Prime conseguenze della “sconfitta” del PdL: Ronchi lascia Fli e Scalfari attacca il Sindaco Renzi…

______________________________________________________________________________________________

Come Volevasi Dimostrare, la Vittoria di Pirro ottenuta al Primo Turno della Amministrative del 2011 fa venire a galla tutte le contraddizioni del Centro-Sinistra mentre costringe il PdL e la Lega Nord al buonsenso. L’Opposizione si dimostra  una non-alternativa estremista mentre la Maggioranza è costretta dagli elettori a ritrovare la bussola delle riforme e del pragmatismo…

____________________________________________________________________________________________

Ma chi diavolo è questo Renzi? Solo un “buon” Sindaco di Firenze. Bontà sua. Renzi si inchini e ringrazi Barbapapà. Certo, “non ho capito cosa vuole”. Traduzione: è un rompicoglioni che si permette di criticare Il Partito. Sicuramente “non è una mosca fastidiosa”. Che Renzi ancora una volta ringrazi: per Scalfari non è un Insetto, forse un Mammifero, ma a patto che la smetta di criticare questo centro-Sinistra e soprattutto Bersani-D’Alema. Renzi avvisato, mezzo salvato. Troppe critiche al PD, troppo poco antiberlusconiano, troppo moderato.

Fli sprizza felicità da tutti i pori: non fa niente aver preso percentuali da prefisso telefonico, e fa nulla essere stati superati da Grillo e perfino dal Partito dei Pensionati. L’importante è che Berlusconi perda. A costo di votare per i Comunisti o per i Giustizialisti alla De Magistris elevati per l’occasione a “Paladini della Legalità”. Infatti gente di Destra, come Ronchi, sta seriamente pensando di lascire questo aborto fasciocomunista chiamato Futuro e Libertà. Bocchino è raggiante: alla fine rimarrà solo lui. Lui e Fini più le rispettive famiglie al netto dei divorzi e delle separazioni ma con l’apporto fondamentale dei cognati e delle suocere, ovvero la somma dei voti di Fli (più le 50 preferenze di Granata e le 6 di Filippo Rossi)…

Certo che questasconfitta del PdL ne riserverà di sorprese, e siamo solo all’inizio…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

15 commenti su “Prime conseguenze della “sconfitta” del PdL: Ronchi lascia Fli e Scalfari attacca il Sindaco Renzi…”

  1. cesio137 Says:

    Articolo di merda, come del resto il blog ed il suo squallido autore. Pidocchi..

  2. Nexus Says:

    Per me un monopolio pubblico è egualmente sbagliato come un monopolio privato.
    Voglio che la gestione degli acquedotti urbani venga affidata con gara d’appalto, aggiudicando la gestione all’offerta più vantaggiosa e con più qualità.
    I beni pubblici non si privatizzano ? L’acqua non si può privatizzare, è impossibile; la gestione degli acquedotti si !
    Col tuo ragionamento allora anche il grano e il riso, beni essenziali, dovrebbero essere prodotti dallo Stato.

  3. Michele Castagnozzi Says:

    Mi permetto di sottolineare la maniera con la quale l’autore di questo articolo cerca di comunicare il suo pensiero. “Barbapapà”, “rompicoglioni”, “famiglie al netto dei divorzi e delle separazioni” ecc. sono quanto di meglio l’autore possa esprimere poiché non in grado di confrontarsi con una realtà: la destra in queste elezioni ha perso. Se mi ricordo bene, il signor berlusconi non smette di ripetere in ogni occasione che il “popolo è sovrano” e allora mi domando: ma è sovrano solo quando vota la destra o vale anche quando vota la sinistra?

    • Nexus Says:

      Lo sa bene che il popolo è sovrano, e non c’è nessuno in occidente che sia più grato al popolo di Berlusconi, che è il politico più longevo in assoluto con il maggior numero di vittorie elettorali.

      • Michele Castagnozzi Says:

        non ho alcun dubbio sul fatto che lui sia grato al popolo, almeno fino a quando vince. Il punto non è la sua longevità ma è la qualità del prodotto finale. Si guardi intorno, provi a osservare le cose da angolazioni differenti e poi mi dica se il suo giudizio finale sarà lo stesso.

      • Nexus Says:

        Per il giudizio finale, aspetto appunto la fine della legislatura. Ma in genere uno che non piace o che ha fatto male, non viene rieletto.

  4. Andrea Says:

    Scalfari è uno dei fondatori del PD, Renzi un inconcludente matricolato…Almeno quelli della “sinistra” se le dicono in faccia, sono esonerati dal mettersi a 90° in fila indiana nell’attesa che il capo del partito azienda gli faccia il bunga bunga

    • Nexus Says:

      Evidentemente non leggi i giornali e gli interventi dei politici e dei giornalisti vicini al PDL, perchè in questi giorni sono zeppi di autocritiche e proposte.

      • Andrea Says:

        INFATTI..ho apprezzato molto la profonda analisi di Capezzone, la rettezza morale di Verdini, e i pugni sul tavolo di Cicchitto…eppure qualcosa mi dice (corsi e ricorsi nell’area della destra) che a buttare IL Mussolini giu’ dalla finestra del palazzo in futuro, siano anche questi signori dal….. profondo senso critico

      • Nexus Says:

        Non ti impedisco di sognare.


  5. Spero che Ronche e urso lascino ora e non poi. Proprio per gli stessi motivi che hai ben espresso tu: pur di andare contro Berlusconi Fli è pronta a votare contro un provvedimento preso da un suo esponente!!!! Da manicomio!!!!

  6. Nexus Says:

    Ronchi. Lui è l’autore principale di una delle poche leggi liberiste approvate dal parlamento: quella che si prefigge di abbattere il monopolio pubblico delle gestione degli acquedotti, portando così ad un regime di concorrenza. Insomma il problema non è pubblico contro privato, ma monopolio contro concorrenza.
    Cosa hanno intenzione di fare quelli di FLI per il 12 giugno, quando ci sarà il referendum a favore del monopolio pubblico ? Pur di fare torto a Berlusconi e abolire il “legittimo impedimento”, Bocchino e Granata diranno di andare a votare, schierandosi così anche contro Ronchi e la sua legge ?
    Non so se i delusi e bipolaristi di FLI usciranno adesso, ma di certo ci saranno numerose altre occasioni in futuro.

    • Andrea Says:

      Ronchi superman, povero cristo, ha solo recepito (fottendosene del parere degli italiani) un trattato internazionale (instanbul 2009) che mira a privatizzare un BENE COLLETTIVO….urge privatizzare, ulteriori introiti per i partiti. Fa senso sentir parlare di liberismo uno che sostiene un partito (PDL) interessato a tradurre in soldoni le concessioni statali…QUESTI “LIBERISTI”..assistiti

      • Nexus Says:

        Se leggi i miei commenti, saprai che sono sempre critico da questo punto di vista, e auspico che i liberisti e i liberali del PDL, che non sono pochi, tornino a farsi sentire uscendo dal letargo.

        Anche tu usi la parola “privatizzare” in maniera ideologica, non capisci che il fine è la concorrenza.
        Il tuo ragionamento porta al monopolio pubblico di tutto, cibo, servizi etc..

      • Andrea Says:

        I beni pubblici non si privatizzano, per tutto il resto poco me ne importa
        Se ancora credi che le privatizzazioni in Italia abbiano portato benefici per l’utente ti dico solo che questo è un tuo problema. Trovi normale che le autostrade (pagate dagli italiani, l’acqua i telefoni la corrente elettrica) siano quotate in borsa? Se intendi TU fare l’agnello pasquale è problema TUO…forse hai qualche minuto interesse in materia???


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: