Il “Regime” secondo l’elettore medio del Centro Sinistra a Roma…

________________________________________________________________________________________________

Continua il nostro esilarante viaggio nel pressapochismo della nostra Sinistra. E’ la volta dei cittadini della nostra amata Capitale che ieri si sono prodotti in uno squallido spettacolo da diversamente “superiori”…

________________________________________________________________________________________________

L’elettore medio del Centro-Sinistra a Roma. Ieri molti di questi strani personaggi antropologicamente diversi da noi, hanno dato sfoggio di tutta la loro preparazione politica tra sputi, slogan sguaiati, lanci di monetine insulti. Insomma quello che fanno da 17 anni a questa parte, ovvero da quando è nata la Seconda Repubblica e cioè, secondo loro, la Dittatura di Berlusconi. Abbiamo già spiegato qui che in realtà, se invece si usasse la testa invece di agitare cartelli con su scritte le solite scemenze, fin’ora nella Seconda Repubblica il Centro-Sinistra ha governato praticamente lo stesso tempo del Centro-Destra, quindi parlare di “regime” è abbastanza comico. Ma vediamo perchè è ancora più comico se a gridare queste stupidaggini è un cittadino-elettore medio del Centro-Sinistra capitolino…

A livello Nazionale, il Centro-Destra ha governato 111 Mesi mentre il Centro-Sinistra 100 Mesi. Solo 11 Mesi di differenza.

A livello Comunale il dato è ancora più sconfortante. Dal 5 Dicembre 1993 al 29 Aprile 2008 (con qualche Mese di commissariamento dovuto al fatto che Rutelli prima e Veltroni poi sono stati candidati a Palazzo Chigi) ha governato la Capitale ininterrottamente il Centro-Sinistra con le giunte Rutelli e Veltroni. Dal 29 Aprile 2008 governa Gianni Alemanno. Quindi abbiamo 15 anni di Amministrazioni di Centro-Sinistra contro 3 anni e 7 Mesi di Amministrazioni di Centro-Destra.

A livello Regionale invece abbiamo le Giunte Proietti-Osio targate Centro-Sinistra dal 1994 al 1995. Poi la Giunte Badaloni targata Ulivo dal 1995 al 2000. Viene poi la’amministrazione guidata da Francesco Storace dal 2000 al 2005. Succede Piero Marrazzo-Esterino Montino  dal 2005 al 2010. Dal 2010 ad oggi è Governatore Renata Polverini. Quindi da quando è iniziata la Seconda Repubblica ad oggi il cittadino di Roma è stato governato a livello regionale per 12 anni dal Centro-Sinistra e per 7 anni dal Centro-Destra.

E veniamo, a grandi linee, alla Provincia di Roma. Iniziamo da Fregosi Giorgio, Centro-Sinistra, Presidente dal 1994 al 1998. Segue Silvano Moffa, del centro-Destra, che amministrerà fino al 2003. Succederanno Enrico Gasbarra e l’attuale Zingaretti, del Centro Sinistra dal 2004 ad oggi, 2001. Quindi, in totale, 12 anni di centro-Sinistra contro 5 anni di Centro-Destra.

Ricapitoliamo: il cittadino di Roma, elettore medio del Centro-Sinistra che ieri sera vomitava insulti, sputi e calunnie contro Silvio Berlusconi, festeggiando la “liberazione” dalla dittatura è stato governato da quando è iniziata la Seconda Repubblica per 9 Anni e 3 Mesi dal Centro-Destra e per 8 Anni e 4 Mesi dal Centro-Sinistra a livello nazionale. Per 15 anni dal Centro-Sinistra e per 3 Anni e 7 Mesi dal Centro-Destra a livello Comunale. Per 12 Anni dal Centro-Sinistra e per 7 Anni dal Centro-Destra a livello Regionale. Per 12 Anni dal Centro-Sinistra e per 5 Anni dal Centro-Destra a livello Provinciale.

Adesso sempre lo stesso cittadino romano elettore molto medio del centro-Sinistra spieghi, in parole semplici, da cosa, quale Regime e quale  Dittatore si sente “liberato” possibilmente prima che a noi scappi da ridere…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

2 commenti su “Il “Regime” secondo l’elettore medio del Centro Sinistra a Roma…”

  1. Andrea Says:

    lo stesso destino di Bottino CRaxi….chissà perchè….

  2. Nexus Says:

    Chi vomita sputi e insulti sono sempre le stesse persone da anni, che si chiamino tute bianche, popolo viola, grillini, se non ora quando, girotondini, lanciatori di statuette etc…. sempre le stesse persone ossessionate, sempre la solita sinistra minoritaria.
    Bersani ? Ora sappiamo che è un vigliacco politico, un pavido. Se è vero che i sondaggi lo danno in vantaggio (oggi), perché non vuole andare a votare ? Non perché ha paura di perdere (comunque probabile), ma perché ha paura di vincere. Ha paura di non riuscire a fare quello che vorrebbe, quello che è giusto, a causa della incapacità e divisione della solita coalizione-minestrone stile Prodi.
    Allora spera che Monti gli tolga le castagne dal fuoco.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: