Tedesco-Vendola. Non ci sono più i vecchi Greganti di una volta…

______________________________________________________________________________________________

Capro Espiatorio? Nemmeno per sogno! Tedesco si sfoga. Perchè questa palese differenza di trattamento tra me e Vendola? Perchè Nichi è intoccabile ed io sacrificabile? Come cambiano i tempi. Non ci sono più i vecchi Greganti di una volta…

______________________________________________________________________________________________

C’era una volta il PCI. C’era una volta il Compagno Primo Greganti, quando “Compagno” faceva parte del nome. C’era una volta un Comunista che si fece la galera pur di difendere Il Partito ed i suoi Dirigenti da Tangentopoli. Muto come un pesce in cella. Certo, c’è da dire che alcuni Magistrati erano meno solerti e meno convinti quando interrogavano un (loro) Compagno. Ma questa è un’altra storia…

Oggi non ci sono i Greganti, ma un PD in caduta libera. Travolto da scandali non solo politici, ma anche giudiziari, nonostante il palese trattamento di favore di cui ha usufruito in tutti questi anni nei Tribunali di tutta Italia. Oggi non c’è Primo Greganti, ma Alberto Tedesco, e paradossalmente, ma non troppo, sotto i riflettori non c’è qualche posticcio “democrat” ma un Comunista duro e puro come Nichi Vendola.

«La fattispecie del reato era pressoché identica e i fatti contestati erano sovrapponibili al 90 per cento. Evidentemente c’è un atteggiamento diverso da parte dei procuratori, e francamente non riesco a capire perché»

Insomma, questo è il ragionamento dell’ex-Assessore alla Sanità della Regione Puglia, non di qualche esponente del PdL ossessionato dal doppiopesismo delle Toghe Rosse. Per la verità Il Partito, il PCI che oggi si fa chiamare PD, lo aveva difeso facendolo diventare Senatore appena in tempo. Alla faccia della legalità, caro inutile Presidente dell’ inutile  Copasir, Massimo D’Alema. Ma tutto ciò non è bastato. Ora Tedesco è nei guai, ma denuncia una evidente e sospetta differenza di trattamento tra lui ed il suo allora Governatore Nichi Vendola.

Ricordate la Bufala D’Addario? Bene, stiamo parlando proprio di quello. Si scopre che mentre alcune Procure ed alcuni “liberi” giornalisti inseguivano le acrobazie sessuali del Premier, la vera notizia, il vero scandalo, era la gestione della Sanità in Puglia. Tutti uomini di D’Alema. Tutto durante il governo di Vendola. Adesso a Tedesco viene chiesto l’estremo sacrifico. La galera (sua) per salvare il Leader Maximo ed il Governatore Poeta…ma c’è un problema. Non c’è più il PCI e la sua romantica quanto antidemocratica idea di società. Siamo nel 2011, e tra sottane, giullari in piazza ed immigrati, ognun per sè e Dio per tutti…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

One Comment su “Tedesco-Vendola. Non ci sono più i vecchi Greganti di una volta…”

  1. Nexus Says:

    La storia D’Addario è nata per lo scandalo della sanità pugliese, e tutti hanno parlato solo del presunto sesso tra due adulti consenzienti di cui uno era naturalmente Berlusconi e l’altra la celeberrima D’Addario, che ha sempre detto che non è mai stata pagata dal presidente.
    In realtà sotto c’erano Vendola e soci, ben tenuti al coperto delle polemiche per un anno intero dalla stampa.
    Adesso ci pensa un magistrato a tenere al coperto Niki, ma di questo non ne avevamo dubbi !


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: