Futuro e Libertà Condizionata

______________________________________________________________________________________________

Sposare completamente la causa giustizialista delle toghe politicizzate di Magistratura Democratica, spacciandola per difesa della legalità è il più grave errore che l’Opposizione, da Fini a Vendola, possa fare. Liberarsi di Berlusconi a costo di consegnarsi anima e corpo ai Magistrati è solo l’ennesimo esempio di quanto sia scaduta la politica del Centro-Sinistra italiano…

__________________________________________________________________________________

L’assalto giudiziario finale a Berlusconi è partito ma sono pochi i politici dell’opposizione che si stanno rendendo davvero conto di quello che sta succedendo. Ammettiamo che stavolta, dopo centinaia di tentativi andati a vuoto, il Tribunale della Santa Inquisizione di Milano riesca a fare fuori Berlusconi. Cosa rimarrà nelle mani dei tanti aspiranti statisti che sognano di prenderne il posto? Soltanto la consapevolezza di essere Leaders in affitto, dei prestanome delle toghe, dei portaordini e non dei comandanti. Perchè una volta accettato il fatto che un Tribunale, una Casta di pochi Magistrati politicizzati, possa arrivare a condizionare la Politica in questo modo, davvero a loro non resterebbe che recitare la parte delle marionette della Terza Repubblica.

Eppure anche la Sinistra dovrebbe sapere quanto è pericoloso affidarsi al giustizialismo sommario e becero di Magistratura Democratica. Facciamo un passo indietro. Il Governo Prodi è stato affossato da una inchiesta giudiziaria. Il Motivo? Il Ministro Mastella aveva proposto una riforma delle Intercettazioni. Partì subito un fuoco incrociato da parte dell’IdV, gli scendiletto delle toghe, e partì immediatamente una inchiesta per mafia, reciclaggio e non sa cos’altro che vedeva indagati il Guardasigilli e perfino il Presidente del Consiglio. Risultato? Il Governo cadde, l’inchiesta è finita con una archiviazione, De Magistris è Parlamentare Europeo ed un Partito del Centro-Sinistra, l’Uder, è stato completamente azzerato dalle inchieste della Magistratura ed inglobato nell’IdV.

Se il Centro-Sinistra nemmeno di fronte a questo riesce a ragionare su questo problema significa solo che o non ne sono all’altezza, o si sono già venduti anima e corpo. Perchè, ragionateci un pò, poniamo il caso che il prossimo Premier sia Gianfranco Fini o Walter Veltroni. Secondo voi, quanto ci mette una toga politicizzata e ben determinata a trovare qualche scheletro nell’armadio di questi due sedicenti leaders della Terza Repubblica? E’ bastato che qualche giornalista scavasse un pò nei conti di AN per trovare imbarazzanti affari immobiliari di Fini, le sue raccomandazioni milionarie alla RAI, e perfino una escort. E Veltroni? E’ stato Sindaco di Roma quando ci sono stati grandi scandali amministrativi come quello per la manutenzione delle strade. Ed anche lui, come ha fatto a pagare meno della metà una casa principesca nel centro di Roma? Immaginate che un Fini od un Veltroni futuri Premier decidessero di fare una riforma della Giustizia, o una riforma federalista. Quanto tempo durerebbero?

Il Futuro dell’Italia che vogliono loro è senza Libertà, o meglio in libertà condizionata perchè qui sta passando, grazie alla loro impreparazione o grazie alla loro resa, il principio che in Italia la Politica è solo un orpello che legittima il vero potere decisionale, quello della Magistratura, che decide chi deve governare, quali leggi vanno applicate e quali no e perfino i palinsesti televisivi. Per tornare al primato della Politica nella società occorrerebbe un PD diverso, con nuovi leaders finalmente liberi dai condizionamenti delle toghe e non ossessionati dall’antiberlusconismo ottuso. Purtroppo all’orizzonte democratico non si vede nulla di tutto ciò…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: (In)Giustizia

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: