La Arcuri partecipò più volte alle cene di Arcore. Ieri la offendevano, oggi la usano…

________________________________________________________________

La solita Sinistra, le solite gaffes, la solita spazzatura. Stavolta tocca a Manuela Arcuri finire nel tritacarne ridicolo messo in piedi dalle Procure d’Italia e dalla Sinistra. La bella Manuela infatti più volte è stata gradita ospite ad Arcore o palazzo Grazioli, ma oggi c’è chi la paragona a Rosy Bindi…

________________________________________________________________

“La nostra piccola Anna Magnani”. Così definisce Manuela Arcuri Le Repubblica. Perchè? Perchè ha rifiutato le profferte del Cavaliere. Se tutta questa storia non fosse solo spazzatura e se La Repubblica non fosse un quotidiano ridicolo, verrebbe da saltare sulla sedia.

Fino a poco tempo fa, infatti, la povera Arcuri era finita anch’essa nella lista delle mignotte che frequentavano Arcore e Palazzo Grazioli. Oggi le “rifanno la verginità” e la elevano a grande attrice. Miracoli dell’antiberlusconismo. Purtroppo ci sarebbero parecchie cose da dire e non sul conto della Arcuri, ma degli ipocriti, disinformati e truffaldini operatori della macchina del fango della Sinistra…

 “Dal presidente Berlusconi sono stata un paio di volte. Ero stata invitata e accettare gli inviti, oltre che un grande piacere, mi è sembrato anche un gesto di rispetto e di carineria verso una persona che ammiro e rispetto. Alle cene cui ho partecipato io c’erano una ventina di persone, tra cui Tarantini, che mi sono sembrate tutte assolutamente per bene. Il presidente è stato simpatico, ha raccontato barzellette, ha cantato e si è comportato con la solita socievolezza. La prima volta c’erano Paolo Berlusconi, due parlamentari di Forza Italia, degli imprenditori con le rispettive mogli e Fabrizio Del Noce. C’era anche Giampaolo Tarantini. Comunque all’una al massimo è tutto finito”

E’ la stessa eroina che oggi qualcuno vorrebbe paragonare a Rosy Bindi, con un incredibile disprezzo per i ridicolo (infatti Manuela è sicuramente più intelligente). Ma andiamo avanti: nelle stesse intercettazioni-spazzatura e nelle stesse carte dell’inchiesta-monnezza messe in giro dalla Procura si può leggere che

 “Il 25 gennaio e l’11 febbraio 2009, Tarantini e Francesca Lana (amica della Arcuri), secondo i giudici, “avrebbero compiuto atti idonei e diretti in modo non equivoco a indurre Manuela Arcuri a prostituirsi in favore di Silvio Berlusconi propspettandole la possibilità di un personale interessamento di quest’ultimo, sollecitato dalla stessa Arcuri, per consentire la partecipazione del fratello Sergio a una trasmissione televisiva, non riuscendo a portare a termine i loro propositi per ragioni indipendenti dalla loro volontà”

Traduzione: la Arcuri chiese a Berlusconi una spintarella per il fratello. Tarantini e la Francesca Lana (E NON BERLUSCONI) le prospettarono la possibilità (tutta da verificare perchè questa è solo l’interpretazione dei magistrati) di doverci andare a letto. Non se ne fece nulla.

Insomma, la solita spazzatura, il solito gossip, le solite patacche messe in giro sul web e su Rai3 dalla solita macchina del fango targata PD e Magistratura Democratica. Solidarietà a Manuela Arcuri…

p.s. “‎Mi dispiace anche dei falsi pettegolezzi che sono stati creati grazie ai soliti brogliacci telefonici sulla signora Arcuri, che è stata invece mia ospite inappuntabile in Sardegna e a Palazzo Grazioli”  Silvio Berlusconi

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

Tag: , ,

Both comments and pings are currently closed.

5 commenti su “La Arcuri partecipò più volte alle cene di Arcore. Ieri la offendevano, oggi la usano…”

  1. Nexus Says:

    Gli accusatori del cavaliere si arrampicano sugli specchi, ce la mettono tutta per cercare di incastrarlo ma anche questa volta non ce la fanno.

  2. andrea Says:

    con le telefonate si conferma il rapporto tra berlusconi e tarantini, l’uso delle girl pazze per silvio non costituisce di se reato, il reato è un altro la compenetrazione di tarantini in alcune società (protezione civile e finmeccanica) attraverso le debolezze di berlusconi..le telefonate tra i due imprenditori confermano loro rapporti, consolidati. Traduco per LA TORRE…tarantini forniva a berlusconi le zoccole per avere un torna conto pratico negli appalti pubblici, anche attraverso il ricatto. Conferma ne è il fatto che Berlusconi staccava assegni a favore della famiglia tarantini (Silvio aiuta sempre i poveri)

  3. d. Says:

    Io non vedo contraddizioni incinciliabili in ciò che hai scritto.Siccome,da quello che si evince,è stato Tarantini a fare certe proposte,perché lei prima che esplodesse la bufera e quando non ne aveva interesse,doveva dire bugie?Quello che ha detto lei è quello che hanno detto gli altri che erano con lei,e non olgettine e simili.Può essere che abbia cenato effettivamente a palazzo grazioli e poi se ne sia tornata a casa,che B. non le sia saltato addosso,e quello ha detto.
    Per il resto,profondo disgusto e insopportazione,per tutti.

  4. Nexus Says:

    Oggi il vicepresidente del CSM Vietti ha detto che loro vigilano per tutelare la privacy e contro la diffusione di notizie sulla vita privata.
    Infatti, hanno vigilato proprio bene !
    Berlusconi che si vanta di essersene fatte 8 di fila etc, …tipiche cose che dice anche pubblicamente da anni. Che sia vero o che sia solo un vanto delle proprie prestazioni (conosco alcune persone che si vantano alla grande e tutte le volte mi viene da ridere), queste sono telefonate private in cui la “parte lesa” (dai magistrati) parla con il linguaggio tipico che si usa al telefono con amici.
    Poi mettono in gran risalto il fatto che delle ragazze avrebbero usato l’aereo presidenziale per andare a Milano, ebbene Berlusconi è già stato archiviato in passato per la stessa accusa perché i giudici del tribunale dei ministri hanno stabilito che non è reato se c’è una persona autorizzata a volare (come il presidente del consiglio) perché non c’è aggravio di costi e la legge lo permette.
    Insomma, che sia indagato, imputato o parte lesa, è sempre lui che viene aggredito, e dei veri motivi di questa inchiesta non ne parla nessuno perché riguarda gli appalti della sanità in regioni amministrate dalla sinistra.

    • andrea Says:

      neanche il lottizzato Vietti riesce a mettere un freno alla sputtanamento di silvio…il problema di silvio è che in tutti questi anni si è circondato di personaggi cialtroni doppiogiochisti dominatori attori-comparsa della farsa berlusconiana…bel viso e cattivo giuoco, silvio è un ingenuo, il suo limite fondamentale è la vanità. Saranno i super berluskones ad abbandonarlo per primi..Biondi ha già chiamato a raccolta i “delusi”. si prevede una consistente trasmigrazione di super Berluskones verso lidi più promettenti. Il PDmenoelle dovrebbe essere la nuova frontiera per i “delusi”. Si concretizzerà la profezia di Bersani che individua il futuro elettorato in quello dell’attuale PDL. Scalzato Craxi, scalzato Berlusconi, la massonica confindustria ha stabilito che il PDMENOELLE sarà l’unico e accreditato suo interlocutore con il significativo contributo di Casini e Vendola….e silvio continua ad accusare la “sinistra”…povero ingenuo (cerca ancora di aggrapparsi a un sogno inesistente) …dopo di lui arriverà Mario Monti, uomo di sinistra anche questo burocrate servo degli interessi finanziari mondialisti? Violante ha fatto una anticipazione sul “problema” (per la casta) delle intercettazioni…..c’è da supporre che per il dopo Berlusconi, il “progetto” ( poteri forti interessi trasversali, centri finanziari partiti banche ecc ) “regolerà” le intercettazioni….prima pero’ mister B dovrà andar via (il passo indietro di Casini)


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: