FLi continua a regalare voti alla Lega

_____________________________________________________________________________________________

Fini continua ad attaccare la Lega, ma è l’abbandono dei temi della destra a spostare paradossalmente sempre più voti verso il Carroccio. E’ grazie a FLi ed alle politiche meridionaliste dei vari MpA, UdC e PD che la Lega Nord continua a guadagnare consenso, e non per una presunta subalternità del PdL a Bossi. Riportare poi la Politica ai bizantinismi della Prima Repubblica è l’ultimo regalo al Carroccio di Fini & Co…

_____________________________________________________________________________________________

Annunciare pomposamente la nascita della Terza Repubblica riportando la Politica alla Prima. Parlare di Futuro e di Libertà e di modernità di ispirazione europea aprendo una Crisi barocca (tecnicamente, per spiegarla ai più giovani, si chiama crisi extraparlamentare ed al buio) che ci riporta indietro fino agli anno ’80. Questo l’ultimo regalo di Gianfranco Fini ad Umberto Bossi che già negli ultimi due anni si è di molto avvantaggiato nelle urne della deriva progressista e laicista oltre che meridionalista, del Presidente della Camera e del suo nuovo Partito. Il punto fondamentale è proprio questo e davvero non capiamo come possa sfuggire ai fans di FLi.

Il PdL è il primo partito d’Italia e forse l’unico non concentrato in una precisa area geografica ma più o meno presente su tutto il territorio nazionale. Tutti gli altri si concentrano nelle loro roccaforti storiche. Le Regioni Rosse per il PD, il Sud Italia per l’MpA, l’UdC e FLi, il Nord per la Lega. Anche al Nord il PdL è (era?) il primo partito. Le continue fibrillazioni al suo interno causate dalla pattuglia finiana hanno causato uno spostamento di elettori di Centro-Destra dal PdL verso la Lega, ritenuta, a ragione, più affidabile. L’abbandono di alcuni temi cari al popolo che ha votato per il PdL da parte di Fini, e la sua evidente avversione al Federalismo hanno accentuato questo travaso di voti. Queste le ragioni reali, politiche e programmatiche che stanno determinando il successo della Lega Nord. Il resto è demagogia da comizio.

Parlare dei diritti degli immigrati e non dei doveri degli stessi, parlare di cittadinanza facile agli stranieri e addirittura del voto, anteporre la solidarietà verso gli stranieri alla sicurezza degli italiani, sono temi predicati dalla Sinistra per farsi bella nei salotti radical-chic, non certo temi di Destra. Aprire ai matrimoni per i Gay, alle coppie di fatto, significa spostare l’attenzione su di una minoranza, trascurando i bisogni della maggioranza delle famiglie tradizionali italiane. Anche questo un tema progressista, non certo di Destra. Parlare di solidarietà e di finanziamenti per il Sud, invece che di nuova stagione di responsabilità per la classe dirigente meridionale, è un discorso vecchissimo che giustifica solo l’assistenzialismo e il clientelismo, cioè i mali che hanno distrutto il Sud e infastidito il Nord. Anche questi cavalli di battaglia delle sinistre e dei centristi, non certo del nuovo Centro-Destra italiano basato sull’alleanza PdL-Lega che ha vinto le Elezioni anche al Sud. Bollare come finzione tutte le buone cose fatte dal Governo, tra riforme della Pubblica Amministrazione, dell’Università, i cantieri, le emergenze e perfino la lotta alla criminalità organizzata mai così tenace, significa mettersi contro quel popolo di Centro-Destra che queste cose la ha sostenute fino a pochi mesi fa con il voto vittorioso per il PdL e per la Lega anche alle Regionali.

Non ultimo questo continuo, assillante ed ipocrita richiamo alla Legalità. Qui siamo davvero al ridicolo involontario più assoluto da parte di FLi, del PD dell’IdV, dell’UdC. Agitare il giustizialismo in chiave antiberlusconiana favorisce il Partito meno coinvolto in scandali, inchieste e malaffare e quello che ha dato le migliori prove di buon governo specie a livello locale. Qual’è questo partito? la Lega Nord. Sugli altri stendiamo un velo pietoso, FLi, IdV e PD in testa che tra case, raccomandazioni in Rai, indagati e scandali, escort e trans non possono fare la morale a nessuno, forse nemmeno a Berlusconi.

Alla fine arriviamo alla convention di ieri con il Partito più sovraesposto mediaticamente degli ultimi anni. Il succo del discorso di Fini di ieri pomeriggio? Ci vogliono più fondi. Più soldi per tutti, questo lo slogan di FLi. Una genialata! Come non averci pensato prima? Più soldi per la ricerca, per il Sud ma anche per il centro e per il Nord e pure per le isole, più soldi per la polizia, per l’univeristà, per la cultura, per la gente, insomma più soldi per risolvere tutti i nostri problemi. Me senza spiegare dove e come reperire tutti questi fondi. Solo polemizzando che la colpa è di Tremonti e di Bossi che se li nascondono sotto il materasso. FLi come un partito della spesa pubblica improduttiva, come un partito della Prima Repubblica, degno alleato dell’UdC, e dell MpA. L’ennesimo regalo alla Lega Nord…

Bookmark and Share

Advertisements
Explore posts in the same categories: Italia

One Comment su “FLi continua a regalare voti alla Lega”

  1. Paolo Ebner Says:

    Si condivido, in fondo da quando sentiamo parlare di fini? Da tanti anni,meglio non pensare a quanti, e che cosa ha fatto di significativo in tutti questi anni? Si è stato coautore della legge per l’immigrazione passata alla storia come legge “Bossi-Fini” che poi a oggi non si capisce, viste le sue dichiarazioni successvie, se la condividesse o no. E poi? mi viene alla mente che nel precedente governo aveva tramato e fatto il possibile e l’impossibile per far fuori Tremonti, si ecco come distruttore di strategie di politiche indubbiamente è di primo livello, ma per costruire qualcosa, per dare un futuro reale a questo paese, al di la dei soliti discorsi di circostanza, dei soliti compitini per farsi belli di fronte ai propri compagni di merenda, alle solite critiche contro tutto e tutti che cosa ha fatto e che cosa propone per andare avanti?….. e qui il silenzio cala….


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: