E’ stato solo un mirage…

______________________________________________________________________________________________

Comando delle Operazioni Militari alla NATO. Prevale la linea italiana e non quella francese. Ed è solo l’inizio. Adesso l’Italia, salvata la faccia, deve proseguire nella salvaguardia dei suoi interessi facendo valere il maggior peso diplomatico conquistato con anni di sacrifici del nostro Esercito in tutte le missioni ONU e NATO sostenute da tutti i nostri Governi. Riprende quota l’ipotesi Diplomatica…

______________________________________________________________________________________________

Se ci si avventura nel deserto senza le dovute cautele si rischia di lasciarci le penne. Lo sappiamo bene noi italiani che nel deserto libico abbiamo lasciato migliaia di caduti ed anche tutto il nostro valore (ma anche tutta la nostra vergogna) nazionale. Avrebbero dovuto saperlo anche i francesi che di deserti del Maghreb ne sanno quanto e più di noi. Almeno noi abbiamo fatto ammenda delle notre vergogne colonialiste. Gli altri ancora no, anzi ci hanno riprovato. Mounsieur le President ha voluto giocare sporco. Noi ci siamo rimasti malissimo, al punto che non faremo più il tifo per lui l’anno prossimo per le Presidenziali in Francia. Per noi lui è come Fini. Pur di riprendersi l’Eliseo e pur di prendersi il petrolio libico ha distrutto la UE e la NATO che faticheranno a riprendersi dopo questo colpo. Pur di abbattere Berlusconi voleva distruggere il Centro-Destra.

Non a caso, per un mirage, è diventato un idolo della nostra Opposizione. Adesso il comando delle operazioni passa alla NATO in tutto e per tutto. Logico aspettarsi altri distinguo ed altri colpi bassi dal Raìs di Parigi. Ma ancora una volta è palese la superiorità diplomatica dell’Italia conquistata attraverso anni di sostegno, spesso sopportazione, delle politiche della NATO e dell’ONU oltre che della UE, attraverso una fitta rete di rapporti diplomatici spesso denigrati e derisi, come quello con la Russia e con la Turchia oltre che quello privilegiato con gli USA. Gli altri, invece, hanno dimostrato che più spesso di noi, amano farsi gli sporchi affari loro. Bene, NONOSTANTE la nostra attuale Opposizione, l’Italia conta ancora qualcosa ed è bene che nel suo piccolo si faccia valere…niente paura, la battaglia non è ancora finita, ma calmatevi tutti, fin’ora si è trattato solo di un mirage

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Cose Così

2 commenti su “E’ stato solo un mirage…”

  1. Nexus Says:

    Il premier turco Recep Tayyip Erdogan dopo la decisione di affidare la missione militare alla Nato: “Trovo positivo che la Francia cominci ad essere ai margini, soprattutto in Libia”, ha aggiunto.
    Secondo me Sarkozy è voluto intervenire anche per l’ambizione di farsi bello davanti ai francesi in vista dei francesi (adesso è ultimo nei sondaggi), ma andando avanti così causerà incidenti diplomatici a raffica, che sicuramente non gli faranno molto bene.

  2. Nexus Says:

    Adesso i francesi si stanno inventando la “no drive zone” !!!
    Ogni giorno ce ne è una nuova, che dicano subito quale è la loro strategia invece di farcela apprendere giorno per giorno.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: