La Francia: i Clandestini? Se li tenga l’Italia…

______________________________________________________________________________________________

Nessuno vuole i clandestini, o meglio, i “migranti” come vengono chiamati per nobilitarli quando fa comodo. La Francia, il Paese che però ospitava i Brigatisti italiani senza farsi tanti scrupoli, fa sapere che non intende accettare stranieri provenienti dalla Tunisia. La soluzione? Se li tanga l’Italia. Sarebbe ora di chiarire definitivamente la questione  con questa oramai patetica UE…

______________________________________________________________________________________________

Leggiamo dai giornali la comica oltre che offensiva e tracotante dichiarazione del Ministro degli Interni francese, mounsieur Claude Guéant

“Desideriamo ottenere dai nostri amici italiani che stiano al gioco della norma europea. Hanno la responsabilità dell’accoglienza. Chiediamo loro di trattenere le persone che si presentano da loro e riprendano quelli che sono loro rimandati”

Traduzione: sono cavoli vostri. Voi li dovete accogliere e voi li dovete sistemare da qualche parte. Noi non solo non ne accetteremo ma rispediremo al confine (italiano) quelli che arrivano fin qui. Adesso davvero basta. Di fronte ad una tragedia epocale la UE e tutti gli altri Paesi che tanto a parole giocano a fare le superpotenze avrebbero bisogno di una lezione. Siamo stanchi di doverci sobbarcare da soli il peso delle migrazioni dall’Est e dall’Africa facendo da filtro ai disperati. E’ facile per la Francia e per la Germania come per tutte le alrte “civili” nazioni europee che tanto vantano la loro “superiorità” rispetto a noi, continuare a prenderci in giro in questo modo. L’Italia si sobbarca da sola il peso della accoglienza, gli altri si girano dall’altra parte. Da decenni questi Paesi fanno espulsioni e respingimenti. Appena abbiamo provato a farle anche noi è scattata l’accusa ridicola di “razzismo”. Appena abbiamo anche noi fatto un piano per risolvere il problema Rom sono scattate le lamentele sul ritorno ai tempi del razzismo di stampo nazista e cazzate simili. Siamo stufi. O l’Europa cresce, la smette di recitare questa patetica farsa del “Continente illuminato” e si rende conto che i bei tempi degli Imperi e della Grandeur sono finiti, o alcuni Paesi la smettono di recitare la ridicola parte delle Superpotenze che non sono più e ci aiutano, e capiscono che questo è una problema di tutti, oppure sarebbe tempo per l’Italia di prendere provvedimenti più decisi.

Bene la missione per aiutare i disperati sul posto, va bene sospendere il Trattato di Amicizia Italo-Libico. Ma se l’atteggiamento degli altri “grandi” Paesi rimane questo non resta che continuare a fare respingimenti, rimpatri forzati, pattugliamento delle nostre coste ed anche sospendere, come hanno fatto alcuni all’epoca dell’invasione dall’Est, il Trattato di Shengen. Noi da tempo sosteniamo che questa Europa ed i nostri partner non meritano nè stima nè tanto ideologico “europeismo”. I veri provinciali, sono quegli italiani che barattano gli interessi dell’Italia con una pacca sulla spalla a Bruxelless per sentirsi uomini di mondo, mentre i loro “amici europei” approfittano della loro dabbenaggine. Non quelli che come noi denunciano questa Europa palesemente schierata su posizioni anti-italiane…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

5 commenti su “La Francia: i Clandestini? Se li tenga l’Italia…”


  1. […] Francia che ha solennemente dichiarato che i “profughi” se li deve tenere l’Italia, con che faccia chiede dei bombardamenti che i aumenterebbe il numero di profughi a dismisura? La […]

  2. Nexus Says:

    Che i tedeschi quasi 15 anni fa si siano presi 300 mila profughi poco importa. Siamo nel 2011, l’Europa è un’altra cosa e sotto di noi abbiamo milioni di persone che vogliono venire, non poche migliaia.
    La missione umanitaria italiana a Tunisi ha anche il doppio scopo di presidiare le coste ed è fondamentale perchè proprio non sapremo dove metterli gli immigrati, chi ha un’idea concreta lo dica !
    Che cosa gli facciamo fare a centinaia di migliaia di persone ? Se fossimo l’America di 100 anni fa ci sarebbe lavoro, ma adesso non ci sono quelle condizioni.
    La situazione di stallo in Libia peggiora le cose, gli accordi per il pattugliamento delle coste non ci sono più e dunque se la comunità internazionale vuole intervenire concretamente lo deve fare subito, così si fa un bel patto con i nuovi governanti, chiunque siano, e si risolvono un po di problemi.


  3. Sei tu molto disinformato. La germania e gli altri Paesi europei da anni fanno espulsioni, respingimenti e tutto il resto.Nessuno li ha mai tacciati di razzismo come invece è successo a noi. Gli altri hanno leggi severissime, noi le stiamo cominciando ad introdurre solo da poco. La spagna di zap fa i muri come israele ed ha espulso-respinto più di centomila stranieri contro le nostre poche migliaia. Tutto ok. Per voi il problema è maroni.L’Olanda ha sospeso shengen per cacciare i rumeni.Quello che sta succedendo potrebbe essere epocale, e la UE dovrebbe aiutarci. Invece se ne fotte. Io dico: che se ne vadano a quel paese. Anche noi abbiamo già dato…

  4. pierino Says:

    Faziosissimo e ignorante ciò che scrivi : la Germania anni addietro s’è accollata tutta una massa di disperati provenienti dai Balcani in fiamme. Dai tre ai quattrocentomila profughi e non ha chiesto nulla a nessuno, tantomeno all’Italia…anzi ci siamo rifiutati di accogliere chicchessia. Ora i nodi vengono al pettine e la pedata nel culo la pigliamo giustamente noi. Magari documentarsi meglio..no eh ?

    • ZUCCARO Vincenzo Says:

      Il governo Italiano si è dimostrato poco serio,deve respingere con la la forza i migranti,sono persone che non scappano dalla guerra ma da una economia forse meglio di quella del nostro meridione.La causa è anche dovuta ai nostri interventi della MM.che vanno a raccogliere i migranti sulle acque internazionale che non sono di loro competenze,per guadagnare un po’di soldi di ore straordinario.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: