Solidarietà alla porno-segretaria del PD

_________________________________________________________________________________________________

Sputtanata in tutta Italia solo perchè ha commesso il reato più grave di tutti. Quale? Aver messo in difficoltà Il Partito Democratico (cosa avevate capito?). La ragazza paga sulla sua pelle il delirante cortocircuito porno-politico nel quale il PD e la giostra mediatico-giudiziaria di Repubblica, Rai3 e Tribunale di Milano, vorrebbe fare precipitare l’intero Paese…

________________________________________________________________________________________________

Più che “E’ venuto a saperlo mia madre” il Porno-Reality Show involontario della povera segretaria della Sezione del PD di San Miniato dovrebbe intitolarsi “E’ venuto a saperlo Bersani”. Segretaria e dirigente di una Sezione dei Democratici di giorno, ed attrice in films Porno nel tempo libero. Che c’azzecca, direbbe qualcuno. Infatti, anche stavolta, non capiamo di cosa ci si debba scandalizzare, a parte la solita ipocrisia del Centro-Sinistra.

Prima le battute, visto che oramai di questa politica si può soprattutto ridere. Una ragazza giovane, bella, preparata, colta e molto intelligente e perdipiù molto disinibita. Nel PdL avrebbe sicuramente fatto carriera, sghignazza qualcuno. A forza di Gay-Pride e di Sessuofobia, una ragazza di Sinistra che vuole farsi una semplice  t*****ta, alla fine sbrocca e si dà direttamente al porno. Aggiunge qualcun’altro. Siamo fatti così…

Allora spieghiamo bene una cosa. Il “porno” è una attività legale. Chiunque navighi in Internet sa che più della metà dell’offerta del Web è appunto pornografia. Tutto il mondo della comunicazione a qualsiasi livello è in pratica dominato dalla pornografia occulta. Pubblicità, films, eventi. Negli USA gli attori porno sono delle celebrità al pari degli attori Hollywoodiani o dello Sport, non ultimo il nostro Rocco Siffredi, ed in tutto il Mondo l’industria dell’Hard supera in affari qualsiasi altra attività lecita o illecità. Insomma, a parte gli imbarazzi e la doverosa intimità nel fare o consumare questi “prodotti”, non c’è nulla di male. Anzi, è una industria florida, globalizzata, multiculturale, assolutamente democratica.

Qui l’unica cosa che davvero fa sorridere è il neo bacchettonismo del PD e della nostra Sinistra. Era facile agitare il valore della “moralità” per colpire i propri avversari politici. Adesso l’Opposizione scopre, con terrore, che anche alle persone di Sinistra piace scopare. E non solo agli uomini. Addirittura anche alle donne. Anche, ed è questa la notizia più allarmante per il Partito Democratico, alle donne giovani, preparate, colte ed intelligenti. Nemmeno essere laureate salva le donne dai propri bassi istinti sessuali e, soprattutto, non ne compromette automaticamente le virtù civiche, politiche, perfino “morali”. Nei corridoi del Partito Democratico si sarà sentito più di un tonfo…

Innanzitutto la ragazza è stata invitata ad allontanarsi. Bene e poi? Faremo commissariare la Sezione da Rosy Bindi? Oppure nel PD al momento dell’iscrizione si chiederà ai nuovi militanti non solo di non aderire alla massoneria (ed anche su questo c’è stato ampiamente da ridere) , ma di non guardare film porno, di fare l’amore solo se sposati e magari solo un giorno a settimana? Una storiella di Provincia, che come tale andava trattata divenuta invece lo specchio dell’ipocrisia del Partito Democratico che ha gestito la cosa in modo cialtronesco ed offensivo per la dignità e la privacy di questa persona…ascoltate le parole ridicole e vergognose del Governatore della Regione Toscana…

Berlinguer indicava come modello femminile Santa Maria Goretti, mi sembra che di tempo ne sia passato molto.Una persona che fa politica dovrebbe evitare di esporsi così in filmini che poi girano per il paese. Però è una scelta che ha fatto liberamente, mi dicono che sia una brava ragazza, studiosa.  Speriamo solo, rispetto ad altre vicende che hanno attratto l’attenzione del Paese ultimamente, di non aver fatto una brutta figura

Ecco la colpa. Aver fatto fare una brutta figura al Partito. (E noi che pensavamo che dopo il Caso Marrazzo il PD avesse capito lo squallore della Politica giocata sulla Privacy delle persone!Evidentemente non c’è limite alla sinistra ipocrisia!). E questo sarebbe un Governatore “democratico“? Non si preoccupi, Governatore, la brutta figura il suo  Partito l’ha già fatta e dai tempi di Berlinguer (compreso) perchè in una società moderna chi fa Politica non deve per forza andare a letto presto dopo aver recitato il Rosario o memorizzato Il Capitale, ma dimostrare semmai di saper amministrare e governare. Ed in questo proprio il PD non può dare lezioni a nessuno, nemmeno alla povera ex-segretaria, figuriamoci agli altri a cui Lei,  il “Governatore”, cialtronescamente, alludeva…

Bookmark and Share
Advertisements
Explore posts in the same categories: Italia

7 commenti su “Solidarietà alla porno-segretaria del PD”

  1. fabio Says:

    hahahahaha poveri sinistronzi, non ha fatto nulla non ha coinvolto nessuno tranne se stessa, infatti l’ho scrittta io la lettera pubblica assieme ad un compagno di partito, dove chiedeva le dimissioni del governo avvalendosi dello slogan di indignata, fra puttane, trans, strupatori seriali, gaypolitica e gaypride venite a fare la morale agli altri, meno male e meno male che in questi vent’anni Berlusconi ha fatto da scudo al male in ogni sua forma e depravazione. Qualche anno fa eravate per strada contro ogni proibizionismo, sesso libero e libero amore, aborto, ru 486, droga libera, il corpo è mio e lo gestisco io, col dito col dito…e ora fanno i moralisti. Grazie Berlusconi.

  2. andrea Says:

    L’unica colpa che miseramente sta portando il PDMENOELLE al ridicolo, forse all’inutilità è il SERVILISMO VERSO BERLUSCONI…senza il PDMENOELLE berlusconi starebbe in GALERA…le cose da puttanazze lasciatele a berlusconi fede mora, Garfagna, Brambilla ecc altro che filmetti porno dei pdellinimenoelle

    • Nexus Says:

      Sei ridotto a fare chiacchiere di basso livello contro la brava Carfagna (C, non G) e la Brambilla.


  3. L’articolo è troppo lungo già così. Avrei dovuto aggiungere molte altre parti. Tipo che anche organizzare una festa a casa propria non è illegale, così come non c’è nulla di male a provarci con una ragazza e portarsela a letto anche solo per fare sesso. Cercare del torbido in comportamenti umani magari discutibili, ma assolutamente leciti è la vera oscenità. Il Tribunale di Milano, come il Governatore della Toscana esprimono invece vera pornografia…

  4. rmf Says:

    Complimenti! L’analisi più intelligente sulla vicenda che si sia letta in giro

  5. Nexus Says:

    In questi 2 anni il PD si è fatto la fama di partito etico, sempre pronto a dire agli italiani, ma soprattutto alle italiane, come devono vivere.
    E’ passato il concetto che se una donna ha una vita trasgressiva o perlomeno non allineata con quella di Prodi allora vuol dire che è una poco di buono. Nei casi peggiori una bella donna in politica la considerano per forza una zoccola o una poco intelligente, una che non merita la poltrona in cui siede.


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: