Quando D’Alema andava a braccetto con i Terroristi…

______________________________________________________________________________________________
Oggi fanno i grandi esperti di Politica Estera e gli indignati, ma ieri erano loro a gettare discredito sulle Istituzioni italiane che presiedevano. La differenza con Berlusconi? Il Cavaliere lo fa per bloccare gli sbarchi ed avere Energia, loro lo facevano per niente…
______________________________________________________________________________________________

Sulle amicizie pericolose del Colonnello Gheddafi a Sinistra ci sarebbe da parlare a lungo. E se ne parlerà. Noi come al solito rimaniamo basiti di fronte alla faccia tosta dei vari leaders e generali senza esercito del PD e della Sinistra italiana che non solo negano i loro incontri pericolosi, ma addirittura oggi vogliono dare lezioni di stile e bon-ton internazionale. Davvero comico oltre che ipocrita. Partiamo con D’Alema.

Nell’Agosto 2006, quindi non Secoli fa, il signor Massimo D’Alema era Ministro degli Esteri. Fece scalpore un suo viaggio in Libano e la sua ostentata simpatia e cordialità nei confronti del movimento Hezbollah. In particolare colpì la visita a braccetto con Hussein Hassan sulle macerie dei bombardamenti israeliani. Ora, non è difficile sapere cos’è Hezbollah e chi sono questi simpatici personaggi con cui l’allora Ministro degli Esteri italiano vantava confidenza. Israele, gli USA e la Comunità Ebraica italiana si indignarono fortemente. Anche a Sinistra qualcuno censurò il comportamento del nostro baffuto Ministro.

Oggi questo stesso signore, già noto per altre frequentazioni pericolose, come Ocalan e lo stesso Colonnello Gheddafi, fa il professorino e critica il “baciamano” di Berlusconi al Leader Libico. Va benissimo, ma noi osserviamo due cose. La prima è da che pulpito vengono le prediche. La seconda è che almeno Berlusconi lo fa per degli interessi italiani e cioè fermare gli sbarchi di clandestini ed avere forniture energetiche convenienti. D’Alema e la Sinistra, invece, perchè lo facevano? Giriamo la domanda alla libera informazione di Ballarò, Annozero, Rai3…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Mondo

One Comment su “Quando D’Alema andava a braccetto con i Terroristi…”

  1. omar Says:

    Hai detto proprio bene “Israle e gli USA si indignarono fortemente”. Ma è forse Hezbollah considerato un’organizzazione terroristica? Tu mi dirai: si certo, da Israele e gli USA. E te puoi basarti solo su ciò che dichiarano i due stati più nefandi al mondo? Non mi risulta ad esempio che l’Unione Europea abbia dichiarato Hezbollah un’organizzazione terroristica. Ti consiglierei di informarti se vuoi davvero fare il giornalista.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: