Nelle mani di Woodcock…

Senza nome 1______________________________________________________________________________________

Può la “rivoluzione” del M5S partire dalle inchieste di Woodcock? La nuova spinta al cambiamento dei giovani democratici può iniziare dando credito al PM che ha collezionato solo inchieste mediatiche franate in grandi e clamorosi flop? Sembra uno scherzo ma lo “tsunami” del 25 Febbraio sta per diventare una farsa antidemoctratica…

______________________________________________________________________________________

La “rivoluzione”, il cambiamento, lo “tsunami”, l’“Italia Giusta”? Come no. Per Grillo e Bersani hanno un nome e cognome, ovvero Henry John Woodcock. No, non è una barzelletta ma la triste realtà. A quasi venti giorni dalle Elezioni il Parlamento più g-giovane ed innovativo della Storia della Repubblica, grazie ai nuovi democratici ed ai grillini, è appeso alle “inchieste” del famoso Pm. Famoso soprattutto per non averne mai azzeccata una: QUI una breve lista di tutti i suoi fallimenti giudiziari.

images (1)Ma ai “rivoluzionari” tanto basta. Silvio Berlusconi, il vincitore morale delle Elezioni Politiche, deve essere eliminato una volta per tutte. Quindi sia il M5S che il PD si sono espressi con favore ad una eventuale richiesta di arresto per il neo senatore e capo della Opposizione. Inutile aggiungere che mentre della pochezza del PD non avevamo dubbi, per la cialtronata del M5S la delusione è tanta.

Ricapitoliamo: a quasi venti giorni dalle Elezioni il M5S ed il PD ancora cercano la quadra (i tempi, i modi le parole sono da 1° Repubblica, ma non si può dire) ma su di una cosa sono già d’accordo: voteranno SI alla richiesta di arresto per Berlusconi. Una richiesta fatta da mister fallimenti giudiziari Woodcock, un pm notoriamente super-partes, una richiesta che NON è ancora arrivata e di cui, ovviamente, NON hanno letto ancora le motivazioni, ma su cui già esprimono un SI preventivo. Benvenuta democrazia. Bentornata legalità.

La svolta giustizialista di Grillo, che esprime solidarietà a chi ha insabbiato per anni l’inchiesta Monte Paschi per dare la precedenza al Processo Ruby, e chi assolve Vendola dopo esserci andato insieme a pranzo, a chi prescrive l’Inchiesta “Penati” senza che nessuno si indigni, si commenta da sola. La sua unica possibilità di cambiare le cose è restare la stessa forza politica anarchica di prima, che tratta la Magistratura come una Casta come le altre, e non di trasformarsi nell’ennesimo partitello forcaiolo che decide, a porte chiuse, come sfruttare la politicizzazione dei Magistrati militanti per i propri interessi elettorali. Lo capiranno? Ne dubitiamo fortemente…

 

Annunci
Explore posts in the same categories: (In)Giustizia, Italia

2 commenti su “Nelle mani di Woodcock…”

  1. Silvia Says:

    ancora imprecisioni…il Pd non intende votare per l’arresto di Berlusconi (anche perchè in età avanzata) ne avviare la legge sul conflitto d’interesse…in quanto il Pd è nell’insieme un lungo conflitto d’interesse,,,altro discorso per il M5S estraneo ai giochi consociativi Pd Pdl e determinato a combattere le anomalie che hanno portato il paese nelle condizioni di Oggi. Ventanni di leggi ad personam ed ad persones sono tanti, esagerati se a dedicare agli interessi di Berlusconi siano stati TUTTI I GOVERNI PD PDL mentre trascuravano allegramente le esigenze fondamentali della vita dei cittadini. Le vostre finte scaramucce(pd pdl) interne, le vostre finte battaglie, le vostre finzioni, il vostro teatrino ha mostrato il culo. A credere alle stronzate che andate affermando forse non ci credete neanche voi…SMETTELA CON LE STRONZATE

  2. Nexus Says:

    Ma quale richiesta di arresto per Berlusconi ?
    Non è mai esistita, questi sinistri si masturbano pensando ad una richiesta di arresto, loro si eccitano così !
    Ha fatto prima il Papa di Bersani, naturalmente la nostra è sempre la “costituzione più bella del mondo”.


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: