La mamma di Nadia Macrì: “Mia Figlia? racconta solo balle”

______________________________________________________________________________________________

La giovane soubrette intervistata da Annozero ed interrogata dalla Procura di Milano, o viceversa, non è una testimone attendibile. A parte le molte incongruenze dei suoi fantasiosi racconti c’è anche la testimonianza della mamma…

______________________________________________________________________________________________

Interrogata per cinque ora dai PM. Si sa, è una delle tecniche fondamentali  della Giustizia-spettacolo italiana: dire che l’ interrogatorio è durato ore, per lasciare intendere che chissà quali e quante malefatte i Magistrati hanno bisogno di chiarire.

Ricordiamo un analogo episodio denunciato proprio dai legali di Berlusconi qualche anno fa. Convocato in Procura, sempre a Milano, l’interrogatorio durò per poco tempo. Ma dopo ore di anticamera ed ore per riempire verbali e per espletare le varie procedure del caso. Il giorno dopo sui giornali: Berlusconi interrogato per sette ore dai magistrati! E’ una tecnica che in genere funziona. Ma veniamo a noi.

Il superteste non è la persona più attendibile del mondo non solo secondo i legali del Premier, non solo secondo il suo ex-fidanzato, ma addirittura secondo la mamma…

«I media non se la filavano più da tempo e ha voluto strafare ad Annozero – afferma la donna – Conosco mia figlia meglio di chiunque altro e so come è fatta: ha visto che giornali e tv non si occupavano più di lei ed è voluta tornare ad essere protagonista» Mia figlia, prosegue, «come ho sempre detto, racconta balle colossali per avere notorietà. Non si rende conto delle conseguenze che può avere questo comportamento. Nadia corre come i cavalli, guarda solo davanti, ha i paraocchi»

Poi la parte più divertente…

Quando è iniziata questa storia, ricorda ancora Maria, «ho letto che Nadia mi avrebbe passato al telefono Berlusconi. Non è mai successo. Non ho mai, e dico mai, parlato al telefono con il presidente. Ecco questa è Nadia: esagera con la fantasia. E io non voglio sentirla fino a quando continuerà su questa strada. Sta buttando via la sua vita per il miraggio della notorietà»

Insomma, se queste sono le gole profonde di questa strampalata inchiesta siamo davvero alla frutta e ci chiediamo ancora una volta come è possibile un tale dispiegamento di uomini e mezzi se le accuse arrivano da testimoni di questa autorevolezza. Inoltre consigliamo alla signorina Macrì di seguire i consigli della mamma: conviene davvero essere la nuova Patrizia D’Addario?

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Bufale Sinistre

2 commenti su “La mamma di Nadia Macrì: “Mia Figlia? racconta solo balle””

  1. Giuseppe Del Giudice Says:

    Ultimissime: i gioielli mostrati ad Annozero sono un regalo dell’ex marito, che sbugiarda ancora la Macrì. La Sinistra si prepari all’ennesimo Boomerang…

  2. Umboc Says:

    Negli interrogatori è sempre così, specie quando non c’è il testo stenotipico (non dico il video tape). Ma anche quando c’è lo stenotipico, spariscono pezzi in quanto nessuno ha l’ardire di portarsi un piccolo registratore. Ce ne sono a guisa di telefonino che abilmente si possono appoggiare sul tavolo…. E poi nelle intercettazioni avvengono sparizioni (con la dizione “telefonata inintelleggibile”) o addirittura si cambiano i nomi degli interlocutori per dimostrare su contenuti anche ininfluenti che si hanno rapporti che non ci sono.
    Sono affermazioni che sono in grado di dimostrare per fatti personali. Procedimenti conclusi con assoluzioni o anche con prescrizioni ingiuste.
    Infatti anche il mugnaio di Posdam che chiedeva il giudice a Berlino, alla fine perse il proprio mulino in un quadro di giustizia negata.
    Auguri per l’Italia….


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: