Interesse Nazionale: quando Obama fece l’inchino al Re dell’Arabia Saudita

E’ sempre triste quando un Grande deve assumere comportamenti ambigui o discutibili in nome dell’Interesse Nazionale, questo sconosciuto. Capita ed a volte è davvero irritante. Barak Hussein Obama, il Presidente degli Stati Uniti più amato all’estero e più amato a Sinistra, l’uomo più potente del Mondo, saluta con un inchino il Re Mussulmano dell’Arabia Saudita nel pieno della Guerra contro gli integralisti Islamici. Ne riceve qualche sberleffo ma vantaggi Militari, Strategici ed Economici per il suo Paese.

Si chiama Realpolitik o salvaguardia degli Interessi Nazionali, ovvero di una cosa di cui gli amici di Fli, che fin’ora hanno dato prova di ottime competenze in Politica Estera seppur limitate ai rapporti con il Principato di Monaco, ed i simpaticoni della nostra Sinistra, dall’alto della loro presuntuosissima ignoranza della vita reale, possono filosofeggiare fino a quando vogliono, ma semplicemente non capiranno mai…anche perchè, stranamente e praticamente, quando governano loro, l’interesse nazionale  salvaguardato è sempre quello degli altri, non certo quello dell’Italia…seguiranno altre puntate (purtroppo per Generazione Montecarlo) per discutere di questo particolare aspetto della Politica Estera di ogni Paese Occidentale, lasciando da parte la prezzolata e fighetta retorica della “dignità”

Bookmark and Share

Annunci
Explore posts in the same categories: Mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: