Pomeriggio da Incubo per gli anti-Cav…

Senza nome 1

__________________________________________________________________________________________

Dal Marocco arrivano testimonianze fovorevoli alla Difesa del Cavaliere per il Processo Ruby, mentre a Roma l’ex Ministro Scajola viene Assolto per la famosa vicenda della casa “a sua insaputa”. Un pomeriggio da dimenticare per gli anti-Cav in servizio permanete effettivo che hanno fatto degli insulti al Centro Destra uno stile di vita…

__________________________________________________________________________________________

Un Pomeriggio da dimenticare. Mentre l’Italia celebra la Giornata della Memoria, ricordando a tutti noi che esistono sempre cose piu’ serie ed importanti delle quali occuparsi, gli anti-Cav incassano un uno-due difficilmente recuperabile. Da Marocco giunge notizia che Ruby era maggiorenne all’epoca delle famose cene ad Arcore. Il testimone non e’ un paparazzo e nemmeno un oscuro parente della nostra eroina ma nientedimeno che il Ministro della Funzione Pubblica Mohamed Mobdii.

“Secondo i documenti che abbiamo in possesso lei non era minorenne” nel febbraio 2010, data della prima cena di Arcore alla quale la ragazza ha partecipato. Alla domanda sull’anno indicato nel certificato di nascita l’esponente di governo ha risposto “1992”. 

Come se non bastasse leggere questo per deprimersi arriva anche l’altro macigno. Per la vicenda della compravendita della casa “a sua insaputa”, l’ex Ministro Claudio Scajola e’ stato Assolto. (abbiamo volutamente aggiunto i link di queste notizie da Il Fatto Quotidiano, non per perfidia ma perche’ ci rendiamo conto che per loro non deve essere stata una bella giornata e quindi 2014-01-27_1621intendiamo cosi’ dimostrare loro tutta la nostra vicinanza.)

“Ho sempre detto la verità. Questo processo non doveva neanche cominciare perché era tutto prescritto: la decisione del giudice di assolvermi assume ancora maggior valore…” 

Ora, noi non vogliamo tanto prendere in giro i fanatici anti-Cav che ogni santo giorno infestano il web chiamando “pedofilo” oppure “ladro a sua insaputa” questo o quell’esponente del Centro Destra e perfino i loro simpatizzanti. E’ gente che fa “catene di S.Antonio” con squallidi copia-incolla o vignette volgari. E a volte fanno anche di peggio. Vogliamo chiederci e chiedervi, per l’ennesima volta, come diavolo si fa ad avere fiducia in questi Magistrati capaci di imbastire Processi grotteschi in favore di telecamera, senza prove, senza vergogna, senza logica, ed oltretutto lamentando di essere loro e non gli altri quelli esposti alla pubblica gogna mediatica! Oramai il dado e’ tratto e crediamo che come per la Legge Elettorale ed il Titolo V, non c’e’ piu’ motivo per rimandare la ancora piu’ necessaria Riforma della Giustizia. 

Explore posts in the same categories: (In)Giustizia, Italia

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: