Quant’è strano Libertiamo…

______________________________________________________________________________________________

Abolizione del Valore Legale dei Titoli di Studio….ma un qualsiasi suo “autorevole” articolista ci tiene a pubblicare un Curriculum tanto lungo quanto improbabile…persino un suo giovanissimo articolista si presenta come un quarantenne…

_______________________________________________________________________________________________

“19 anni, ascolano, diplomato al liceo linguistico e frequentante il primo anno del corso di laurea in Economia, in lingua inglese, presso l’università Bocconi. Ha frequentato il quarto anno di scuola superiore all’estero, negli Stati Uniti, dove ha frequentato classi di Communication, Mass Media e Introduction to Business, oltre a quelle di Governo e Costituzione Americana”

Minchia…in 19 anni hai fatto tutto questo e lo posti come Curriculum sul Web sul Sito “Libertiamo”? E questo sarebbe il Sito contrario al Valore Legale dei Titoli di Studio, firmato Benedetto Della Vedova? Adesso capiamo perchè è un finiano…

Carissimi: se uno ha qualche cosa da dire, la dice, nome e cognome (prima il nome e poi il cognome, mi raccomando)  ed accetta critiche ed elogi, non mette in bella evidenza Titoli (inesistenti o ridicoli) tanto per borbonicamente gonfiare il petto….

Questa è “Libertiamo” di Benedetto Della Vedova, ex-Radicale oggi finiano…fate voi…( tutto in rima)…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Cose Così

11 commenti su “Quant’è strano Libertiamo…”

  1. Andrea B. Says:

    Se tutto questo è invece la profondità di pensiero del sito “la torre normanna”, miiii …


    • miii cosa, chiarisci (se ne hai il coraggio)io ho solo sbugiardato un Sito che mentre vaneggia in liberale tratta in borbonico…

      • Andrea B. Says:

        Mamma mia … prendo un bel respiro, mi armo di coraggio e ti rispondo.
        Allora, il tuo punto di vista è sbagliato nel metodo e nel merito.

        Circa il metodo, credo che tu abbia capito il perchè: giudicare Libertiamo, Della Vedova, i finiani e tutto quanto vuoi prendere a bersaglio, semplicemente dalla presentazione di uno degli articolisti è sbagliato, quanto giudicare questo sito da questo solo ed unico post.
        Ma forse tu te ne rendi conto benissimo e sei in malafede, in quanto ti interessa attaccare “a prescindere” quelli che consideri i tuoi avversari politici.

        Entrando invece nel merito della questione da te sollevata, il valore legale dei titoli di studio, se pensi veramente quello che hai scritto, credo allora che tu abbia le idee un po’ confuse a riguardo.
        L’ obiettivo della sua abolizione è quello di evitare che una persona si possa nascondere dietro ad un pezzo di carta ed ottenere automaticamente qualcosa, semplicemente sventolando una “regia patente” ( borbonica, se preferisci ) su pergamena e bollo di ceralacca !
        Cosa assai diversa da quanto sopra è invece il presentarsi, dando una descrizione dei propri studi ed esperienze, poche o tante che siano … spetterà poi a chi ascolta valutare questa persona per quello che è e che ha fatto.
        Se poi vediamo il caso specifico, per essere un dicianovvenne, non ha proprio il background di una “scartina”.
        Saluti

  2. dgdgh Says:

    x andrea
    e non farmi parlare di tua madre…
    visto che ti piace insultare evidentemente ti piacerà anche essere insultato:
    sei un idiota corrotto e infame!

    èha molto senso dialogare con chi è di sx….si…

    • andrea Says:

      tirare in ballo madri padri e affini è tipico del livello intellettuale dell’adolescente..forse il mio interlocutore a giugno sosterrà gli esami di licenza media..in bocca al lupo

  3. Nexus Says:

    Sappiamo che in questi anni alcune riforme liberali sono rimaste solo sul programma di governo (soprattutto su quello del ’94 scritto da A.Martino). Ma non capisco come Della Vedova sia potuto andare con Fini, cioè colui che si è sempre opposto ad alcune di queste riforme.
    Berlusconi ha portato in parlamento più liberali di quanti non ne abbia portato il PLI nella sua storia.

    • andrea Says:

      Non so se Berlusconi abbia portato in parlamento tutti questi bei liberali che andate sbandierando, di una cosa sono certo, di quanti mafiosi, camorristi prostitute truffatori, corrotti, lacchè, e aSpiranti tali oggi è configurato questo governo . “Il fatto quotidiano” di oggi con estremo REALISMO scrive del GOVERNO DI GOMORRA.( roba da far riflettere financo il presidente firmatutto del QUI-RINALE”.

      P.S. sulle tanto declamate riforme ci sarebbe da discutere molto, indovinate quali riforme serie si possono fare con berlusconi ( PLURINQUISITO) che detta le condizioni

      • Van Halen Says:

        Concordo assolutamente
        Proprio lo stesso A. Martino è un Liberale
        con i controattributi ed è vero che il PdL lo ha portato in Parlamento ma a fare cosa ?
        Arredamento e basta !
        Se andiamo a rivedere quel famoso Programma Liberale stilato nel 1994 scritto dal sopra citato e vediamo cosa è stato realizzato fino ad ora rimaniamo di sasso …
        Questo è uno dei grandi inganni di Berlusconi: fare credere di essere l’Uomo Nuovo, il Profeta della
        Rivoluzione Liberale …
        Sono quasi 20 anni fa che campa su questa cosa e se qualcuno va a vedere chi è stato a realizzare le ultime Liberalizzazioni Economiche trova il Decreto Bersani del 2007
        Allora di cosa stiamo parlando ?
        Di propaganda e basta …
        Se dobbiamo valutare il “Governo del Fare” su quello che ha realmente fatto,
        valutiamolo per quanto ha ricordato andrea ovvero per la spropositata quantità di inquisiti e condannati ad ogni grado di giudizio che ha portato trasversalmente nelle Istituzioni …
        Questo secondo voi a chi gioverà ?
        Agli onesti cittadini che pagano sempre le tasse e rispettano la Legge oppure
        ad un altro genere di cittadini ?

        Inutile che i sostenitori di Berlusconi continuino a fare gli struzzi, fingendo di non vedere in cosa, il sopra citato, stia trasformando lo Stato Italiano …
        La sua posizione è indifendibile


      • Bellissimi i “commeni” di Van halen e di Andrea: siccome Berlusconi non è un liberale vero meglio votare per i comunisti o per i fascisti: da antologia della stupidità( secondo me) ecco il coglione-pensiero…pur di parlar male di Berlusconi non capiscono la merda che votano e che dicono…

  4. andrea Says:

    “Borbonicamente”…cosa vuol dire Borbonicamente? Mi ricorda tanto uno schech (non conosco l’inglese) di E. Montesano quando si avventurava in termini improvvisati e ardui alla propria comprensione..”mica lo so cosa vuor di….ma me piace e ce o metto”


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: