Quanto conta il Premier in Italia?

________________________________________________________________________________

‎”La D’Addario è andata a letto con Berlusconi per avere un autorizzazione edilizia, e non l’ha ottenuta. Tarantini ha procurato decine di donne sempre a Berlusconi per avere appalti milionari, e non li ha ottenuti. Deve avere ragione Berlusconi:  il Presidente del Consiglio in Italia non conta un cazzo”

________________________________________________________________________________

La Torre Normanna Featuring Michele Liati

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Collaborazioni

Tag: ,

Both comments and pings are currently closed.

21 commenti su “Quanto conta il Premier in Italia?”

  1. andrea Says:

    per la PDL il declassamento dell’Italia da parte della S&P è colpa della STAMPA COMUNISTA…..tutto in linea con chi fino a qualche mese fa negava la crisi cazzegiando tra Villa S Martino, Pl.zzo Grazioli e Villa Certosa……è evidente come il sole che a Berlusconi dei problemi del paese (di merda) a lui non gliene frega un emerito caz…..ma solo intrallazzi aziendali e puttane … e il governo che si profila con la presa del potere esecutivo da parte di confindustria è da addebitare interamente all’incapacità di un vecchio frequentatore di puttane incapace di governare….MAI COSI IN BASSO, 20 anni buttati alle ortiche

    • Nexus Says:

      Magari Forza italia avesse raggiunto il 51%, a quest’ora non avremmo avuto 17 anni di guerra civile !
      Il PDL ha detto che l’argomentazione dell’abbassamento del rating è fuori luogo, frutto del riassunto dei quotidiani italiani. Non possono dire fra l’altro che abbassano il voto per instabilità politica perché è una cavolata.
      Prodi, dopo il declassamento del suo governo, chiamava le 3 società di rating americane “qui, quo, qua”, e diceva che si muovevano per motivi politici. Idem Padoa Schioppa.
      Comunque Standard & Poor’s è la stessa che diede il massimo voto, AAA, alla Lehman Brothers. Dopo 3 settimane fallì con i soldi dei risparmiatori, e da li iniziò la crisi dei mutui e la recessione del 2008-9 nel mondo. Non si può dare tutta questa importanza a chi non la merita. Questi giudizi servono solo per prestarsi a strumentalizzazioni da parte delle opposizioni, problema ben presente in tutta Europa e USA.

  2. andrea Says:

    Hooooooo…stupore incredulità, meraviglia, sorpresa..il titolare dell’inchiesta (Laudati) sulle escort a Bari, è un amico di Berlusken…UNA TOGA BERLUSCONIANA

    • Nexus Says:

      Sono più preoccupato dai giudici che si rifiutano di sentire i testimoni della difesa (Milano, Mills) perché il diritto a difendersi per B. non deve esistere.
      Adesso sarà giustificato alla legittima difesa, una bella legge che impone ai giudici di ascoltare i testimoni: questo hanno voluto.
      A cosa bisogna arrivare !

      • andrea Says:

        intendi il processo lungo e la prescrizione breve? Berlusconi ha sempre pensato di arrivare alla prescrizione ecco perchè vuole far testimoniare 400.000 testimoni…gli interessi di berlusconi prima di tutto, il “paese di merda” è una sua derivazione.,,nella sostanza

      • Nexus Says:

        Alla prescrizione ci arriva comunque a gennaio/febbraio, se anche si arriva al primo grado di giudizio non serve a niente perché non si arriva a sentenza definitiva, qualsiasi essa sia.
        Se questi sono i giudici che lo devono giudicare, che non hanno voluto ascoltare i 10 testimoni, la sentenza di condanna è già scritta.

      • andrea Says:

        La prescrizione è sempre stata la zattera di salvataggio dei reati del premier, se il reato di corruzione ( ricordiamoci che Mills è stato riconosciuto come persona corrotta da Berlusconi) sarà (anche questo) prescritto perchè gli avvocati del diavolo ( ghedini ecc) continuano a piangere lacrime di coccodrillo…per la lettura finale della sentenza?

      • Nexus Says:

        Perché ritiene che non si sia potuto difendere in maniera corretta, ad esempio negando i testimoni.

      • andrea Says:

        l’obiettivo di berlusconi rimane comunque la prescrizione non la “difesa corretta”..poi, se i giudici ritengono che le prove sono sufficienti (sia per la condanna o per l’assoluzione) non si capisce perchè devono subire le tattiche difensive di un imputato che ha solo un obiettivo da raggiungere: LA PRESCRIZIONE PER DECORRENZA DEI TERMINI….poi ancora, Mills, non è un testimone… corrotto da berlusconi? Poi, inoltre, la procura dovrebbe aprire un indagine per scoprire quanto hanno incassato i “testimoni” per scagionare un corruttore storico?…perchè l’uomo, (non solo il politico) ha dato prova nel corso degli anni di soffrire SEMPRE di certe inclinazioni. Il mistero dei misteri è quello che certa gente ancora (nonostante tutto) sostenga le tesi sgangherate di quest’uomo. Forse è come sostengono gli psicologi: UNA QUESTIONE DI PROIEZIONE

  3. andrea Says:

    nessuno è più a sinistra di Berlusconi, più a sinistra sicuramente di Vendola Di Pietro e tutto il pdmenoelle…ma i berluskones non se ne sono ancora accorti….quei noti rimbambiti

  4. Nexus Says:

    Sono da tempo che lo dico, serve più Berlusconi e meno statalismo, meno temporeggiatori.

    • andrea Says:

      Povero Nexus crede alle favole…berlusconiane, come se berlusconi e lo statalismo non fossero la stessa cosa..per informazioni in merito chiedere alla Marcegaglia

      • Nexus Says:

        La Marcegaglia se si vuole mettere in mostra vada a miss Italia, avrà più fortuna.
        Silvio ha portato il virus del liberalismo in milioni di italiani, ma come noto Forza Italia non ha mi preso il 51%.

      • andrea Says:

        “liberismo” è un termine molto alla moda da 20 anni a questa parte …rimane, nonostante la ridondanza, solo uno slogan consumato e privo di significato….sventolato addirittura anche da un certo imprenditore di Arcore, lui, che senza statalismo sarebbe fallito già sulla fine degli anni 70…comodo parlare di liberismo e fottersi le concessioni STATALI ….berlusconi è liberista come lo era Bresnev

      • Nexus Says:

        Non c’è dubbio che di liberismo non ne abbiamo visto.

      • andrea Says:

        allora perchè scrivi che berlusconi ha portato il virus del liberismo? Mettici una pietra sopra in Italia e nel resto del mondo il liberismo NON ESISTE, il liberismo è una balla, un incantesimo, una presa per i fondelli, solo le teste bacate sostengono il contrario, esistono MOLTO i MONOPOLI..quanto più in alto si va piu’ il campo si restringe…vai spulciare le società e i soggetti che detengono il controllo del denaro, delle economie della finanza, delle materie prime, dell’energia della ricerca della farmaceutica, dell’alimentazione, dell’industria…..noterai quanto LIBERISMO per bambini deficenti

  5. andrea Says:

    Prodi a questi livelli infimi non sarebbe mai arrivato…piu’ in basso di Berlusconi solo berlusconi

  6. andrea Says:

    ha ragione berlusconi…non conta un cazzo! conta molto invece nell’aggiustamento dei propri interessi aziendali, ecco perchè di altre cose …non conta un cazzo


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: