Un Leader al giorno…

_________________________________________________________________________________

Anche in tempi di Crisi la nostra Sinistra non bada a spese e sforna un nuovo Leader ogni santo giorno, che scalda i cuori dei militanti dalla mattina fino alla sera per poi svanire nella notte. Ed il giorno dopo il ciclo ricomincia…

________________________________________________________________________________

L’ultimo in ordine di apparizione è Sua Eminenza il Cardinale Bagnasco del quale, come sovente capita alla disinformazione targata Centro-Sinistra, si leggono le parole sempre e solo in chiave antiberlusconiana. La trama poi si svolge come al solito. Il PD plaude alle parole dell’inconsapevole nuovo Leader politico, il PdL parte con i soliti distinguo, il Terzo Polo e a volte Romano Prodi, si dicono “preoccupati”. Passa la notte e tutti se ne dimenticano. Poi il Ciclo ricomincia.

Proprio ieri la Sinistra aveva scoperto una nuova esponente dell’antiberlusconismo militante (e tanto salottiero quanto ottuso) perfino nella figura di Anna Wintour. Anche la nota democratica e popolana direttora di Vogue America sostiene che Berlusconi è un Dittatore. La Sinistra applaude, e la Signora va su tutte le prime pagine. Il Corriere o la Marcegaglia (ma anche Prodi) si dicono “preoccupati“.

Qualche giorno fa era capitato alla povera Manuela Arcuri divenire la Leader per un giorno del PD. Per un giorno intero è stata considerata una specie di Rosy Bindi evidentemente più avvenente. Una che “non sono una donna a sua disposizione” però davvero bella. Un sogno che diventava realtà per tutta la Sinistra. Adesso anche lei è nella polvere senza che nessuna femminista di “se non ora quando?” faccia nulla per difenderla.

Ma poi bisognerebbe citare Saviano, StingFini, Tettamanzi, Montezemolo, Passera, Boccassini, perfino i Metallica, ultimamente la Marcegagliadomani chissà…unico requisito richiesto: insultare Berlusconi. Per convinzione o per convenienza (ma questo è secondario per i militanti della Sinistra)…

Anche all’interno del PD capita la stessa cosa: da Renzi a Civati, dalla Serracchiani a Zingaretti, tutti Leaders per un giorno, complice una riuscita battuta contro Berlusconi. Ma la notte non porta consiglio, ed il giorno dopo tutto ritorna come prima in attesa che qualcuno rilasci una intervista, un commento, una qualunque battuta sul Cavaliere…

Insomma, in mancanza di Leaders veri, in mancanza di Programmi e di una qualunque idea di Paese la nostra Sinistra è sempre alla ricerca di qualcosa  o di se stessa come un adolescente con tante idee e ben confuse. Ogni giorno scopre un nuovo Leader che però, come certe delicate farfalle, nasce, vive e muore nel giro di un giorno lasciando gli sgomenti e sempre più delusi militanti nelle mani dei soliti D’Alema, Fassino, Veltroni, i pesanti e giurassici dinosauri Comunisti che cambiano in continuazione nome per nascondere agli altri, ma anche a se stessi, il fatto che si sono oramai estinti…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

Tag:

Both comments and pings are currently closed.

2 commenti su “Un Leader al giorno…”

  1. Andrea Says:

    si sa che Bagnasco è un comunista, anche il papa è comunista forse forse anche il padreterno era comunista…tra un po vedremo i LINGUA LINGUA negare di essere stati berluskones….ne sono certo

  2. Nexus Says:

    Lo sputtanamento in base ai gusti sessuali: a questo è arrivata la sinistra. Berlusconi andrebbe con tante donne ? Va criticato e insultato per questo. 10 Parlamentari del PDL sarebbero gay ? Benissimo, vanno insultati ed additati come gay. Alcuni di loro sono sposati ed hanno figli ? Non fa niente, bisogna screditare la gente.
    La sinistra ridotta ad usare l’arma dell’intolleranza sull’appartenenza e sulla la vita sessuale.
    La signora Wintour è la più patetica, ma impersonifica perfettamente l’ipocrisia della sinistra. Immagino che si sia informata bene prima di parlare…
    Inutile ripetere che Silvio è un dilettante in confronto a figure come i fratelli Kennedy, Martin Luther King, De Gaulle, Mitterand, Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele II….tutta gente che di puttanai ne sapevano più di chiunque altro.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: