Crimi? Gia’ cestinato. Su facebook non “tira”. e’ un ciccione e pure pelato e quattrocchi. Gianrusso? Ma come si fa?

Le donne del M5S sono in secondo piano. Qui occorre conquistare i voti di vecchiette, casalinghe disperate e121912614-8408f356-e59b-497b-9397-6f7c3cb4c392 trentenni insoddisfatte del loro fidanzato o marito che sgobba per portare un misero stipendio da precario a casa. La barba del Fico, il capello brizzolato con mascella volitiva ed occhio azzurro del Morra, il fisico del Di Battista, l’aria da intellettuale del Di Maio o dello Scanzi, le ciglia ritoccate e quel fascino mediorientale del Sorial e la conquista del voto dell’italiana media e’ garantito. E giu’ foto su foto, sempre in posa. Sguardo languido, oppure rivolto verso l’orizzonte. Sorriso romantico o espressione preoccupata. C’e’ sempre una immagine pronta, a cui aggiungere una frase storica del nostro eroe preferito per poi metterla su facebook. Fai girare! Condividi! E soprattutto guarda che fighi che siamo. La mia prossima fidanzata? Potresti essere tu…M5S ultima speranza. Di cosa, non si sa…ma speriamo che qualcuna ci creda.

Cari amici del PD, i grillini sono vostri figli…

Pubblicato 28 gennaio 2014 di La Torre Normanna
Categorie: Italia

3735164279

__________________________________________________________________________________________

Sale la tensione tra il PD ed il M5S. Il movimento politico fondato da Grillo da giorni ha come obiettivo delle sue disordinate invettive soprattutto Matteo Renzi e Giorgio Napolitano. Inutile ed ipocrita offendersi. La Sinistra che oggi si scandalizza per la violenza verbale dei grillini e’ la stessa che anni addietro inauguro’ la stagione dell’insulto libero alle Istituzioni quando non da loro presiedute…

__________________________________________________________________________________________

Napolitano “boia”? Diciamo che per dire le stesse cose si poteva anche utilizzare un linguaggio piu’ cortese, anche se “nano”, per esempio, non si prestava vista la sua statura fisica. La Messa in Stato di Accusa? Ricordiamo che, per molto meno, la Sinistra la chiese per il Presidente Cossiga. Mancanza di “liberta’, democrazia e disprezzo per le opposizioni”? Sembra di ascoltare Bertinotti images (1)o D’Alema qualche anno fa. Ebbene si, cari amici del PD, le violenze verbali, le intimidazioni e le offese a volte gratuite e “razziste” perche’ rivolte ad un gruppo, senza distinzioni, per il solo fatto di esistere, sembrano solo una versione 2.0 dell’unico sentimento che da vent’anni anima e tiene unita la Sinistra italiana: l’antiberlusconismo.

Come dimenticare le interviste dei vari Leaders del PD-DS-PDS rilasciate alla stampa straniera dove si raccontava di un Paese senza democrazia e governato da una banda di delinquenti? Come non ricordare le aggressioni, le statuine del Duomo o i treppiedi, i gazebo incendiati, le sedi di partito imbrattate, i secchi di merda rovesciati davanti alle abitazioni private? Come non citare le migliaia di dichiarazioni violente, di paragoni infamanti, di battute volgari rilasciate da Leaders politici sui giornali e dai loro militanti nei forum e nei Blog sul web?

La liberta’ di insulto nei confronti delle Istituzioni (quando sono presiedute da altri) e’ un malcostume chebrescia-130511182229_big non hanno inventato i grillini, amici miei, ma proprio quelli che oggi si fanno chiamare “democratici”. Triste ma vero. Chi e’ cagion del suo male pianga se stesso. Un motivo in piu’ per ragionare su quanti danni politici e culturali ha fatto a questo Paese l’antiberlusconismo ottuso e viscerale (peraltro professato con convinzione se possibile ancor piu’ insulsa anche dagli stessi grillini). Adesso si cerchi i porre fine alla violenza verbale e si cerchi di mostrare il dovuto rispetto per le Istituzioni a prescindere da chi siano presiedute in quel particolare momento. Lo impari pero’ a fare la Sinistra prima di pretenderlo dai grillini, perche’ cari amici del PD, i grillini sono solo i vostri figli…

L’unica Legge Elettorale buona e’ quella senza Ribaltonellum…

Pubblicato 28 gennaio 2014 di La Torre Normanna
Categorie: Italia

l43-100928103114_medium

__________________________________________________________________________________________

Quante inutili chiacchiere. La Legge Elettorale e’ un mezzo non un fine. E’ un modo tecnico per assegnare i Seggi, che puo’ essere piu’ o meno vantaggioso per questo o per quel Partito, ma che comunque rispondera’ al principio indiscutibile che vince chi prende piu’ voti. Sono stati i Ribaltoni ad aver irritato gli italiani ed ad aver causato l’instabilita’ politica degli ultimi 20 anni…

__________________________________________________________________________________________

Volete un consiglio non richiesto? Fate una riforma dei Regolamenti Parlamentari e della stessa Costituzione per evitare che un Parlamentare qualunque, una volta Eletto da una parte possa tranquillamente passare all’altra senza che gli Elettori possano dire nulla. Basterebbe questo per far felici gli italiani e per far durare i Governi cinque Anni. Con un vantaggio ulteriore: a quel punto Proporzionale, Maggioritario, un Turno o due ecc.ecc.ecc tornerebbero ad essere discussioni tecniche (ed abbastanza inutili) per gli addetti ai lavori. Con un nemmeno trascurabile risparmio di inutili chiacchiericci nei Talk Show. Vi pare poco?

Nella prima Repubblica si votava con il proporzionale puro. I Governi duravano 6 Mesi di media ma la Maggioranza era sempre la stessa. Con l’avvento della Seconda sciagurata Repubblica, sia con il Maggioritario che con il Porcellum l’unica enrico-letta-ribaltonecostante sono stati i Ribaltoni. Con molta leggerezza greggi di Parlamentari eletti da una parte passavano tranquillamente all’altra. Quasi sempre a danno del Centro Destra, ma questa e’ un altra Storia. Con la stessa Legge Elettorale Prodi prese lo 0,04% in piu’ nel 2006 mentre Berlusconi stravinse nel 2008. Prova provata che la Legge Elettorale non e’ da sola garanzia di stabilita’ e non favorisce una o l’altra parte. Quindi di che stiamo parlando?

Garantire l’assenza di Vincolo di Mandato per il Parlamentare e’ ovviamente sacrosanto, ma garantire allo stesso modo la tutela del Gruppo Parlamentare prevedendo casi in cui l’abbandono di uno o piu’ Parlamentari porti come conseguenza il ritorno alle Urne nel singolo Collegio o nei casi piu’ gravi lo scioglimento automatico della Camera di appartenenza e’ l’antidoto piu’ grande all’instabilita’ delle Maggioranze. Tutto qui. Non occorrerebbe altro e si eviterebbero vergognose transumanze e veri e propri casi di abigeato che hanno screditato il Parlamento in questi ultimi 20 anni. Il resto sono tutte chiacchiere anche perche’ se con l’Italicum dovesse vincere Renzi, governerebbe (forse) 5 anni, mentre se dovesse vincere Forza Italia ci penserebbe la Corte Costituzionale, ma anche questa e’ un’ altra Storia…

Pomeriggio da Incubo per gli anti-Cav…

Pubblicato 27 gennaio 2014 di La Torre Normanna
Categorie: (In)Giustizia, Italia

Senza nome 1

__________________________________________________________________________________________

Dal Marocco arrivano testimonianze fovorevoli alla Difesa del Cavaliere per il Processo Ruby, mentre a Roma l’ex Ministro Scajola viene Assolto per la famosa vicenda della casa “a sua insaputa”. Un pomeriggio da dimenticare per gli anti-Cav in servizio permanete effettivo che hanno fatto degli insulti al Centro Destra uno stile di vita…

__________________________________________________________________________________________

Un Pomeriggio da dimenticare. Mentre l’Italia celebra la Giornata della Memoria, ricordando a tutti noi che esistono sempre cose piu’ serie ed importanti delle quali occuparsi, gli anti-Cav incassano un uno-due difficilmente recuperabile. Da Marocco giunge notizia che Ruby era maggiorenne all’epoca delle famose cene ad Arcore. Il testimone non e’ un paparazzo e nemmeno un oscuro parente della nostra eroina ma nientedimeno che il Ministro della Funzione Pubblica Mohamed Mobdii.

“Secondo i documenti che abbiamo in possesso lei non era minorenne” nel febbraio 2010, data della prima cena di Arcore alla quale la ragazza ha partecipato. Alla domanda sull’anno indicato nel certificato di nascita l’esponente di governo ha risposto “1992”. 

Come se non bastasse leggere questo per deprimersi arriva anche l’altro macigno. Per la vicenda della compravendita della casa “a sua insaputa”, l’ex Ministro Claudio Scajola e’ stato Assolto. (abbiamo volutamente aggiunto i link di queste notizie da Il Fatto Quotidiano, non per perfidia ma perche’ ci rendiamo conto che per loro non deve essere stata una bella giornata e quindi 2014-01-27_1621intendiamo cosi’ dimostrare loro tutta la nostra vicinanza.)

“Ho sempre detto la verità. Questo processo non doveva neanche cominciare perché era tutto prescritto: la decisione del giudice di assolvermi assume ancora maggior valore…” 

Ora, noi non vogliamo tanto prendere in giro i fanatici anti-Cav che ogni santo giorno infestano il web chiamando “pedofilo” oppure “ladro a sua insaputa” questo o quell’esponente del Centro Destra e perfino i loro simpatizzanti. E’ gente che fa “catene di S.Antonio” con squallidi copia-incolla o vignette volgari. E a volte fanno anche di peggio. Vogliamo chiederci e chiedervi, per l’ennesima volta, come diavolo si fa ad avere fiducia in questi Magistrati capaci di imbastire Processi grotteschi in favore di telecamera, senza prove, senza vergogna, senza logica, ed oltretutto lamentando di essere loro e non gli altri quelli esposti alla pubblica gogna mediatica! Oramai il dado e’ tratto e crediamo che come per la Legge Elettorale ed il Titolo V, non c’e’ piu’ motivo per rimandare la ancora piu’ necessaria Riforma della Giustizia.