A Sinistra più studenti indegni che Cattivi Maestri

Alla fine quello che tutta la Sinistra di questo Paese ha desiderato è successo.Silvio Berlusconi ha subito una violenta aggressione da parte dell’ennesimo idiota imbevuto di odio rimanendo seriamente ferito sia fisicamente che moralmente.Noi non vogliamo commentare le sciagurate dichiarazioni di Di Pietro e di Rosy Bindi perchè è già abbastanza nota l’opinione pessima che abbiamo di questi due loschi ed impresentabili figuri.Neanche sprecheremo tempo rispondendo ai decerebrati che festeggiano su Facebook.Vogliamo purtroppo porre di nuovo l’accento su di una realtà che andiamo denunciando da tempo,ovvero il fallimento e lo smarrimento culturale e politico degli Elettori di Sinistra.Secondo noi non ci sono molte analogie con gli Anni di Piombo.In quegli anni i terroristi Rossi e Neri avevano una loro farneticante ed improbabile idea di Stato,di Rivoluzione.Nei loro vaneggiamenti c’era comunque un progetto,seppure assolutamente indegno.Nella massa degli elettori di Sinistra di oggi non c’è assolutamente nulla.Il vuoto assoluto.Non c’è nessuna idea di Paese,nessun Programma,nessun amore per l’Italia.C’è solo odio da riversare sugli avversari e su Berlusconi che serve a coprire il loro assoluto vuoto di idee.E’ questo l’aspetto più preoccupante:l’anarchia violenta che si respira nell’elettorato di Sinistra.Negli anni di Piombo c’erano dei Cattivi Maestri.Gente assolutamente spregevole,ma che aveva un minimo di autorevolezza,seppur criminale,che traspariva nei farneticanti volantini di rivendicazione.Oggi La Bindi,Travaglio,Di Pietro sono solo dei pagliacci livorosi consumati dall’invidia e dalla consapevolezza della loro pochezza sia intellettuale che umana.Chiamare simili buffoni Cattivi Maestri sarebbe addirittura un complimento per loro immeritato.Secondo noi non sono loro il problema,perchè è più facile cambiare classe dirigente di un Partito che la mentalità e la testa (spesso vuota) dei propri elettori.L’odio che l’Opposizione in questo Paese ha deciso di riversare sul Presidente del Consiglio deriva dalla crisi,secondo noi irreversibile,che la Sinistra stessa sta attraversando.Non esiste un Partito decente o presentabile,non c’è un Leader carismatico,non c’è nessun programma ma solo molti piccoli leaders locali poco adatti a governare anche un condominio.In più c’è l’aggravante di avere un elettorato assolutamente imbevuto di odio,molto gretto e provinciale,cresciuto a pane ed antiberlusconismo ed incapace di parlare d’altro.Da questa miscela non può che nascere odio e violenza…ed ipocrisia,specie quando si sente dire che la responsabilità è di entrambi gli schieramenti.Sarà ma fin’ora nessuno ha mai rotto i denti,chessò, a D’Alema e forse per Par Condicio qualcuno potrebbe,a questo punto,anche pensare di riequilibrare non solo i minuti in TV ma anche i ricoveri in Ospedale.

Bookmark and Share

Advertisements
Explore posts in the same categories: Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: