Il Raìs di Parigi

______________________________________________________________________________________________

Cresce il fronte degli scettici in Italia ma anche in Europa e nel resto del Mondo. Questo pasticcio potrebbe essere un boomerang per Sarkozy e per Obama, mentre Cameron si è già sfilato. Un qualsiasi intervento militare dell’Occidente deve apparire oltre che essere a favore della Democrazia. La Guerra di Sarkò si mostra impietosamente per quello che è mettendo a rischio non solo l’Italia ed i suoi legittimi interessi, ma tutta la UE…

__________________________________________________________________________________

Apparire oltre che essere imparziali. Si dice per i Magistrati, che invece spesso non solo sono, ma non si vergognano di dimostrare tutta la loro partigianeria. Stesso discorso per la politica estera di quasi tutti i paesi europei con il caso eclatante della Guerra di Sarkò alla Libia. Appare per quello che è: una guerra personale del Presidente per la riconferma all’Eliseo ed una guerra della Total all’Eni. Inutili altri giri di parole come sono inutili le giustificazioni pelose ed un pò ridicole che arrivano da Parigi.

Noi in tempi non sospetti, molto tempo fa, chiedemmo alla UE di non essere ipocrita e di aiutare Gheddafi. Non perchè ci piace il Colonnello, ma per aiutare il Raìs di Tripoli a rimanere quello che è diventato. Un alleato dell’Occidente, e un argine contro il terrorismo islamico e l’immigrazione clandestina. Le ragioni per cui sostenevamo quella linea così apparentemente imbarazzante sono oggi sotto gli occhi di tutti gli sprovveduti che con troppa faciloneria si esaltavano per le “rivolte” dei Paesi arabi. Se anche qui non vige la censura e la disinformazione di Al Jazeera e di Al Arabya penso che se ne possa parlare apertamente.

In Libia non c’è nessuna rivolta di tutto il popolo, ma una rivolta di alcune tribù contro il Regime di Gheddafi. In Libia la maggioranza dell’Esercito, della Società e della popolazione è rimasta fedele al Colonnello o assolutamente neutrale. I rivoltosi, sono comunque una minoranza. Esattamente il contrario di quello che è avvenuto in Egitto ed in Tunisia, sebbene i dubbi ci siano anche per quei Paesi. Nessuno può affermare il contrario al netto delle ragioni giuste o sbagliate delle fazioni che si contrappongono. In Libia a rigor di logica bisognava muoversi con ancora più cautela e soprattutto con una poderosa azione diplomatica dei singoli Paesi , della UE e dell’ONU. Si è scelto di fare esattamente l’opposto. Strano davvero.

Da Mesi c’è una campagna mediatica concentrata sulla scandalosa amicizia tra Italia e Libia, tra Berlusconi e Gheddafi. Da mesi in Francia ed in Gran Bretagna si fa passare l’idea che il Cavaliere sia l’unico amico del Raìs. Ci spieghino i denigratori del Premier italiano, compatrioti e non, se è più grave farsi pagare la Campagna Elettorale da Gheddafi (Sarkozy), liberare un terrorista libico che ha ucciso più di 270 persone (Brown-Cameron) o accogliere Gheddafi a Roma con tutti gli onori baciamano compreso. Strano, perfino per chi è abituato al circo dell’antiberlusconismo.

Poi si scopre che agenti segreti e militari inglesi da settimane erano in Libia per armare ed addestrare i futuri insorti, che la Francia ha iniziato i raid aerei senza nemmeno avvisare non Roma, ma Washington, che la tv francese esalta le mirabolanti imprese del suo novello Napoleone mostrando le immagini di Bengasi che sventola il tricolore transalpino. Si registra che la Francia si autoproclama liberatrice dei libici, che non ne vuole sapere di NATO o di altri comandi che non sia il loro e che, oltretutto, i clandestini sono un affare dell’Italia.

Le proteste italiane, oltre ad essere tardive, sono addirittura troppo deboli. La decisione per il Governo italiano, e per tutta l’Italia, anche quella di Sinistra, è se conviene a tutti noi sostituire il Raìs di Tripoli con il Raìs di Parigi. facciamoci due conti. La Libia era uno Stato terrorista, la Francia li ha sempre ospitati i terroristi e ne ospita tutt’ora. Gheddafi ci ha fatto fare vantaggiosissimi affari, Sarkozy ci farà chiudere tante imprese. Il Raìs di Tripoli ha bloccato gli sbarchi di immigrati, il Raìs di Parigi sta causando una invasione di profughi in Italia. Chissà perchè, ma tra questi due personaggi scomodi, secondo me all’ Italia faceva più comodo il primo.

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Mondo

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: