Ma su cosa vuole confrontarsi Bersani?

Il Cavaliere annuncia che non ci sarà nessun duello televisivo con il sedicente Leader del PD,Pier Luigi Bersani.Comprendiamo i motivi di questa scelta e tutto sommato concordiamo con Silvio Berlusconi per molte buone ragioni.

Bersani non è il Leader di tutta l’Opposizione ma solo il Segretario del PD (per adesso),quindi ci appare davvero singolare che con una Sinistra così spaccata ed una Opposizione così divisa si autoproponga come “condentende”.Non sono Elezioni Politiche ma Elezioni Amministrative Regionali,sarebbe più giusto chiedere un confronto tra i vari candidati a Governatore per ogni Regione,piuttosto,se proprio si vuole recitare la parte della Opposizione responsabile.La Campagna Elettorale del Centro Destra è già stata forse irrimediabilmente rovinata da vicende extra-politiche sempre più evidentemente create ad arte distogliendo già a sufficienza l’Elettorato dalla vera natura di questa chiamata alle urne e cioè un giudizio sull’Amministrazione delle Regioni nelle quali si è chiamati a votare.

Pensandoci bene,forse è proprio questa la strategia del sedicente leader del PDS-DS-PD e di tutto il suo schieramento:continuare,come si è fatto fin’ora grazie anche all’assist ricevuto dalla solita Magistratura “democratica” a sviare l’attenzione dei cittadini dalla realtà dei fatti,sulla natura di questa tornata elettorale.Se Bersani volesse parlare del disastro in Campania,delle figuracce in Calabria,del clientelismo in Basilicata,degli scandali della Sanità in Puglia,delle ambiguità in Piemonte ed in Liguria,dello scandalo nel Lazio e di quello che sta succedendo perfino in Emilia Romagna ed a Bologna,ovvero di come la Sinistra ha amministrato le Regioni in questi ultimi 5 anni,Berlusconi sarebbe un pazzo a rifiutare un confronto e Bersani un suicida a proporlo.Sappiamo quindi che Bersani,da persona poco seria e intellettualmente disonesta qual’è,vorrebbe invece incentrare il confronto sugli “attacchi alla Costituzione” ai “rischi di deriva autoritaria” e magari alle “famiglie che non arrivano a fine mese” oppure “al PdL che non sa presentare le Liste” e cazzate similiMeglio allora continuare la Campagna Elettorale ognuno per la propria strada cercando di dimostrare quello che si è riusciti a realizzare nel bene e nel male quando e dove si è governato,quindi parlando di quello che hanno fatto in concreto i Governatori delle Regioni.Il PD tra Governo nazionale e Governi regionali ha ben poco di cui vantarsi…questo è il loro grande ed evidente problema.Ed allora è ora di spiegarlo per davvero agli elettori perchè si è perso anche fin troppo tempo grazie al loro solito “giocare sporco” ed alla nostra solita ingenuità…

Bookmark and Share

Annunci
Explore posts in the same categories: Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: