Quando Vendola difendeva i Pedofili

Vendola e le sue assurde posizioni filo-pedofile. Ma nessuno si scandalizzava, anzi…

Il moralismo da operetta dell’attuale Opposizione è assolutamente esilarante. Se non bastava ricordare quello che sui Gay dicevano Fini o Di Pietro, anche ricordare le posizioni di Vendola sulla Pedofilia (pardon, sul “diritto dei bambini ad avere una propria sessualità, tra di loro o con gli adulti” come il poeta di Foggia chiamava questa devianza) mette con le spalle al muro i tanti indignati dell’ultim’ora.

Le parole vanno contestualizzate, le battute trattate come tali nella consapevolezza che ognuno di noi ha detto, durante la propria vita, qualche sciocchezza di troppo. Ma questo vale per tutti, non per tutti tranne che per Berlusconi, come una parte degli italiani continua, senza vergogna, a voler imporre a tutto il Paese.

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

4 commenti su “Quando Vendola difendeva i Pedofili”

  1. Carlo Says:

    tipico doppiopesismo di sinistra. Berlusconi va con una modella di 17 anni e 11 mesi? E’ gravissimo, per carità! Vendola o i radicali promuovono la liberalizzazione del sesso coi minori? Chissenefrega.


  2. E’ molto grave che “la Psicologia” riconosca una simile sciocchezza, piuttosto. Ed il moralismo di Vendola c’entra, perchè uno che dice una simile cretinata non può fare l’indignato per una battuta di Berlusconi.

  3. Claudio Says:

    Scusate ma:
    1) Il diritto dei bambini ad avere una propria sessualita’ e’ un fatto riconosciuto dalla psicologia sin dagli studi di Melanie Klein
    2) Non esistono “devianze”, tuttalpiu si parla di parafilie.
    3) La violenza sessuale e la prostituzione minorile invece sono reati (e sulla prostituzione minorile, ahinoi l’attuale premier ha alcune cose da chiarire)
    4) Vendola non ha detto una sciocchezza ma una cosa ormai riconosciuta dalla psicologia
    5) Che c’entra il moralismo ?


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: