Piccolo esempio di sciacallaggio Nucleare

______________________________________________________________________________________________

Antonio Di Pietro, ospite ieri sera da Vespa, dice di smetterla con il chiamare “sciacalli” gli antinuclearisti come lui perchè non stanno affatto speculando sulla tragedia giapponese. Benissimo. Peccato che si smentisce da solo cinque minuti dopo…

______________________________________________________________________________________________

Basta chiamarli “sciacalli”. Ha ragione Antonio Di Pietro ospite ieri sera a Porta a Porta (a proposito, ma non aveva detto che non ci sarebbe andato più?). Le loro ragioni antinucleariste sono pure poichè la raccolta delle firme per il Referendum antinuclearista è cominciata in tempi non sospetti molti Mesi fa. Ha ragione. Il Ministro Romani concorda su questo ed apprezza che si possa parlare di questo argomento senza strumentalizzazioni di sorta. Tutto bene allora? Certo, come no…

Infatti conque minuti dopo, il Ministro ricorda a tutti che il Giappone ha subito un Terremoto del 9 Grado Richter, che  è una superpotenza Nucleare, che non ha nessuna intenzione di rinunciare alle sue Centrali Nucleari, che quella con difficoltà è la più vecchia e nonostante tutto ha resistito.

Risponde Di Pietro…“ma come si fa a parlare così con 15.000 morti appena accertati!”. Appunto. Niente sciacallaggio. Qualcuno spieghi a Di Pietro che i 15.000 morti li ha fatti il Terremoto e soprattutto lo Tsunami, non il Nucleare. Niente sciacallaggio, come no…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Cose Così

12 commenti su “Piccolo esempio di sciacallaggio Nucleare”


  1. Per cesio137. Io vivo dove sono abbondanti le DISCARICHE ABUSIVE del tuo caro Pecoraro Scanio. Tu sei ridicolo quanto e più del pluri-pregiudicato- prescritto Travaglio…se hai argomenti rispondi, ma visto che non ne hai (come il coglione Travaglio) continua pure così: sei l’esempio che cercavo per dimostrare la correttezza delle mie opinioni di questo Blog di Buon Senso…

  2. Nexus Says:

    Gli oppositori al nucleare non argomentano mai, non studiano e non si informano neppure.

  3. Nexus Says:

    Ecco un altro !
    Ti invito a dire quanti reattori di generazione III o III + giapponesi sono fuori uso con relativi danni a causa del terremoto o dello tsunami. NESSUNO !
    I nostri ipotetici futuri reattori sono l’ EPR francese e l’Ap1000 Westinghouse americano.
    Questi reattori hanno sistemi di sicurezza attiva per prevenire incidenti, e passiva per eliminare pericoli in caso assurdo di fusione.
    Un meteorite che si schianta sulla terra è più preoccupante.
    Le nuove centrali nucleari sono completamente diverse, inutile fare speculazioni con reattori di 50 anni fa come quello di Fukushima.
    Fa bene la Merkel a chiudere quelli vecchi.
    Per l’ironia della sorte i giapponesi risponderanno a questo incidente con 10 nuovi reattori in costruzione o progettazione, noi meno pragmatici speriamo SOLO nel sole e vento che sono presenti meno del 50% dell’anno !
    Brasile e USA oggi ci hanno fatto sapere che prendono questo inconveniente causato dallo tsunami (il terremoto non gli ha fatto un baffo) come “esperienza”, e sono fiduciosi per le loro future centrali.
    Ci sono svariate decine di reattori in costruzione e progettazione nel mondo, anche in Cina e India perchè con quella popolazione sono costretti, li alla favoletta di puntare SOLO sulle pale eoliche per 2 MILIARDI di persone non crede nessuno e il petrolio è impensabile che possa soddisfare le sempre più grandi esigenze di quei due grandi Paesi, per non parlare della CO2 che liberano nell’atmosfera (al contrario delle centrali termo nucleari).
    I 10.000 minimo morti e i 15.000 ipotetici dispersi li ha fatti lo tsunami e il terremoto, non la vecchia centrale nucleare.
    Preoccupatevi dei colpi di sonno al volante, che nelle strade fanno centinaia di morti all’anno nel mondo !

  4. Cesio137 Says:

    Il biglietto di sola andata Milano – Fukushima te lo pago io. Arrivato fatti una sniffata a pieni polmoni.

    I crisantemi te li porto io, ridendo.


    • Io ridendo ti invito a Viggiano in Basilicata a respirare a pieni polmoni davanti al Centro Oli. Inoltre ti invito ad andare nelle zone devastate del Giappone a verificare di persona le dighe, le centrali elettriche, petrolifere e quantaltro distrutte ed INQUINANTI molto più della Centrale Nucleare di Fuckushima. Meno cazzate, meno grillo e Travaglio, più concretezza, please…

      • andrea Says:

        Poverini i sostenitori del nucleare (e non hanno ancora sniffato radiazioni…figuriamoci…) credono che le radiazioni fanno bene alla salute e le scorie radioattive concime per le coltivazioni biologiche.
        Gli Omar Simpson dell’atomo

      • cesio137 Says:

        Avanti tutta col nucleare dunque… ok allora vivici tu in prossimità di una “sicurissima” centrale. Per verificare la tua coerenza le scorie poi le interro personalmente in giardino dove i tuoi figli giocano, contento ? Non azzardarti a citare Travaglio : sei ridicolo. Complimenti (si fa per dire) per la demagogia e il qualunquismo berlusconiano di questo blog.

      • Nexus Says:

        Io vivo proprio nella città che da un paio d’anni viene inserita tra le possibili dagli “esperti” e che sono state pubblicate mesi fa.
        E sarei orgoglioso se la mettessero quì !


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: