Rock in the Casbah

______________________________________________________________________________________________

La UE è in coma. La NATO è sull’orlo di una crisi di nervi. Gli USA se ne lavano le mani. L’ONU dimostra tutta la sua incompetenza. La Francia si ispira alla Legione Straniera. la Lega Araba ad Al Quaeda, ma non lo possono dire. Tutto l’Occidente subisce il Revival anni ’80 e pensa solo al Petrolio…che casino…

______________________________________________________________________________________________

Il fantasma di Ronald Raegan. L’unico che ha avuto finora le idee chiare rispetto a Muammar Gheddafi. Ma è stato troppo presto declassato ad icona dei poveri repubblicani. Noi siamo moderni, noi abbiamo Obama. E prima abbiamo avuto George Walker. Adesso speriamo che ci salvi Silvio. Nel frattempo dobbiamo pure sopportare la Legione Straniera francese e La Compagnie delle Indie inglese. Come sono “avanti” questi Paesi. La Germania si ritira. Il resto è in crisi. Che casino. Anni ’80…

Gheddafi ride. I suoi fedelissimi, un pò meno. Al Quaeda sicuramente si. Il grande risultato della Europa Unita e dalla Nato è questo. Rock in the Casbah. Ma non siamo più negli anni ’80. E la cosa più divertente è che in italia c’è pure chi è felice. Perchè “così Berlusconi è in difficoltà!“. Come definire questa categoria senza usare il termine “coglioni” è oggi un dubbio fugato dalla cronaca.

Insomma, Signori, siamo alla frutta, siamo alla fine. Siamo alle piccole rivincite ottocentesche tra Stati, siamo tra piccole rivendicazioni territoriali. I Mirage contro gli F16 e sullo sfondo gli Eurofighter. L’Eni, la Total e la BP. Siamo alla fine dell’Occidente. Unica vera prova di realismo? Lampedusa. Partiamo da lì, e poi vediamo…

 

 

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Mondo

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: