L’Onore delle Armi

________________________________________________________________________________________________
Una stagione politica volge al termine, ma l’Opposizione non ha intenzione che la transizione sia pacifica. La voglia di vendetta prevale perfino sull’interesse nazionale, certificando ancora una volta, che il Terzo Polo e la Sinistra non hanno cultura di Governo ma solo bramosia di potere…

________________________________________________________________________________________________

Che la stagione politica dominata da Silvio Berlusconi sia arrivata alla fine non è una cosa delle ultime ore, ma se ne parla da almeno due anni. Che il Premier abbia deciso, comunque, di lasciare la guida attiva del Centro-Destra era risaputo da molto tempo. E da tempo ci chiediamo come mai la Sinistra ed il Terzo Polo, invece di attendere serenamente questo momento, organizzandosi per il futuro, continuano a sguazzare nel fango della polemica politica del presente. Perfino Matteo Renzi ha sottolineato, prendendosi i fischi del PD, questo strano comportamento di chi si autocandida a “nuovo che avanza”.

Ci sono molte ragioni sul perchè i suoi oppositori non vogliono concedere a Berlusconi l’onore delle armi, alcune politiche, altre culturali. Innanzitutto, ricostruiamo quello che è avvenuto nell’ultima Legislatura. La barca affonda perchè qualcuno l’ha sabotata. Eletto sotto il simbolo “PdL-Berlusconi Presidente”, all’indomani della grande vittoria alle Regionali, ha mollato tutto, trasformando una solida Maggioranza parlamentare nella solita coalizione ballerina. Alle spalle degli elettori. Questo è bene ricordarlo ai tromboni di FLI. La barca affonda perchè sabotata, e adesso i topi scappano. Non c’è stato nessun Titanic mal governato. 

Ma a parte questo, è evidente che c’è una parte politica desiderosa non che un nuovo corso politico finalmente inizi, ma solo di vendicarsi di Berlusconi. In questi giorni abbiamo visto Cirino Pomicino pontificare sul Debito Pubblico, geologi ragionare su terremoti ed alluvioni mandati da Silvio, quotidiani italiani e stranieri sostenere che dalle dimissioni del Premier dipende la soluzione crisi economica mondiale. Una marea di cazzate simile non la ascoltavamo dai tempi di Mani Pulite. Infatti il clima è quello. Da una parte il capro espiatorio, da gettare in pasto all’opinione pubblica alluvionata, terremotata, licenziata, tartassata, sempre e solo per colpa di Berlusconi, come ogni giorno ci spiegano le Gabanelli qualunque che affollano la liberissima RAI. Dall’altra la personale voglia di rivalsa, di vendetta che rode l’animo dei vari politici e dei loro elettori che in questi anni non hanno potuto prendere il potere per colpa dell’odiato nemico. Un nemico che ora bisogna umiliare, non certo lasciare che si ritiri nell’ombra.

La cultura politica che purtroppo è alla base di mezza italia è questa. Sognano non la vittoria alle Elezioni, ma la presa del Palazzo d’Inverno. Sognano non un Premier che si dimette perchè sfiduciato, ma Piazzale Loreto. Sognano non un Paese che viene governato nell’alternanza, ma una Cambogia da rieducare. Sognano non un avversario che finalmente viene democraticamente sconfitto e si ritira, ma un Tribunale del Popolo. I loro sogni sarebbero un incubo per il Paese, che loro svenderebbero ai poteri forti stranieri pur di realizzarli. Perfino Pannella e Matteo Renzi se ne sono accorti.

Berlusconi si rassegni e si rassegnino i suoi amici ed alleati. Non ci sarà nessun onore delle armi, ma solo una sfida all’ultimo sangue senza fare prigionieri. E nessuno può chiedere a Berlusconi o a noi, di accettare, anzi accellerare, questo scenario…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

13 commenti su “L’Onore delle Armi”

  1. Andrea Says:

    La vera storia di Marina Berlusconi, erede al trono pronta alla ……
    pohttp://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fisegretidellacasta.blogspot.com%2F2011%2F11%2Fla-vera-storia-di-marina-berlusconi.html%3Flitica

  2. Nexus Says:

    Ma con le annunciate dimissioni, le borse non dovevano festeggiare ?
    Evidentemente c’era bisogno di stabilità politica.


  3. […] letto a salita al Quirinale calda di ieri sera, ho trovato un post di La Torre Normanna, che linko qui. Esprime esattamente i miei pensieri e il mio sentire. La chiusa, poi, è semplicemente […]

  4. rerummearumfragmenta Says:

    Bellissimo post. Ti linko da me

  5. Andrea Says:

    Il festival delle MINCHIATE MEGAGALATTICHE SONO TUTTE RIPORTATE SU QUESTO POST. di del giudice. Che un Berluskones potesse esprimere altro che le solite MINCHIATE MEGAGALATTICHE era parso subito impossibile circa 20 anni fa….finisce il ventennio Berlusconiano, finisce peggio di come fini Mussolini il proprio ventennio. Mussolini, il dittatore scappava da codardo in svizzera, Berlusconi nei sotterranei di villa certosa tra leccaculo e mignotte…tra il comico e ridicolo. Berlusconi non HA MAI AVUTO UNA LINEA POLITICA, per il semplice fatto che NON E’ MAI STATO UN POLITICO, NE UN UOMO DI STATO, solo un imprenditore che ha usato le istituzioni per i propri fini aziendali. Lasciamo stare le balle megagalattiche, esce di scena un FILABUSTIERE, non un politico o una esperienza politica

    • Nexus Says:

      Tu invece hai sempre bisogno di uno psichiatra.

      • Andrea Says:

        un “merito” pero’ Belusken l’ha avuto nel ventennio; ha messo in luce (mettendo in scena se stesso) la vera natura di taluni itagliani, ci ha fatto guardare allo specchio….solo una catastrofe biblica potrebbe porre rimedio allo squallore ….circolante

      • Andrea Says:

        Ridi…ridi Nexus…stanno per arrivare QUELLI DEL LIBERO MERCATO DEL DENARO (bce fmi ue rokfeller) che ti toglieranno….Vent’anni sciupati dal porno imprenditore di arcore hanno spianato la strada agli avvoltoi del capitalismo “liberista” criminogeno….ridi Nexus…sotto le luci riflesse dell’hard convection of arcore

      • Nexus Says:

        Sei in preda ad una furia ideologica. Di liberismo non se ne è visto, questa è la crisi del debito e dello statalismo a cui le banche centrali e i governi hanno risposto imponendo regole e sovvenzioni per limitare le libertà economiche.

      • Andrea Says:

        nexus continua ad invitare il morto ad una partita a tennis….Berlusconi e la sinistra berlusconiana (pdmenoelle e vendola compreso) finiscono qua la loro ragione di esistere. Arriverà Monti e tutto il magnifico gruppo magico della casta ladrona-bancarottiera dovrebbe giustificare al mondo la propria esistenza
        p.S. la lega dovrebbe proprio scioglersi, visto che non avrà nessuna voce in capitolo nel vicinissimo futuro prossimo

  6. Fort Says:

    “..tromboni di FLI..

    Trombette, direi.

  7. Nexus Says:

    Se Berlusconi è capace di creare danni mondiali, alluvioni, terremoti etc… se dunque è così potente, non sarà il caso di tenercelo stretto e di farlo governare da solo, nominandolo imperatore ?
    “..quotidiani italiani e stranieri sostenere che dalle dimissioni del Premier dipende la soluzione crisi economica mondiale”. La crescita del pil non si fa mandando via Silvio, ma se lo spread si abbassa con le sue dimissioni, allora si avvalora la tesi di chi dice che dietro le pressioni internazionali ci sono loschi interessi di banche italiane e straniere. Ieri comunque le borse hanno chiuso in positivo, anche se i giornali dicono che sono crollate.
    La crisi economica è iniziata nel 2008 con Prodi, perché lo spread è aumentato solo da 3 mesi e mezzo, nonostante il bilancio fiscale migliore d’Europa (avanzo primario, basso deficit) ? Mah…
    Comunque tra traditori (77 circa), ammalati improvvisi (Nucara) e cronici, oggi i voti dovrebbero essere 310 salvo imprevisti, dunque credo che siamo alla fine.

    • Andrea Says:

      A parte le ridicole inesattezze della prima parte del tuo post, mi chiedo ( mica tanto) quale considerazione avevi dei 77 “traditori” fino a qualche giorno fa….pensavi che cosa???? Forse che Paniz ( quello che è ancora vuol darla a bere che Ruby sia davvero la nipote di Mubarak) fosse un politico serio? forse che la Carlucci fosse la portabandiera del “liberismo spinto”? forse che Scajola, Ferrara( in procinto di diventare chierichetto di Bertone) non abbiano scelto berlusconi per godere dei vantaggi e dei privilegi di casta?
      Ma dove vivi …in Lucania?


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: