“Chi c’è dietro Fini? Quelli che c’eran dietro la D’Addario! Dai su!”

Attraverso il Blog di Federico Punzi, JimMomo, scopriamo che nella conversazione tra Nicola Porro e Rinaldo Arpisella si dice anche questo…

RA: “Tu non sai che cazzo c’è altro in giro. Secondo me, davvero scusami, ma ti parlo da amico, è un ottica corta. Allora il cerchio sovrastrutturale va oltre me, va oltre Feltri, va oltre Berlusconi, va oltre… ci sono logiche che non riguardano i Fini, i Casini, i Buttiglione, questo o quell’altro, sono altri…”

NP: “Non so cosa tu voglia dire… non capisco”.

RA: “Secondo te, chi c’è dietro Fini?

NP: “Tu lo sai? Io no”.

 

RA: “Ci sono quelli che c’eran dietro la D’Addario, dài su...”

Spiace che Gianfranco Fini abbia appena dato la sua Solidarietà ipocrita alla Marcegaglia, spiace per il Corriere della Sera e per Annozero e per tutta la “libera” informazione. Ci spiace per tutto il Popolo Viola e Travagliato che già pregustava nuove bufale per affondare il Caimano.  Ci spiace per la procura di Napoli e per il serissimo PM Woodcoock…ma questa frase ci sembra degna di una inchiesta (o di una figuraccia di merda colossale)…o no?…Noi Siamo con la Procura di Napoli e con il PM Woodcoock: indagare su questa frase di Arpisella senza se e senza ma! Evviva Evviva la “Libbertà” di “Informazzione“!

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Nientedimeno!?

3 commenti su ““Chi c’è dietro Fini? Quelli che c’eran dietro la D’Addario! Dai su!””


  1. […] e presso la Magistratura per salvarlo dalla figuraccia che sta facendo. Anzi. Oggi viene paragonato a Patrizia D’Addario. Sempre meglio. Sempre più Futuro e […]


  2. […] Chi c’è dietro la svolta antiberlusconiana di Gianfranco Fini? Noi da sempre sosteniamo che dietro queste manovre ci stanno quei poteri forti italiani ed anche esteri che non vedono di buon occhio il Cavaliere e la Lega Nord, poichè hanno bisogno di una Italia debole e bloccata in una eterna fase di transizione. La nostra non è ovviamente una opinione isolata. Con il collasso dell’Ulivo e del PD, c’era bisogno di nuovi referenti. I nomi sono sempre i soliti: Fini, Casini, Montezemolo e  solite le parole magiche, come Governo di Transizione, “emergenza democratica”, per giustificare i Ribaltoni prima, i loro soliti affari ai danni dei cittadini, poi. Da giorni Montezemolo e Confindustria sparano a zero sul Governo spalleggiando di fatto il sedicente Presidente della Camera. […]

  3. pietro albanese Says:

    dietro tutto sta la mafia dei coletti bianchi alta magistraturala magistratura corpi deviati dello stato e personaggi della sinistra e della destra ricattati e tenuti in ostaggio dalla mafia e dalla magistrtura x scheletri nell armadio.ricordate i processi di mafia annullati per vizi di forma? carnevale. ora bisogna abbattere a qualsiasi costo berlusconi e la lega per le leggi contro la mafia e gli arresti.


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: