Chernobyl è stato un disastro del Comunismo,non del Nucleare

L’Italia ha rinunciato all’Energia Nucleare sull’onda emotiva del disastro di Chernobyl. Nell’immaginario collettivo ancora oggi Energia Nucleare significa Chernobyl, significa disastro ambientaleecatombe radioattiva. Ne sono convinti gli ambientalisti italiani e tutti gli Anti-Nuclearisti che da 20 anni e più hanno, in un modo o in un altro, bloccato lo sviluppo e la produzione di energia atomica nel nostro Paese. Ma il disastro di Chernobyl deve essere inquadrato correttamente da un punto di vista tecnico e  storico. Chernobyl non è stato un disastro tecnico,scientifico ed ingegneristico ma soprattutto politico. Chernobyl è uno dei tanti disastri causati dal Comunismo.

Gli anni della Guerra Fredda hanno causato una gara,una corsa tra Paesi del Blocco Occidentale e Paesi del Blocco Comunista per cui questi ultimi nella vana speranza di poter reggere il confronto hanno riempito i loro Paesi ed i loro territori di strutture approssimative, tecnicamente arretrate ed insicure, assolutamente prive di qualsiasi  sicurezza  e prive di un personale motivato o sufficientemente preparato. Una situazione peraltro che persiste tutt’oggi: sono tante le Centrali Nucleari colabrodo presenti nei Paesi dell’ex Blocco Sovietico a rischio di incidente,a rischio di esplosione, per non parlare dei siti militari dove sono stipati testate nucleari o sommergibili a propulsione nucleare senza più manutenzione. L’Energia Nucleare è una delle tante opzioni energetiche di cui si deve dotare un Paese moderno.

I rischi ci sono e ci saranno sempre e non solo per questo tipo di impianti, ma per qualsiasi infrastruttura per la produzione di Energia. Allora perchè tanto scandalo se l’Italia vuole provare a tornare al Nucleare ? Ragioni concrete davvero non ce ne sono: tutti gli altri Paesi sono dotati di Reattori Nucleari e non sono più inquinati di noi, anzi, è vero il contrario. Noi abbiamo le bollette energetiche più care di tutti, è un caso? Nessun altro Paese ha deciso di uscire dal Nucleare, questa è una balla ampiamente smentita dei fatti. La tendenza di tutti i Paesi è quella di diversificare le fonti di approvvigionamento, non quella di investire solo sulle energie rinnovabili perchè queste ultime, purtroppo, sono ancora tecnicamente imperfette e non ancora convenienti. Il problema, esattamente come Chernobyl, è politico. Per la nostra Sinistra l’Antinuclearismo è diventata una Ideologia con cui sostituire quella fallita, e non una convinzione ragionata sull’economia o sulla tecnologia. Una ideologia che, come quella precedente, può causare solo problemi o disastri come, appunto, quello di Chernobyl, un disastro Comunista non ambientale…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

One Comment su “Chernobyl è stato un disastro del Comunismo,non del Nucleare”

  1. Silvio Says:

    sono d’accordo, al di là dei sistemi di sicurezza più moderni, sarebbe bastato il guscio esterno in cemento armato, come hanno tutte le centrali in Europa Occidentale per limitare i danni…


I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: