La Costituzione dice fesserie, non la Fornero…

Spiace dirlo, ma tra le dichiarazioni della Fornero e gli Articoli della Costituzione, sono molto più attuali le prime. Come noi diciamo da Anni, senza riforma della Costituzione e della Giustizia, continuando così, moriremo parlando del nulla…

                                                                  ……………………………………………………………

Il Lavoro? E’ un Diritto sancito dalla Costituzione! Allora tutti questi disoccupati? Problema risolto! I Disoccupati sono Incostituzionali! Intervenga lo Stato! Allora saremo tutti Impiegati Pubblici! Vero? No, nella pratica bisogna conoscere gli amici-degli-amici, ma non si può dire…

Chi spara cazzate, la Fornero o la nostra Costituzione? 

Molte anime belle fingono di non conoscere la genesi della nostra Costituzione. Essa è stata varata in un periodo di Guerra Civile e Guerra Fredda dove le parole avevano un peso diverso rispetto a quello che noi, nel 2012, potremmo oggi  loro dare. Il Lavoro, Una Repubblica Democratica…tutte cazzate scritte in favore del PCI che minacciava la Guerra Civile. Un Comma a te ed un articolo a me, una concessione alla Sinistra ed una alla Destra per non scontentare nessuno. Il livello dei Giuristi e dei Politici di allora era talmente alto che questo obbrobrio è durato, per inerzia e spessore, fino ad oggi, a riprova della inconsistenza storica del “nuovo che avanza” che ogni tanto si affaccia all’Orizzonte…

Ma considerare la Costituzione allo stesso livello delle Tavole della Legge è pura comicità: la nostra Costituzione fa schifo, ed è inutile che Comunisti, Democristiani e perfino Leghisti attaccano la Fornero perchè ha avuto il coraggio di esporre una ovvietà, e cioè che in Italia il Lavoro non è un Diritto ma una Conquista…cioè quello che sanno tutti i cittadini italiani da sempre e soprattutto di questi tempi! Ma di che stiamo Parlando? Ma di che state blaterando? E’ la Costituzione ad essere una macchietta, non  la Fornero!…

Explore posts in the same categories: Italia

3 commenti su “La Costituzione dice fesserie, non la Fornero…”

  1. Andrea Says:

    il lavoro è schiavitù (dipendente sia pubblico che privato) , quindi l’articolo 1 della costituzione sancisce la schiavitù come cardine della repubblica. L’imprenditore quindi sarebbe bene che andasse a lavorare personalmente nella propria azienda. Se dobbiamo liberarci delle distorture del passato allora anche per i capitali finanziari dovrebbe valere la stessa regola…..NON LAVORO PER IL BENE DEI TUOI INTERESSI….la realtà però la conosciamo, prendere il suddito per fame come ricatto sociale e finanziario ha prodotto il proletario e il “liberismo”

  2. Nexus Says:

    Condivido il tuo articolo in pieno.
    Dire che il lavoro è un diritto è solo retorica. Certamente è un diritto accettare un lavoro se qualcuno te lo propone, è un diritto crearselo da soli…ma pensare che lo Stato debba offrirti subito un lavoro appena uscito da scuola o università, è una cavolata enorme. Noi non apparteniamo allo Stato. Il lavoro va conquistato e meritato, niente è dovuto per principio o per volontà divina.
    L’alternativa è lo Stato proprietario dei mezzi di produzione che assume dipendenti pubblici come in Unione Sovietica, non un bell’esempio.

  3. marco Says:

    Le ministre di Berlusconi non parlavanoin quanto intente a far P………ni. Sta qui che è talmente cesso che i p……..ni da lei non li vuole nessuno, apre bocca e spara cazzate peggiori della carfagna e Gelmini.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: