Sono berlusconiano, e sono indignato…

_________________________________________________________________________________

Basta. Basta con questa beatificazione a mezzo stampa di movimenti, cosiddetti leaders, sedicenti giovani e modaioli vari. Gli unici che dovrebbero essere indignati sul serio siamo noi, quelli da sempre mai rispettati per le proprie idee, sbeffeggiati ed insultati, poi sfruttati ed alla fine traditi…

________________________________________________________________________________

Sono berlusconiano e sono indignato. Sono indignato innanzitutto dal fatto che io sono rimasto berlusconiano mentre Berlusconi non lo è più. Non sono più nemmeno tanto giovane perchè dal ’94 è passato davvero tanto tempo. E mentre ancora aspetto la rivoluzione liberale e la riforma della Giustizia vedo gli adolescenti di oggi vaneggiare di Che Guevara, di Squola okkupata e di non si capisce quale rivoluzione social-giudiziaria da fare. Io fermo al ’94. Loro capitombolati al ’68. E menomale che oggi Internet e la Cultura non sono più esclusiva della Sinistra…

Sono indignato perchè lo Stato continua a dirmi che lavoro non ce n’è, e che quindi me lo devo inventare. Ed infatti continua ad aumentare tasse, burocrazia, adempimenti e procedure sulle piccole e medie imprese. E quando me lo sono inventato mi fa chiudere perchè mi manda la Finanza un giorno si e l’altro pure a farmi la multa perchè non ho rispettato – la misura prevista dalla nuova normativa Europea sulla grandezza proporzionale per lato della finestra laterale dello sgabuzzino obbligatorio dove bisogna riporre subito dopo l’uso gli strumenti di plastica ovviamente diversamente sanificati e chiaramente separati da quelli in acciaio ecc.ecc.ecc – …

Sono indignato perchè gli indignados gridano “stay hungry, stay foolish” ma a differenza di Steve Jobs chiedono il posto pubblico e la pensione assicurata. Chiedono meno economia nella politica ma poi vorrebbero un Governo tecnico di tecnocrati, possibilmente istituzionale e senza elezioni. Non si chiedono di chi sono i risparmi che le Banche custodiscono perchè loro prima prelevano dai Bancomat con la carta dei genitori, e poi magari li sfasciano…

Sono indignato perchè se io faccio un incidente stradale, mi tolgono i punti e perfino la patente, e magari finisco in Galera, ma se un pischello figlio di bancario e Black Bloc nel week-end lancia un estintore sulla testa di un Poliziotto un Giudice gli contesta solo la “resistenza pluriaggravata” mentre gli amici assessori di Sinistra e Democratici lo difendono. E se ti chiami Carlo Giuliani ti dedicano pure un’ Aula in Parlamento e tua mamma finisce per diventare Onorevole…

Sono indignato perchè tutti parlano della cosiddetta “fuga dei cervelli” e nessuno se ne frega della fuga delle imprese. Ma tutti questi cervelli che facciamo rientrare dove vanno a lavorare se le aziende le facciamo scappare in Romania o in Slovenia? Sono indignato perchè si continuano a chiamare cervelli in fuga solo delle teste vuote in vacanza all’estero, a cui qualcuno fa credere di essere dei mancati Premi Nobel per colpa dei tagli alla Kultura

Sono indignato perchè oggi il Premier è stato assolto per la 25° volta in 17 Anni e gli mancano ancora 4 o 5 Processi, ma qualcuno continua a dire che non vuole farsi processare e che non c’è nessun accanimento giudiziario. Sono indignato perchè in Italia chi viene eletto sotto il simbolo “PdL-Berlusconi Presidente” e rifiuta di votare la sfiducia al Governo viene chiamato “venduto”

Sono indignato perchè ogni anno si stanziano fondi per lo Stato Sociale, ma a me se non mi aiuta la mia famiglia col cavolo che arrivo a fine mese. Ma allora che cosa cazzo è questo Stato Sociale se alla fine per finanziarlo dicono che bisogna reintrodurre l’ICI sulla prima casa di mia mamma pensionata che ci mantiene ancora e se si ammala devo correre o al Nord o da un privato?

Sono indignato perchè per difendere una ventina di posti di lavoro di una impresa fallita si scomodano Vescovi, Governatori, artisti, politici, sindacati, e si stanziano milioni di €uro giusto in tempo per il tiggì della sera, mentre delle restanti migliaia di disoccupati senza nome e senza faccia, nessuno se ne frega niente. Questa la chiamano economia attenta al sociale…

Sono indignato perchè, mentre io sono imbottigliato nel traffico e nello smog perchè il cantiere dell’alta velocità è stato bloccato da qualcuno che vuole difendere la mia salute, al lato mi sfrecciano le auto blu, in teoria appena tagliate dall’ennesimo Decreto anti-Casta, di Politici, Magistrati e presidenti di qualche ente pubblico in compagnia di quelli di Legambiente…

Sono indignato perchè ci sono tanti italiani che vanno all’estero a sputtanare il nostro Paese pensando in questo modo di sentirsi diversi e migliori. Sono indignato perchè tanti italiani fanno finta di non sapere che non c’è nessuna differenza tra chi si porta a letto Berlusconi e chi si portava a letto Kennedy, Clinton, Mitterand…

Sono indignato perchè dei ragazzetti tanto presuntuosi quanto disinformati e violenti hanno preso a sputi Marco Pannella che le battaglie per la libertà e per la democrazia della Politica e dell’opinione, alcune volte da noi non condivise,  le faceva da quando loro, che oggi votano gli  oscurantisti Rosy Bindi e Nichi Vendola, non erano manco nati…

(POST APERTO A COLLABORAZIONI)

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

Tag:

Both comments and pings are currently closed.

One Comment su “Sono berlusconiano, e sono indignato…”

  1. Andrea Says:

    i topini cominciano a saltare giu’ dalla stiva, i Toponi invece si rifaranno un’identità nuova. “berlusconi”?-“mai conosciuto!” G. Ferrara FOR SALE


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: