Il vero Censore è Roberto Saviano…

______________________________________________________________________________________________

Guai a criticare Roberto Saviano. Ne sanno qualcosa Luca e Paolo. Guai a criticare le bizzarre opinioni di politica-economica che il “messia” espone su Gomorra, guai a sottolineare che sembra paradossale addossare la colpa dell’ndrangheta o della monnezza al Nord Italia. Guai a criticare la bislacca azione giudiziaria del Tribunale di Milano. Si rischia grosso, si rischia di essere accusati di voler “censurare” il guru della Sinistra. Quando non ti accusano di essere camorrista…

____________________________________________________________________________________________

Oramai Roberto Saviano è un classico personaggio della Sinistra italiana. Ne incarna tutte le caratteristiche e le contraddizioni, a partire dal presenzialismo mediatico. Come tutti i Leader televisivi della Sinistra il nostro Roberto sta sempre in televisione, viene sempre intervistato da qualcuno, quotidianamente rilascia perle di saggezza anche non richieste e sempre con lo stesso sottotitolo inventato da Sandro Curzi un venntennio fa: “mi vogliono censurare”.

Rassegnamoci: noi poveri simpatizzanti di Centro-Destra ragioniamo in modo troppo semplice per riuscire a capire come si a fa a parlare dalla mattina alla sera, dappertutto, ad ogni ora, su ogni argomento, denunciando al contempo di subire “censure”. Un pò come andare in piazza a denunciare il Regime che minaccia la Libertà di Informazione, ma in diretta televisiva. Noi avevamo già criticato i sermoni del Lunedì sera di Saviano, che per quanto interessanti erano troppo politicizzati e faziosi. Ci sembra però che lo scrittore stia addirittura peggiorando.

Diciamocelo, Roberto cerca, chiede quasi invoca la “censura” da parte di qualcuno, perchè anela al martirio. Un pò, appunto, come Sandro Curzi ai bei tempi di Telekabul. Un pò come Santoro che è l’unico fin’ora a cui è riuscito questo giochetto. Sono più di vent’anni che sta in televisione, Mediaset compresa, ma da vent’anni dice di subire censure. Il problema è che questi non li censura nessuno, anche perchè, come spesso ripete il Cavaliere, grazie alla loro estrema faziosità il PdL guadagna voti anzichè perderli.

Adesso Saviano attacca gratuitamente Marina Berlusconi, rea di averlo criticato. Una critica a Saviano equivale a censura, questo il loro bislacco ragionamento. Fortunatamente la signora risponde per le rime

«Ma criticare non vuol dire censurare e l’unica contraddizione che vedo è quella di Saviano: rivendica giustamente per sé la sacrosanta libertà di parola e di critica che pare però non riconoscere ad altri».

Appunto. Allora ci chiediamo chi sia il vero censore. Chi dalla mattina alla sera può dire quello che vuole o chi rischia, osando non essere d’accordo con Saviano, di venire additato nella pubblica piazza come un “censore”, un meschino arruolato nella “Macchina del Fango” ? Essere preso di mira dagli squadristi viola, quando va bene. Quando va male, o se sei meridionale, ti accusano perfino di essere “colluso” o “camorrista”. Certo, è una censura subdola, indiretta, e per questo stesso motivo più pericolosa, perchè reale…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

3 commenti su “Il vero Censore è Roberto Saviano…”

  1. Nexus Says:

    “Saviano SANTO! Lui si che è il nostro faro e la nostra guida illuminata, onesta, integerrima e disinteressata. PARE che già si segnalino miracoli operati per sua intercessione: una donna che soffriva di allucinazioni diaboliche, dopo essere stata visitata in sogno da Saviano è improvvisamente rinsavita e ora vende santini di Saviano fuori dal tribunale di Milano vestita di un saio rosso. La Boccassini con la sua tradizionale bontà le porta generi di conforto. Ah Saviano, se non ci fossi tu!”


  2. Non saprei, io di Saviano critico solo da un lato il suo presenzilaismo mediatico (con che faccia dice di essere censurato?) dall’altro alcune sue tesi eccessivamente politicizzate e bislacche. Inoltre aggiungo il FATTO che adesso è diventato intoccabile, chi lo critica automaticamente viene denigrato e distrutto mediaticamente…

  3. Alberto Says:

    SAVIANO NON è DI SINISTRA, NON FACCIAMO RIDERE!!! SEMMAI è UN “DEBENEDETTIANO”, O UN “PRODIANO”, “FASSINIANO”, “VELTRONIANO” etc…
    SAVIANO è UN UOMO CHE POSA, ATTIVO SOSTENITORE DI TUTTE LE GUERRE SCHIFOSE AMERICANE, CHE VIENE PROPOSTO COME MODELLO ALLA GIOVENTU IN UN PROGETTO MEDIATICO DI SOSTEGNO ALLA POLITICA AMERICANA IN ITALIA, TARGATO REPUBBLICA/ESPRESSO/PD.
    SAVIANO è UNO STRUMENTO DI QUELLA MAFIA CHE CI FOTTE I SOLDI CON BANCHE, SIGARETTE, FARMACI E PETROLIO.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: