Giampi – Boomerang

_________________________________________________________________

L’inchiesta-monnezza come sempre riserva sgradite sorprese agli ossessionati pettegoli della “parte migliore del Paese”. I verbali delle intercettazioni e degli interrogatori di Giampaolo Tarantini illegalmente spacciati dalla Procura scagionano il Premier ed inguaiano D’Alema, SKY, ed il sistema – PD in Puglia…

________________________________________________________________

Gli apprendisti stregoni della politica e dell’informazione no-cav hanno combinato l’ennesimo disastro. Ossessionati dal Cavaliere, toghe, politici e giornalisti d’assalto finiscono come al solito per produrre solo la solita  controproducente spazzatura mediatico-giudiziaria.

«Sono a conoscenza di una lobby della quale fanno parte De Santis, Castellaneta, Mazzarano, Frisullo, Intini, Maniglio che decidono l’aggiudicazione degli appalti in Puglia in materia sanitaria e nei lavori pubblici»

Perbacco! Nella Puglia di Vendola esiste un sistema di potere targato PD-D’Alema per la spartizione degli appalti sulla Sanità? per la verità qualche leggerissimo sospetto c’era già, ma adesso, visto che Tarantini è diventato la Ruby di fine 2011 e quindi il testimone chiave per inchiodare definitivamente Silvio, occorrerà andare fino in fondo. O no? Ma continuiamo…perchè c’è da sbellicarsi dalle risate.

 «Ho conosciuto, tramite De Santis, l’on. D’Alema; l’incontro avvenne a Ponza nell’estate 2007; io De Santis e Giuseppe Fortunato, all’epoca capo della segreteria di D’Alema, fummo invitati con le nostre mogli a fare una vacanza sulla barca di Francesco Maldarizzi; prima di imbarcarci avevamo saputo che a Ponza c’era D’Alema con un’altra barca. Ci imbarcammo a Civitavecchia (in realtà Gaeta, ndr) sulla barca di Maldarizzi e raggiungemmo D’Alema a Ponza; la sera andammo a cena a ristorante con D’Alema, la moglie i figli e altre coppie amiche loro. Il giorno successivo anche D’Alema fu ospite di Maldarizzi e poiché la sua barca doveva fare un altro giro ci chiese di accompagnarlo a Civitavecchia con moglie, figli e scorta (…). In quell’occasione parlai con D’Alema e facemmo anche un burraco insieme (…). Ho rivisto D’Alema in più occasioni durante la campagna elettorale 2008 a casa di Maldarizzi e in occasione della famosa cena della Pignata. Mazzarano mi chiese di finanziare il Pd durante la campagna elettorale del 2008; Parlammo di Frisullo e io dissi che avrei potuto coinvolgere anche Frisullo avendo mandato anche a lui delle donneChiamai Intini lamentandomi del comportamento di De Santis e della delusione che mi aveva dato. La goccia che fece traboccare il vaso, e che mi induce oggi a pensare a un complotto orchestrato contro di me e Berlusconi, sono state le dichiarazioni rese da D’Alema dall’Annunziata. Dico questo perché De Santis inspiegabilmente era sparito dalla mia vita. Dopo che era esploso lo scandalo D’Addario, ero stato contattato anche da Murdoch che mi aveva proposto un contratto miliardario che avevo rifiutato. La D’Addario mi ha rovinato la vita, ha distrutto il mio rapporto con Berlusconi, mi ha distrutto economicamente. Il Presidente non ha mai immaginato che pagavo le ragazze né che alcune di quelle che portavo fossero dedite alla prostituzione. Le presentavo come amiche …»

Insomma roba forte, roba che scotta. Insomma la solita spazzatura mediatico-giudiziaria dove a non fare una bella figura, oltre a Giampi Tarantini ed alla Magistratura italiana, è il clan D’Alema ed il sistema Puglia oltre alla “libera” informazione anti-cav targata Sky. A questo punto ci chiediamo  perchè da anni alcuni Magistrati utilizzino illegalmente simili cialtroni per rovinare la politica e l’immagine dell’Italia e dei suoi leaders. Ci chiediamo perchè alcune intercettazioni finiscono in prima pagina ed altre vengono secretate. Soprattutto ci chiediamo perchè nel PD non c’è mai nessuno che si ribella a questo modo indecente di usare ed umiliare la Giustizia…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: (In)Giustizia

Tag: ,

Both comments and pings are currently closed.

4 commenti su “Giampi – Boomerang”

  1. andrea Says:

    solo il Tg5 (La voce suadente di Cristina Parodi prende per mano il telespettatore conducendolo nel meraviglioso mondo degli animali) e Minzolini (per interposta persona prende per la mano il telespettatore conducendolo nel meraviglioso mondo degli animali) fanno finta che tutto è apposto, sorrisi, e gossip

  2. Nexus Says:

    Queste notizie non interessano, quasi nessuno le pubblica, bisogna abbattere Silvio e basta. Se non ci sono reati, allora si dice che non rispetta una morale prestabilita (da chi non si sa).
    Condivido la tua frase finale, mi chiedo quando qualcuno del PD uscirà allo scoperto denunciando che questo sistema mediatico-giudiziario è una porcheria.

  3. andrea Says:

    la Rai di fatto è un ente privato, dimentichi ( mi chiedo se lo sai) che l’azionista unico è il parlamento nella massima espresione del presidente della camera…quindi la rai è di proprietà dei partiti che nomina i burocrati servi, maggiore è il partito di governo, più numerosi sono i burocrati nominati da quel partito…fatti un po di conti, Masi era un servo di Berlusconi (non del PDL, che non esisterebbe senza berlusconi) come pure l’agicom…quindi Di Pietro HA RAGIONE DA VENDERE

  4. andrea Says:

    non si deduce niente…manca il reato, dov’è il reato…


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: