Lodo Montecarlo

Le stanno provando tutte per salvare Gianfranco Fini dalla sempre più evidente figuraccia di Montecarlo. Nella giornata di ieri una non-notizia arrivata da Montecarlo ha suscitato le reazioni tronfie dei soliti Della Vedova e Granata oltre che dello stesso Fini. A questo punto non si capisce se ci fanno o se ci sono.

La questione è davvero semplice: le autorità di Montecarlo hanno ritenuto, con un inspiegabile ritardo, congruo il valore (l’equivalente di circa 240mila euro in franchi francesi) che fu dato all’appartamento di Boulevard Princesse Charlotte 14 da Alleanza Nazionale nel 1999 quando fu certificato il passaggio del bene che veniva donato dalla contessa Anna Maria Colleoni.

Benissimo, ma non c’entra nulla con il valore dell’immobile nel 2008, anno in cui l’appartamento è stato ceduto alle società off-shore, ben 9 anni dopo. La spiegazione delle autorità monegasche nulla chiarisce, perchè si tratta di una valutazione ai soli fini catastali, e non corrispondente al valore di mercato. Com’è possibile che un immobile in 9 anni venga valutato lo stesso prezzo? Perchè AN ha venduto un immobile ad una società off-shore? Chi c’era dietro quelle società off-shore se non Giancarlo Tulliani, attuale inquilino, ma guarda caso, dell’appartamento? Perchè la cucina ordinata a Roma si trova oggi a Montecarlo? Se fossero vere le sciocchezze che dicono i vari Della Vedova o Granata costerebbe più un appartamento a Potenza che a Montecarlo, e la vera notizia sarebbe questa. In ultimo ma non meno importante, perchè la Procura di Roma procede con estrema lentezza e non si pone queste semplici domande di buon senso che ci poniamo nel nostro piccolo persino noi? E perchè continuano i grandi giornalisti “liberi” a fare finta di non vedere quello che oramai hanno capito tutti gli italiani?

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

4 commenti su “Lodo Montecarlo”


  1. […] Fiscali, ma gli andrebbe chiesto se in questa categoria sono inclusi quelli che vendono sottocosto gli appartamenti alle società off-shore dei cognati. Così, tanto per fare ulteriore […]

  2. Maralai Says:

    probabilmente questa volta la dittatura dell’opposizione col maglio chiamato Fini riesce a buttar giù dalla torre Berlusconi. Il quale continua a mostrare lealtà con Fini facendo riconfermare la Bongiorno alla commissione giustizia della camera. Che subito dopo riceve gli sberleffi da Bocchino sempre più indigesto e tracotante. Oggi ho scritto in merito su Il Foglio, parafrasando la scenette di Totò e Pasquale, riportata al mio blog. Temo proprio che Berlusconi stia perdendo la partita e non sa da quale parte iniziare la rimonta. Lo schifo, il disgusto che proviamo è anche perchè la sua sopportazione di Fini e dei finiani, ha messo in difficoltà migliaia e migliaia di noi che l’abbiamo sempre difeso ed ora ci troviamo nella condizione di non sapere neppure che fare.
    saluti
    Maralai
    (mario Nanni)

  3. Giuseppe Del Giudice Says:

    la VERA notizia è che Fini ha venduto nel 2008 un appartamento al valore CATASTALE del 1999…invece tutti i quotidiani titolano, ok, il prezzo è giusto. Siamo alle comiche finali…

  4. Simone82 Says:

    Perché oramai i sinistroidi hanno capito che soltanto Fini può abbattere Berlusconi… E siccome il loro unico compito non è salvare l’Italia ma liberarsi di Berlusconi per tornare al potere, ecco che non bisogna disturbare il conducente delle manovre di palazzo…


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: