Emendamento “Ad Personam” per salvare Penati…

Nel silenzio generale, il Governo con un Emendamento al DDL cosiddetto Anti-corruzione diminuisce la pena ed i termini di prescrizione per il Reato contestato all’ex braccio destro di Pierluigi Bersani…

Mentre gli italiani sono distratti dagli Europei di Calcio, sponsorizzati caldamente da un Napolitano che goffamente pertineggia davanti alle celebrative telecamere della RAI, mentre in Emilia nessuno ha il coraggio di metterci la faccia come invece qualcuno fece in Abruzzo, mentre lo Spread sale ma adesso è difficile trovare il colpevole, cade l’ennesimo tabù per gli antiberlusconiani: il Governo inserisce un Emendamento “ad personam” per salvare Filippo Penati ed il PD dallo scandalo Tangenti di Sesto S.Giovanni…

 “l’emendamento presentato dal governo riduce la pena per il reato contestato a Penati in relazione alla vicenda Falk e riduce anche i termini di prescrizione”. L’imboscata del governo è nascosta nell’articolo 7, comma 4, lettera h, punto 2 che introduce l’articolo 319 quater e il reato di induzione indebita“Questo emendamento riduce anche i termini di prescrizione per cui il reato contestato a Penati si estinguerà nel 2012, quindi nell’anno in corso, essendo stato commesso nel 2002″

Complimenti. Bisogna pur dire, anche se in pochi lo ricordano, che non è la prima volta che il Centro-Sinistra si fa una Legge “ad personam” per salvare qualche suo esponente. La verginità, peraltro mai avuta, la Sinistra la perse nel lontano 1997 con la famigerata legge ad mortadellam. A dirlo non fu qualche pericoloso berlusconiano ma l’ex Giudice Ferdinando Imposimato nel suo Libro “Corruzione ad Alta Velocità”

“Nella sentenza di 47 pagine il giudice Landi si sofferma a lungo sul capo d’imputazione, il reato di abuso in atti d’ufficio, la cui formulazione è stata sostituita dal parlamento con una legge del 16 luglio 1997, una legge nuova, intervenuta proprio mentre l’udienza preliminare che vede sul banco degli imputati Romano Prodi è ancora in corso“. Landi osserva correttamente che la nuova ipotesi di abuso – voluta fortemente dall’allora capo dello Stato Oscar Luigi Scalfaro e varata con il pieno appoggio dell’allora ministro della Giustizia, Giovanni Maria Flick, grande amico (inutile ricordarlo) dello stesso Prodi – è ’più favorevole all’imputato”…

Penati salvato da una Legge ad personam come Romano Prodi. Ed è inutile che gli esponenti del PD tirino in ballo il solito Berlinguer tanto per fare un pò di sana retorica. Lo stesso inventore della “Questione Morale” si guardava bene dal dire che il suo Partito riceveva immensi finanziamenti illeciti da parte dell’U.R.S.S. Finanziamenti vergognosi due volte: primo perchè appunto illeciti, secondo perchè provenienti da una Nazione straniera e nemica dell’Italia. Ma questa è un altra storia dell’infinito capitolo della immoralità e dell’ipocrisia della Sinistra italiana…

Explore posts in the same categories: (In)Giustizia

2 commenti su “Emendamento “Ad Personam” per salvare Penati…”

  1. andrea Says:

    la casta governa se stessa. I condannati in via definitiva? Se ne parlerà tra 6 anni…ha votato anche Alfano, o no?

  2. sinistri da ridere Says:

    il “bello” è che non ne parla nessun “grande” giornale…


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: