Attenti alle Bufale: queste non sono “fosse comuni”


____________________________________________________________________________________________
La gravità della situazione richiederebbe una informazione più misurata e meno sensazionalistica. Oggi non si sa molto di quello che sta avvenendo in Libia ma già alcuni giornali parlano con sicurezza di Fosse Comuni e di 10.000 morti. Non si può sempre invocare “maggiore sobrietà” e poi lasciarsi andare all’esagerazione quando conviene…
____________________________________________________________________________________________
Su gran parte dei quotidiani italiani e su gran parte dei telegiornali vanno forte video ed immagini come queste che documentano, a loro dire, migliaia di morti e fosse comuni scavate un pò dappertutto. Noi non sappiamo se la situazione sia arrivata fino a questo punto, ma ci pare inverosimile che queste immagini siano la conferma di quanto si afferma. Si tratta di cimiteri in cemento, molto comuni da quelle parti e con ben evidenti fosse singole e ben separate, con il nome, in alcuni casi, del defunto scritto sul cemento fresco e fortunatamente qualcuno lo sta facendo notare.

Qui non siamo ad Avetrana, e non è possibile mandare inviati ad intervistare parenti, amici e vicini di casa. La crisi internazionale ed umanitaria che l’Italia si accinge a dover affrontare richiederebbe senso di responsabilità un pò da parte di tutti quanti. L’informazione non può lamentare “censure” che non ci sono, invocare maggiore “sobrietà” per gli altri e poi fare a gara a chi la spara più grossa. Questa non è cronaca, è storia. Evitiamo almeno le bufale. Di notizie drammatiche e terribili ne avremo tante da pubblicare nei prossimi giorni…

Bookmark and Share

Annunci
Explore posts in the same categories: Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: