La Costituzione ai tempi delle vuvuzelas

La Costituzione italiana…da sempre strenuamente difesa da chi o non la conosce o se ne ricorda solo quando gli conviene.

Non è prassi costituzionalmente corretta salire al Quirinale per chiedere le dimissioni del Presidente della Camera, ma è Costituzionalmente ineccepibile che il Presidente della Camera faccia comizi, partecipi da protagonista alla vita politica, fondi correnti, gruppi parlamentari e partiti. E’ Costituzionalmente scorretto chiedere al Presidente della Repubblica di prendere una posizione su di un problema di scontro tra Istituzioni, ma è assolutamente normale chiedere al Presidente di “non firmare!” una Legge espressione del Parlamento e del Governo liberamente eletti. E’ scandaloso che la Terza Carica dello Stato sia attaccata con campagne di stampa diffamatorie che minacciano la stabilità delle Istituzioni, è libera informazione insultare la Seconda Carica dello Stato sia durante incontri pubblici sia con campagne di stampa tese a stabilire la verità dei fatti. E’ vergognoso che il Presidente della Camera venga colpito negli affetti familiari, è doveroso e fondamento stesso della Democrazia conoscere o quantomeno immaginare le abitudini sessuali del Presidente del Consiglio anche introducendo segretamente, ma liberamente, un registratore nella camera da letto della sua abitazione privata. E’ becero populismo peronista ed anticostituzionale chiedere il ricorso al Voto, è semplice rispetto della Costituzione verificare in Parlamento Maggioranze diverse da quelle uscite dalle Urne…

La Repubblica Italiana ai tempi del Pd e di Generazione Montecarlo…il Futuro di Libertà che ci attende è scritto nella nostra Costituzione.

Bookmark and Share

Advertisements
Explore posts in the same categories: Cose Così

One Comment su “La Costituzione ai tempi delle vuvuzelas”

  1. Sciuscia Says:

    Meno male che ci sono anche persone che se ne fottono di questi beceri confronti, schifandosi tanto dei maneggi finanziari del “puro” Fini quanto delle avventure da puttaniere del “buon padre di famiglia” Berlusconi.


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: