Sulla cattiva Strada

Per noi è davvero difficile credere che alcuni protagonisti di Emergency siano in combutta con i Talebani.Sarebbe il tradimento degli stessi valori per cui si batte o dice di battersi l’organizzazione di Gino Strada.Pare che non ci sia stata nessuna confessione dei tre volontari italiani,anche se per adesso le accuse rimangono in piedi visto che le autorità afghane sostengono che in una struttura di Emergency erano nascoste armi,munizione ed esplosivi.Ad ingarbugliare il tutto ci si è messo il Times che comunque sostiene che la confessione ci sia stata o almeno in un primo momento le autorità afghane avevano confermato la notizia.

Speriamo che la vicenda si chiarisca al più presto e che i tre nostri connazionali vengano rilasciati,ma alcune osservazioni sull’attività di Gino Strada e di Emergency bisognerà pur farle.Il punto è che,per quanto lodevole,l’attività di Gino Strada appare eccessivamente schierata politicamente e questo non mi pare possa essere negato.Quando una organizzazione si schiera in modo così netto desta inevitabilmente sospetti di collusioni con la “parte” che nei fatti “sostiene” e quindi  viene fatta oggetto di un controllo particolare che può anche suscitare indignazione.Ma il pericolo di eventuali “infiltrazioni” da parte di chi crede di trovarvi una sponda o quantomeno un pò di copertura è reale,e non deve essere sottovalutato o negato a priori dagli stessi volontari di Emergency.Questo è il papocchio combinato in tanti anni di lodevole lavoro da parte di Gino Strada e dei suoi collaboratori,che del resto era venuto a galla già qualche anno fa durante il sequestro di Mastrogiacomo.

L’unica soluzione,una volta chiarita questa vicenda,è ritornare a fare il lavoro di volontariato per cui si rischia anche la vita,lasciando fuori da tutto ciò la Politica (e soprattutto la fantapolitica estera) altrimenti quando ci si trova in un Paese Straniero dove c’è una Guerra Civile le conseguenze possono essere terribili.Non ci sta piacendo il solito battibeccare in favore di telecamera e di microfono di Gino Strada e del solito “popolo di Emergency”,condito di troppa Politica,di tanta retorica e di troppa voglia di trasformare questa vicenda nell’ennesimo “caso” da utilizzare per fini di politica interna.Quelli di Emergency dovrebbero aver imparato che anche le persone più buone ed animate dalle migliori intenzioni,senza accorgersene,qualche volta vanno a finire sulla cattiva strada…

Bookmark and Share

Annunci
Explore posts in the same categories: Mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: