PdL, attenzione al trappolone della “Legalità”…

_______________________________________________________________________________________________________

La voglia di rinnovamento e di pulizia che scuote la base e gli elettori del PdL non deve sfociare in una qualunquistica richiesta di più “Moralità” e più “Legalità” senza pretendere prima una profonda Riforma della Giustizia, altrimenti si trasformerà nell’ennesima arma anti-centro-destra in mano al circuito mediatico-giudiziario…

_______________________________________________________________________________________________________

Non abbiamo paura della Giustizia, ma di questa Magistratura. Non abbiamo paura della verità ma di questa Informazione. Come accade puntualmente da vent’anni a questa parte ogni scandalo mediatico-giudiziario che investe la Politica ha i suoi figli ed i suoi figliastri. Rubare con la Destra è molto più grave che rubare con la Sinistra. Così hanno deciso i nostri Magistrati e la grande informazione (Mediaset compresa!) dalla schiena dritta e dalla professionalità indiscutibile (perchè impossibile da mettere in discussione senza finire male).

Chiediamo: cos’ ha di tanto diverso lo Scandalo alla Regione Lazio rispetto allo scandalo alla Regione Puglia? Cosa rende inattaccabile  l’indagato Errani rispetto all’indagato Formigoni? In questi giorni una Magistratura ed un giornalismo senza memoria e senza vergogna hanno addirittura rispolverato la vergognosa formula alla base di Mani Pulite: la Polverini e Formigoni “non potevano non sapere”. Chiediamo: perchè Vendola invece “poteva non sapere”? Perchè Rutelli e tutti i big della Margherita-PD “potevano non sapere”? Fiorito alla gogna mediatica, Lusi in convento, Penati…chi era costui? Sono passati più di vent’anni da Tangentopoli e siamo ancora inchiodati su questo punto…

Ora, la base del PdL chiede fermezza, maggiore legalità e maggiore moralità. Dicono, come hanno detto i finiani in questi ultimi tempi, che questi sono temi da non lasciare in mano alla Sinistra. Vero. Peccato che si tratta di una illusione per non dire di un trappolone. Lo stesso che ci avrebbe consegnato anima e corpo nelle mani della gioiosa macchina da guerra occhettiana se nel ’94 il Cavaliere non avesse rotto gli schemi della già scritta (forse all’Estero) Storia della Seconda Repubblica.

Chi pretende gonfiando il petto maggiore Legalità e Moralità nella Politica (di cui ha fatto parte, ogni riferimento a Fabio Granata, Menia, Fini ecc.ecc.ecc. è puramente voluto), l’esclusione dalla Liste degli indagati (innocenti fino a prova contraria!), elezioni con preferenze come soluzione a tutti i mali, dimissioni e cambi di Giunta fa un bel parlare ma purtroppo sbaglia punto di partenza. Dire queste cose significa presupporre che in Italia ci sia una Magistratura corretta, non politicizzata e sindacalizzata ed assolutamente super-partes. Significa presupporre un sistema giudiziario efficiente nella raccolta delle prove, rapido nei Processi e rigoroso nella custodia del segreto istruttorio. Orbene, sta di fatto che in Italia di tutto questo non c’è traccia.

Chiedere ora e subito, senza una profonda Riforma della Giustizia, che i Partiti siano messi in un modo o in un altro, sotto controllo della Magistratura contabile od ordinaria, e che le Liste dipendano dalla mancanza di procedimenti a carico del Candidato, che alla minima inchiesta le Dimissioni siano automatiche, significa dare di fatto la Repubblica in mano ai Magistrati e significa assicurare il potere nelle mani del Centro-Sinistra con o senza Elezioni. Significa, insomma, darla vinta agi Impuniti di Fatto, ovvero a quella parte della Politica italiana che a parità di reato, di illegalità, di immoralità è, e resta, inamovibile, indissolubile, inattaccabile grazie al diverso trattamento loro riservato da Magistrati ed informazione.

Leggiamo i giornali, i forum, i blog di oggi. Perchè la Polverini non si dimette? Perchè Formigoni è ancora al suo posto? Perchè Vendola non può adottare un bambino? Ecco…basta farsi un giro per capire di che stiamo parlando.

Explore posts in the same categories: (In)Giustizia

2 commenti su “PdL, attenzione al trappolone della “Legalità”…”

  1. andrea Says:

    continuano a piovere seghe…ma quanto ancora dovete dimostrare?

  2. Nexus Says:

    La magistratura in italia è come l’esercito di qualche anno fa in Sud America o in Egitto. Non c’è vera separazione dei poteri e non si può permettere che i togati compilino le liste elettorali.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: