Ma è soprattutto il PD ad uscire sconfitto dal voto di ieri…

________________________________________________________________________________________________

Suicidio in diretta del Parlamento che si arrende a Woodcock. Suicidio del PD che prima invoca la linea dura ma poi salva il suo indagato eccellente grazie al Voto Segreto nel silenzio compiaciuto del cosiddetto popolo anti-casta. Una giornata di non ordinaria follia che dimostra che tutto quello che sta accadendo in questi anni non è frutto del caso. E che il PD si è definitivamente arreso ai Giudici…

_______________________________________________________________________________________________

Ricapitoliamo per bene, perchè ci rendiamo conto che anche oggi la cosiddetta grande stampa e la televisione non sa o non vuole spiegare bene quanto di vergognoso sia accaduto nella incredibile giornata di ieri. Per non parlare delle assurdità che i vari commentatori e sedicenti politologi stanno sparacchiando a caso nelle ultime ore.

Quando un PM invia ad una delle due Camere una richiesta di arresto per un Deputato, logica e correttezza vorrebbe che ogni singolo Onorevole sia chiamato ad una valutazione quanto più possibile serena, sulla fondatezza di una grave richiesta dell’autorità giudiziaria, sia per salvaguardare innanzitutto la libertà personale e il Principio di Innocenza dell’indagato, ma anche  l’autonomia del Parlamento nelle sue funzioni democratiche.

In Italia funziona invece che ogni Partito e gruppo Parlamentare si arroga il diritto/dovere di dare una “indicazione di voto” ai suoi Eletti. Già qua cascano le braccia perchè è sinonimo di ignoranza sia politica che giuridica. Ogni caso va valutato singolarmente e si dovrebbe votare il merito della vicenda, non la convenienza politica che potrebbe scaturirne per questo o quell’altro Partito. Lega Nord,PD, IdV, FLI, perfino l’UdC ed i radicali invece hanno ragionato da Partiti provinciali e senza cultura di Governo, pensando ad accarezzare la “pancia” del loro elettorato e non a ragionare sui principi fondamentali di un moderno Stato democratico.

Ma proseguiamo. E’ normale che i Partiti più piccoli, più “estremi” facciano scelte più populiste, anche se il comportamento dell’UdC è stavolta scandaloso e ne rivela la reale natura di Partito di periferia senza cultura di Governo. Ma è davvero triste che anche un grande Partito popolare faccia lo stesso. Il PdL, a fatica ma meritoriamente, ha fatto valere un principio generale che dovrebbe ispirare un grande partito di massa moderno e soprattutto che anela a prepare statisti e non politici di provincia qualunque. Hanno detto: per noi vale il principio che arrestare un Onorevole è un atto pesante che può essere giustificato solo in presenza di prove schiaccianti e reati gravissimi. Cose che anche in queste due inchieste non ci sono. Quindi si alle indagini, ovviamente, ma no all’arresto di due Eletti dal Popolo. Il PD invece ha sposato in pieno la causa delle Procure ed ha sentenziato con le esternazioni di tutti i suoi Leaders che invece per loro vale l’opposto principio che essere Eletto in Parlamento non deve salvare l’imputato dall’azione anche preventiva della Magistratura. Principio per noi sbagliatissimo perchè figlio di una scarsa cultura politica e giuridica, perchè non si tiene conto dell’Istituzione Parlamento, e soprattutto che non tiene conto della storia recente di questo Paese. Ma tant’è, se loro la pensano così, avranno i loro buoni motivi.

Ecco però come poi la vicenda si svolge nella pratica. Il PD dopo aver addirittura minacciato azioni eclatanti se i due Onorevoli l’avessero fatta franca e gridato “vergogna!” a chi ha proposto la votazione segreta in Aula compie un’azione che rivela la pochezza politica, umana ed anche morale dei suoi leaders. Alla Camera votano a favore dell’arresto di Papa, ma al Senato, grazie proprio a quel voto segreto da essi stessi poco prima stigmatizzato come espressione della Casta, salvano il loro Senatore dall’arresto. E tutto va bene madama la marchesa!

A questo punto ci chiediamo. Dov’è il Popolo Viola? Perchè non protestano sotto Palazzo Madama dove la casta ha salvato dalla galera un Senatore? Perchè Di Pietro non va nelle piazze a tirare monetine? Dove sono le azioni eclatanti promesse da Francheschini e dalla Bindi? Perchè Repubblica non titola  “Vergogna! Tedesco salvato dalla Casta!“? Perchè su facebook nessun gruppo di indignati esprime tutta la sua rabbia verso un Senato che salva i suoi membri dalla Giustizia? E soprattutto, come si dice dalle nostre parti, esiste un cesso abbastanza grande per contenere l’ipocrisia del PD, del Popolo Viola, dei dipietrini e del cosiddetto “popolo anti-casta“?

Bookmark and Share
Explore posts in the same categories: Italia

2 commenti su “Ma è soprattutto il PD ad uscire sconfitto dal voto di ieri…”

  1. andrea Says:

    Tedesco l’ha salvato LA LEGA NORD, quel partito tanto caro a voi berluskones..strana la vita, Maroni manda in galera Papa e salva Tedesco, povero Silvio se continua cosi’ rischia di andare in galera anche lui….con 20 anni di ritardo

  2. Nexus Says:

    Perchè Perchè Perchè Perchè?????
    Perchè sono degli ipocriti schifosi. Come è noto sono “superiori”, dunque i ragionamenti che valgono per Papa non valgono per Tedesco.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: