Così Palermo ricorda Falcone?

Viene incredibilmente rieletto Sindaco quel Politico di mestiere che insultava Giovanni Falcone. Con la vittoria di Leoluca Orlando Cascio la città di Palermo e l’intera Sicilia tornano grottescamente alla peggiore stagione degli anni ’90: quella dei loquaci quanto inutili professionisti dell’antimafia e dei campioni televisivi della legalità-spettacolo…

Non che la gara fosse particolarmente avvincente: il suicidio-omicidio del Centro-Destra perpetrato con dedizione e scientifica pianificazione da Pierferdinando Casini e Gianfranco Fini ha da tempo distrutto la credibilità dei Moderati in Sicilia. Aggiungete un PdL in stato più che confusionale e la sconfitta è servita. I due Candidati alla poltrona di Sindaco erano entrambi due campioni del populismo giustizialista, della legalità e dell’antimafia da cabaret televisivo. Due esponenti dall’IdV, maestro ed allievo, quest’ultimo poi furbescamente imboscatosi nel più rassicurante e protetto PD.

Ma nulla lascia più sconcertati della vittoria di Leoluca Orlando Cascio. Palermo come Napoli e Milano: false “rivoluzioni” che nascondono un modo vecchio di pensare e di agire perchè basato su assurde e preconcette convinzioni politiche, spesso sbugiardate dalla Storia e perfino dai Tribunali, buone per fare salotto a La7 o per organizzare qualche manifestazione di piazza, ma assolutamente devastanti se applicate all’Amministrazione dello Stato. Palermo getta la spugna: il nuovo che avanza è un vecchio arnese della DC degli anni ’80 già auto-rottamatosi nell’ipocrita giustizialismo anni ’90, su cui già è stato detto e dimostrato tutto il male possibile, a quanto pare invano…

Fu Leoluca Orlando, già pessimo Sindaco di Palermo,  ad ispirare l’articolo di Leonardo Sciascia sul mondo grottesco dei Professionisti dell’Antimafia, fu lui a teorizzare, grazie alla sua guida spirituale, Padre Ennio Pintacuda, uno dei troppi Preti che fanno danni occupandosi malamente di Politica, l’orrendo quanto stupido assunto che  “La cultura del sospetto è l’anticamera della verità”, fu lui, con la complicità oggettiva di RAI3 e di Michele Santoro a provocare il suicidio del Maresciallo Antonio Lombardo.

La rielezione di Orlando è una offesa a Giovanni Falcone, di cui fu acerrimo nemico, e per ironia della sorte a vent’anni esatti dall’attentato di Capaci. Dagli studi televisivi di Samarcanda, condotta da Michele Santoro, il sedicente paladino dell’antimafia accusò Giovanni Falcone di proteggere i Politici collusi nascondendo le prove della loro compromissione. Ci fu un esposto al CSM, dove Falcone fu costretto incredibilmente a difendersi dall’infamante accusa. Tutto finì ovviamente con l’archiviazione della bufala confezionata dalla vera Macchina del Fango già all’epoca in servizio, e che il Saviano, tra un monologo ed un copia-incolla, potrebbe degnarsi di studiare. Pochi Mesi dopo Falcone veniva assassinato, ed incredibilmente ai funerali si presentava, tra gli applausi dei palermitani ed in favore di telecamera di RAI3, proprio uno dei suoi più viscidi accusatori.

Evidentemente la Palermo di ieri è rimasta uguale alla Palermo di oggi…

Explore posts in the same categories: Italia

2 commenti su “Così Palermo ricorda Falcone?”

  1. andrea Says:

    Lo scrivente di questo articolo evidentemente ha il pelo sullo stomaco e la memoria molto corta (rammento all’articolista che ad essere collusa con la mafia era la corrente Andreottiana.. della vecchia democrazia cristianala ..mica Orlando) . Sul carattere “polemico” della critica di Orlando a Falcone ha già risposto ampiamente Giuseppe Borsellino chiarendo una volta per tutte che Orlando criticava Falcone, a suo pensare, per i ritmi lenti delle indagini del magistrato…non per inceppare il pool. La maldicenza e la menzogna sono peculiarità DEI piccoli uomini ..rammenti questo, caro articolista.

    I magistrati di Palermo hanno riconosciuto ad Andreotti la partecipazione esterna in associazione mafiosa fino all’anno 1982….reato caduto in prescrizione.
    Orlando con le farneticazioni della “torre normanna” centra NIENTE

  2. Ermanno Says:

    Qui vi è davvero poco da commentare.Qui vi è solo da PIANGERE!


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: