Caro Assange, bastava leggere Repubblica…

______________________________________________________________________________________________

Nessuna rivelazione scottante, solo Gossip e tanti Luoghi Comuni. Sembra Repubblica. Davvero non riusciamo a capire cosa ci sia di tanto imbarazzante nei giudizi personali di qualche diplomatico americano sui Leaders mondiali. L’unica cosa certa è che Obama incassa l’ennesimo smacco, mentre la Diplomazia degli USA viene sbeffeggiata su Internet…

______________________________________________________________________________________________

Franco Frattini esagera quando dice che è a rischio il Mondo intero. Perchè a noi sembra tutta una colossale bufala. Intendiamoci, che la Diplomazia americana venga messa alla berlina è un fatto gravissimo che potrebbe causare seri problemi internazionali e mettere a rischio perfino l’incolumità di qualcuno. Quindi anche noi riteniamo che personaggi come Julien Assange siano pericolosi teppisti mondiali. Ma andare oltre ci pare azzardato. Le relazioni internazionali non saranno messe in discussione per dei giudizi improbabili di qualche distratto diplomatico americano condite da un pò di Gossip. E noi in Italia questo lo sappiamo benissimo perchè è da due anni che con queste bufale ci cerca di far cadere un Governo puntualmente riconfermato dagli elettori.

Veniamo alle scottanti e riservate rivelazioni su Silvio Berlusconi su cui già Rai3 sta cercando pateticamente di montare un caso che non c’è. Alla fine a noi sembra che o Assange o qualche Diplomatico americano legga una Repubblica di troppo, perchè fin’ora non si intravede nulla di nuovo. Ricapitoliamo: a Berlusconi piacciono le donne. Incredibile! Berlusconi organizza feste a casa sua. Che scoperta! Berlusconi è vanitoso. Ma no? Berlusconi va troppo d’accordo con Putin. Questo era davvero un segreto. Berlusconi è un Leader debole. Con Fini e Casini come alleati, è già tanto essere arrivati fin qua.

E questi sarebbero Segreti di stato rivelati da wikileaks? Ma bastava guardare Rai3, o leggere Repubblica, non ci voleva James Bond per scoprirlo, anche perchè il Premier fa tutte queste cose alla luce del Sole. Noi siamo d’accordo con Cicchitto quanto molto saggiamente dice…

“Il discorso di Wikileaks va per molti aspetti rovesciato. Il problema non sono tanto i giudizi dei funzionari delle ambasciate americane su personaggi e situazioni basati su informazioni spesso opinabili e del tutto superficiali perchè redatti in termini del tutto confidenziali e quindi potendo prescindere anche da solide pezze d’appoggio. Il problema autentico è costituito dalla debacle a cui è andata incontro la struttura diplomatica statunitense che è stata bucata e per molti aspetti beffata

Ovviamente questa è Politica, quello che stanno facendo Rai3 e Repubblica o Il Corriere da stamattina è il solito fango provincialotto di cui sono maestri. Edward Luttwak, inquadra bene la situazione dal punto di vista americano quando afferma

Verranno svelati molti segreti di Pulcinella: come ad esempio che Berlusconi frequenta molte persone dell’altro sesso e che ha uno stile di vita personale diverso da quello di De Gasperi. O che a Napoli c’è la mondezza. Con Libia e Russia, Berlusconi non fa giochi sotterranei, non dice bugie e poi sotto sotto agisce contro gli americani. Ce lo ha detto in modo diretto, aperto. L’alleanza con gli Stati Uniti è strategica per lui; Libia e Russia solo tattica, in difesa degli interessi nazionali, primo tra tutti l’approvvigionamento di gas con l’Eni. Bisogna intendersi. Su tutte le comunicazioni tra le ambasciate e il Dipartimento di Stato, c’è stampigliato ‘secret’, ma segreta è la comunicazione, mentre molto spesso il contenuto non lo è. O meglio non è un vero e proprio segreto, ma un segreto d’ufficio. È frutto della lettura dei giornali del Paese, di incontri con giornalisti, con funzionari statali, con personalità politiche nessuno dei quali rivela informazioni segrete, ma piuttosto fornisce le sue valutazioni su questo e su quello. Ecco tutto questo diventa “secret” solo per il fatto che viene scritto in un cablo da un’ambasciata a Washington. Questo è il modus operandi dell’Amministrazione, e alla fine si produce una montagna di carta”

Appunto, quello che abbiamo intravisto anche noi, ma per i soliti gonzi è l’ennesimo spunto per l’ennesima polemica. Non resta che salire anche sul tetto dell’ONU…

Bookmark and Share

Annunci
Explore posts in the same categories: Mondo

2 commenti su “Caro Assange, bastava leggere Repubblica…”

  1. antonio Says:

    chissà chi c’è dietro a tutto ciò. Mi sembra fantapolitica, una SPECTRE PER DESTABILIZZARE IL POTERE E PRENDERNE IL POSTO…


  2. altro che complotto comunista.
    a staccare la spina al governo, ci pensera’ l’uomo abbronzato…
    ne parlavo gia’ a maggio.
    leggete il mio post.


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: