Libertà di Stampa:D’Alema querela Il Giornale…

dalema stupito

Basta davvero poco per smascherare le Bufale della Sinistra.E ci vuole davvero poco tempo.A poche Settimane dalla manifestazione per la Libertà di Stampa che ha visto in piazza tutta la Sinistra migliore per protestare contro il regime imposto dal Cavaliere di Arcore ecco che un nuovo attacco alla libera informazione viene portato da un politico:D’Alema querela Il Giornale.Scrive Gianni Pennacchi:

“Si scopre che D’Alema ha querelato il Giornale. Il direttore, come di rito, e tre umili cronisti: Stefano Filippi, Gian Marco Chiocci e il sottoscritto. Querelati, nel senso che oltre ai soldi – che voglia cambiar barca? – sollecita proprio una condanna penale. Il reato che accampa è «diffamazione a mezzo stampa». Altro che mordacchia, carcere!”

Questa è davvero bella.Certo la Sinistra italiana ed i suoi sempre più arrabbiati fans in questi ultimi giorni avevano dovuto sopportare persino Obama e Zapatero che in preda ad un attacco di berluschite acuta si erano messi ad attaccare,come il Cavaliere,quella stampa politicizzata e quella informazione pregiudizialmente contro i loro Governi.Ma anche questo è un boccone molto amaro da digerire per i duri e puri neo-partigiani stile avanti gossip,trionferà.

“Se qualcuno ha il coraggio di dire che manovro le inchieste, lo denuncio perché è un mascalzone e un bugiardo», minacciava. Figurarsi, lo sanno tutti che semmai è vero il contrario, sono ormai le toghe che “manovrano” (nell’accezione antica del tram beninteso, “non disturbate il manovratore”) il Pd, e particolarmente in Puglia lo tengono per le palle, come suol dirsi. E adesso il deputato di Gallipoli ci querela”

Concordiamo con il giornalista de Il Giornale:D’Alema se avesse un minimo di coraggio dovrebbe querelare anche Il Corriere della Sera e tanti altri personaggi…

“Era lo stesso Corriere – avrà querelato anche Ferruccio De Bortoli, Spezzaferro? – a scrivere che «non si esclude che possa essere proprio questa la “scossa al governo” della quale ha parlato domenica scorsa Massimo D’Alema per invitare l’opposizione “a tenersi pronta”». La palla di vetro di Baffino, Massimo Divino Othelma, il veggente di Gallipoli: si scatenò l’intero Pdl, da Capezzone a Verdini passando per Gasparri, e in testa il ministro Fitto, pugliese, che adombrava sussurri e anticipazioni giunte a D’Alema, in giro elettorale nella «sua» regione, dai numerosi magistrati che hanno okkupato i posti di comando nel Pd pugliese, in modo abnorme rispetto ad ogni altra regione italiana”

Ma tant’è,anche D’Alema,quello che querelava Forattini, come l’intera Sinistra italiana ha un totale disprezzo per la logica,per il buon senso.Anche lui è capace di contraddire con i fatti quello che si è sostenuto con forza magari fino al giorno prima.Che c’è di meglio che querelare un giornale dopo aver partecipato ad una manifestazione a favore della libertà di stampa?

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: