Nel Regno delle due Sicilie…

________________________________________________________________________________

La Padania non esisterà più quando il Sud Italia cesserà di essere il borbonico Regno delle due Sicilie. Questa la triste realtà che i giusti richiami di Napolitano non possono nascondere…

________________________________________________________________________________

Va in giro in Italia un simpatico Comunista, peraltro persona perbene e molto saggia, che da un pò di tempo è diventato uno strenuo difensore dell’unità d’Italia. E fa bene a farlo e non solo perchè è diventato Presidente della Repubblica. Lasciamo perdere i vari trascorsi politici del Partito in cui ha militato che lo rendono non molto adatto a parlare di Patria e di Italia e concentriamoci sul presente.

Il Presidente, da Napoli, attacca con veemenza la Lega Nord. La città ha appena regalato a tutta Italia l’ennesima figuraccia internazionale che farà perdere soldi, e tanti, a tutti tra multe e cattiva pubblicità. Il Tribunale di questa città colleziona esclusivamente record negativi, ed i suoi Giudici fanno apertamente politica gettando discredito su tutta la Giustizia italiana e tutta la Magistratura. La città appare ancora in preda all’anarchia amministrativa con la Camorra ben lungi dall’essere stata debellata e che addirittura governa di fatto alcune periferie. Il Presidente, ripetiamolo, da questa città attacca la Lega Nord.

Orbene. Qualche tempo fa questo stesso Presidente ricordava commosso i bei tempi della Napoli borbonica. Uno scrittore di quelle parti, famoso non solo perchè copia gli articoli ed i libri, ma anche perchè va in giro in Europa a sputtanare il suo Paese che gli dà una immeritata scorta, disse poco tempo fa che a Napoli con i Borboni già si faceva la “raccolta differenziata”. Affermò anche che la ‘ndrangheta è espressione della Lega Nord e la monnezza colpa del Veneto. Unità d’Italia?

La Padania esiste? Noi osserviamo che in tutta Europa sono in aumento i movimenti regionalisti o addirittura separatisti. Crediamo che questo sia anche giusto proprio per controbilanciare la Globalizzazione. Constatiamo che in Italia questo fenomeno è molto più blando che altrove. Andare in Catalogna, Belgio, Olanda o Gran Bretagna per credere. Quindi, secondo noi, una polemica, quella di Napolitano, molto pretestuosa.

Appare evidente che Napolitano cerca di fare quello che non riesce a fare l’Opposizione o la Magistratura militante: destabilizzare la Maggioranza per far cadere il Governo. E’ giusto tutto questo? Crediamo di no. Allora il problema di tutto il Paese non è l’esistenza o meno della Padania, ma il fatto oramai oggettivo che  il Sud, come Napoli,  non è Italia, non è Europa e forse non è più nulla oramai. Al massimo è diventato il Regno della Monnezza. Questo dovrebbe essere l’assillo di noi meridionali e non certo le esternazioni di Bossi, Napolitano o  Calderoli…

(p.s. l’inno del Regno delle due Sicilie, come il Va Pensiero, è molto più bello, musicalmente, dell’Inno di Mameli)

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

Tag: ,

Both comments and pings are currently closed.

5 commenti su “Nel Regno delle due Sicilie…”

  1. Andrea Says:

    se si va in giro per le strade di Napoli, si possono scoprire tante belle cose, ad esempio targhe in granito dove si indicano i giorni della raccolta dei rifiuti e qual genere di rifiuti in determinati giorni. LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ( nel nord manco sapevano cosa fosse) che voi ( bunga bunga sinistra e leghisti) non avete saputo/voluto far fare ai napoletani. I Borboni rispetto ai nani di oggi erano giganti illuminati ( lo erano già di loro)


    • Io sono per metà Lucano e per metà Vesuviano. Quindi quelle zone le conosco benissimo e le amo/odio. Mai detto che i Piemontesi erano meglio dei Borboni. Dico solo che OGGI il Nord Italia va come la Germania, noi come la Grecia, e per colpa nostra, mica loro…

  2. Andrea Says:

    non vale la pena di un commento…troppo indietro e privi di conoscenze i BUNGA BUNGA…la terra di Giustino Fortunato (nipote) purtroppo anche la terra di “LA TORRE NORMANNA LIBERAL….CONSERVATORE BUNGA BUNGA”


    • Meglio Bunga-Bunga (che non c’è niente di male) che finto meridionalista che dice che la colpa della Monnezza è del Veneto, la ‘ndragheta sta a Milano e che il problema dell’Italia è la Lega Nord…il SUD avrebbe bisogno di una Cura di Seroetà e Responsabilità che i meridionalisti alla Saviano-Napolitano Borboni non possono dare…fortunatamente c’è La Torre Normanna che nel suo piccolo certe cose ha il coraggio di dirle!

      • Andrea Says:

        ma quale coraggio ….è sfrontatezza, mancanza di vergogna, assenza del concetto di “se” e degli altri..
        Anche Fortunato divento’ meridionalista quando capi’ la natura dei settentrionali, idem per Salvemini, ma la Torre è troppo affascinata da Borghezio e da un signore (di Milano) che sistemati i propri affari, chiude baracca e se va a puttane


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: