Alfa e Omega

_________________________________________________________________________________________________

L’ultima Finanzaria di Tremonti ha fatto più danni che la D’Addario e Ruby messe insieme. Perfino il Comma cosiddetto Salva-Mondadori poteva essere digerito. Ma questa Finanziaria di Sinistra proprio no. Spezziamo una lancia in favore di Tremonti: è facile parlare ma difficile agire in tempi di crisi con intere Economie Nazionali in Dafault. Ma il Popolo delle Libertà aveva votato per qualcosa di diverso. Valeva la pena rischiare…

_______________________________________________________________________________________________

Lo abbiamo ripetuto spesso: noi avevamo votato per un Governo di Destra. Ci siamo ritrovati una Maggioranza di Centro ed una Finanziaria Socialista. Non è proprio il massimo della vita. Certo, ci sono delle attenuanti. I vari disastri ereditati dal passato, le crisi internazionali e i disastri naturali, il tradimento di Fini. Ma almeno nelle intenzioni si poteva fare qualcosa di più o almeno provarci.

La Finanziaria di Tremonti rischia di essere la pietra tombale del PdL. Si aggiustano i conti per Bersani. Si continua a gestire il presente perchè non si hanno idee, economiche e politiche, per il futuro. A qusto punto vale la pena prendersi qualche rischio. Ma ci vuole coraggio.

E’ bene precisare che senza riforma della Giustizia non si va da nessuna parte. E’ la Riforma propedeutica per tutte le altre. Economia compresa. Quindi inutile chiedere le riforme di questo o di quello dicendo che la Giustizia può aspettare perchè, in fondo “è un problema per Berlusconi, non per l’Italia”. Ragionamento ottuso degno di FLI. Degno di chi, come Fini, l’Italia non la conosce ma la sfrutta. Come il PD. E come l’UdC.

Però, almeno negli intenti, bisognava dare un messaggio diverso rispetto ai balzelli mascherati alla Prodi-Visco. Una manovra che scontenta quei pochi che ancora credevano nel PdL come Partito liberale. Adesso Alfano ha una chanche non indifferente. Tremonti, al quale bisogna dare atto di essere, nel bene e nel male, l’unico Politico italiano che ha ben chiaro cosa fare mentre tutti gli altri improvvisano, è alle corde. Adesso faccia sentire la sua influenza di Ministro e soprattutto di Leader del PdL. La manovra può essere cambiata, ed in alcuni punti radicalmente. Sarebbe un bene provarci.

Bookmark and Share
Explore posts in the same categories: Italia

9 commenti su “Alfa e Omega”


  1. Non scherziamo: il Centro-Sinistra ha Governato dal 93′ al 2001 (con l’eccezione di 4-5 Mesi) e dal 2006 al 2008. In più in tutti questi anni fino al 2009-2010 ha Governato circa il 60-70% delle Amministrazioni Locali. Non fate le verginelle…

  2. Nexus Says:

    Sappiamo tutti come è Tremonti, e non si può cambiare.
    Io auspico che berlusconi riesca a domarlo, che prenda la situazione in pugno, che si imponga perchè è lui che abbiamo eletto, ed è lui che deve influire sull’azione di Governo.
    Mi sta a cuore la riforma fiscale, credo a tutti i sostenitori del centrodestra perchè l’economia è alla base di tutto. Senza crescita economica non ci sono soldi per niente, neanche per gli altri ministeri.
    La Banca d’Italia ha comunicato che la somma delle tre imposte dirette (Ire, Ires e Irap) rendono solo il 14,6% del PIL !!! Un dato così basso è incredibile e si spiega semplicemente con tutte le “scappatoie” legali per non pagare le tasse, tutte quelle leggi che servono ad erodere ed eludere le tasse. Se si aboliscono tutte le norme che prevedono questo, e si mette un’aliquota unica del 20% uguale per tutti, finisce che lo Stato incassa più soldi, i poveri ed i benestanti pagano meno tasse ed i ricchi di più, rispetto ad oggi. Senza calcolare l’enorme stimolo all’economia, alla crescita e i posti di lavoro che si creerebbero.
    Se poi ci mettiamo tagli alla spesa pubblica siamo ancora più tranquilli.
    Tutte cose che Tremonti non farebbe mai, ci vuole la mano di Berlusconi.

    Scrive Giannino: “Sulla riforma fiscale, ho poco da aggiungere. Tremonti l’ha in testa. Ma al cittadino che ha poco tempo, e lo sente dire che dalle centinaia di deduzioni e detrazioni date oggi a casaccio si possono ricavare fino a 30 miliardi di euro per abbassare le imposte, penso sia ovvio venga come prima idea che se è vero bisogna farlo subito, e non aspettare la prossima campagna elettorale. E se sono i suoi colleghi di governo a non volere prima delle elezioni levare le deduzioni chi oggi ne gode e non le merita, allora il problema sta nel manico e cioè in chi lo guida, il governo. Quanto a me, aver appreso due giorni fa che i 15 miliardi di minori deduzioni servono invce non a far diminuire il peso fiscale, e nemmeno a finanziare una riforma fiscale a invarianza di gettito, ma sono invece vincolati a copertura di maggior spese e ad assicurare l’ottenimento dell’azzeramento del deficit, ebbene dico che una riforma consimile delle deduzioni non la voglio, perché chi la pensa come me saprebbe farla meglio: cioè con meno spesa publica reale, e meno pressione fiscale reale”.

    • Nexus Says:

      Noi dobbiamo fare quella benedetta riforma fiscale per motivi di giustizia perché l’attuale sistema va contro chi produce, commercianti, artigiani, piccoli imprenditori, agricoltori, va contro il risparmio e gli investimenti. La dobbiamo fare perché se non riparte l’economia non ci sarà nessun risanamento dei conti, in quanto per risanarli è necessario aumentare il PIL. Infine la dobbiamo fare perché agli elettori del centrodestra non importa nulla di Ruby e del bunga-bunga, ma dell’economia si, e le elezioni sono tra 18 mesi !

    • andrea Says:

      Tremonti non ha messo mano alla spesa sociale???….Tutte cose che Tremonti non farebbe mai?????
      Berlusconi ha mai condotto una politica antievasione fiscale???
      Fare grandi opere pubbliche “pubbliche” a debito, (tav, Milano espo) gestione di infrastrutture pubbliche ai privati e annesse concessioni a titolo di obolo)..il debito è diventato un sistema, praticato a destra e a sinistra ( antiche definizioni partitiche che non esistono più, esistono solo i “capitani coraggiosi” che stanno affossando il paese)…L’Italia è in cammino verso il fallimento, destra e/0 sinistra faranno (lo stanno già facendo) pagare il prezzo alla casta della gleba…mentre NEXUS continuerà a masturbarsi con orribili surrogati

      • Nexus Says:

        Si, la lotta all’evasione fiscale l’hanno fatta, e con ottimi risultati grazie alla guardia di finanza. Ma insisto nel dire che l’evasione è una pratica sovrastimata, mentre l’erosione della base imponibile e l’elusione fiscale sono metodi legali per non pagare le tasse. Questo spiega perché alcuni parlamentari denuncino nella dichiarazione dei redditi meno soldi del loro stipendio di parlamentari. Molti, quelli che hanno attività extraparlamentari, ad anni alterni denunciano poche migliaia di euro o centinaia di migliaia. E’ una pratica legale che riguarda tantissimi italiani. Per il bene dell’Italia e della giustizia tributaria bisognerebbe abolire le scappatoie e mettere la flat tax uguale per tutti.

      • Andrea Says:

        anche se TUTTI gli italiani pagassero le tasse piu’ del dovuto il “sistema debito” non subirebbe nessun rallentamento…la fine è cominciata nel 1993…oggi stiamo raccogliendo i frutti dei malefici decisi in quel periodo. Il liberismo capital finanziario ha stritolato gli stati conducendoli al baratro. Le concessioni pubbliche ai privati (banche, spa della globalizzazione) al fine di impedire agli stati un proprio gettito fiscale, la banca di emissione sovranazionale, la politica fiscale e la produzione relegate a strategie di sviluppo globale, ha reso vano persino al contribuente più ligio pagare per il bene comune qualunque balzello. Le destre ( elettori che delegano in bianco ..come la storia ….(studiare le origini del fascismo) e la quotidianità insegnano) insistono (per troppa poca conoscenza dei fatti) a credere che esistono “finanziarie di destra e finanziarie di sinistra….NON SANNO (poveri tapini) CHE IL “SISTEMA DEBITO” ESIGE IL SANGUE E AFFONDA i denti nella carne….del popolo della gleba, incluso ovviamente anche lo storico disinformato, delegante, qualunquista, truffaiolo, (berlusconi piace a loro per questo motivo) elettore delle destre …sociali e/o finanziarie

  3. andrea Says:

    Tremonti è…dolce ma amaro, allegro ma triste, generoso ma avaro…insomma un inno all’ossimoro…brava torre, potresti trovare un impiego come equilibrista presso qualche circo ..poi… tutte quelle stupidate che hai scritto sono da RIDERE…sono 20 anni che Berlusconi è al governo e ancora con la storia dei problemi ereditati dai precedenti governi…

    • Nexus Says:

      Silvio governa da 20 anni ? Non c’è neanche in politica da 20 anni.
      Da quando c’è la cosiddetta seconda Repubblica, ha governato 8 anni e mezzo in tutto, compresi gli 8 mesi del ’94.
      La sinistra ha governato 8 anni e qualche mese, compreso il governo Dini sostenuto anche dalla Lega.

      • andrea Says:

        consiglio a Nexs una normalissima calcolatrice…servirà a fargli comprendere che Berlusconi ha sempre governato, per il semplice fatto che gli “altri” hanno sempre terminato la legislatura dopo pochi mesi…quindi berlusconi sta governando da 20 anni circa, troppo tempo senza mai combinare nulla di positivo, tranne la cura dei propri interessi, ovviamente


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: