Parla anche Piero Grasso:è tutto pronto per la”nuova” offensiva giudiziaria siciliana…

breveon76

Anche il Capo della Procura di Palermo non ha mai brillato per sobrietà ed intelligenza nell’apparire (non nell essere) un buon Magistrato.E’ da tempo che lo notiamo ed oggi ne abbiamo avuta la peggiore delle conferme.Sarà la voglia di apparire,di dire la propria,di essere sempre in prima linea.Sta di fatto che l’ultima “esternazione” di Grasso ci ha lasciati basiti perchè rientra esattamente nell’elenco di quello che un Magistrato NON dovrebbe fare.Noi non siamo degli ingenui ed abbiamo da tempo denunciato dove vuole andare a parare questa ennesima offensiva-bufala che parte dalla Sicilia,dai Papelli ai neo-pentiti ad orologeria.Ma che addirittura Grasso partecipi a questa ennesima dimostrazione di cattiva Giustizia-spettacolo,proprio non ce lo aspettavamo.

La trattativa con la mafia nei primi anni ’90 c’è stata ed anzi Cosa Nostra aveva capito di poter ricattare lo Stato. A sostenerlo è il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, intervistato dal Tg 3. «Quando Riina dice a Brusca, come lui ci riferisce, che “si sono fatti sotto” vuol dire che è scattato il meccanismo di ricatto nei confronti dello Stato: la strage di Falcone ha funzionato in questo modo. L’accelerazione probabile della strage di Borsellino può allora essere servita a riattivare, ad accelerare la trattativa con i rappresentanti delle istituzioni

Ancora una volta si rilasciano interviste,dichiarazioni,illazioni e quant’altro ai Media senza dire nulla di specifico,nulla di certo,ma solo ricostruzioni basate su chissà cosa.Qualcuno potrebbe obiettare:”se lo dice significa che c’è una indagine in corso e qualcosa avranno scoperto”.Peggio.Se così fosse,e se l’inchiesta fosse davvero seria,dovrebbe esserci il riserbo più assoluto!Invece anche Grasso si mette in mezzo,partecipa al Circo Mediatico Giudiziario pretendendone anzi una parte da protagonista con l’unico risultato di far vomitare al solito Antonio Di Pietro le solite accuse a destra ed a manca tirando in ballo,e ti pareva,Il PdL e Berlusconi.E’ iniziato il ciclo delle piccole esternazioni che culminerà,al momento opportuno (per le prossime Regionali?) in un bell’Avviso di garanzia (indovinate per chi)…

«Quelle di Grasso sono parole che non avremmo mai voluto ascoltare». E’ di Pietro a reagire nel modo più critico alle due interviste del procuratore: «Deve fare i nomi di chi ha gestito questa indecente mercificazione dello Stato e della sua dignità». «Piero Grasso – continua Di Pietro – deve dire quali politici sono stati salvati e perché la mafia voleva ucciderli. Cosa avevano promesso i politici? Cosa hanno ottenuto? Chi sono i porta nome e porta interessi della mafia in Parlamento?”

Questa situazione da Giustizia da Terzo Mondo sentiva la mancanza dell’ennesimo detto-non-detto,dell’ennesima dichiarazione,dell’ennesima intervista.Già che c’era Grasso poteva anche fotocopiare qualcosa e spacciare un altro Papello per la circostanza.L’IdV  non si lascerà certo scappare l’occasione per l’ennesimo comizio,magari ad Annozero.

Hanno capito tutti dove vuole andare a parare questa nuova agitazione delle Procure siciliane (e non ci vuole molto perchè è uno spettacolo che va in replica da 15 anni),ci spiace solo ricordare che non ci sarà nessun effetto sorpresa,nessun grande scoop,e forse si rivelerà l’ennesimo Boomerang capace di far scendere ancora di più,se è possibile,la fiducia nella Magistratura italiana con o senza calzini turchesi…

ARTICOLI CORRELATI: «Provenzano disse sì alla trattativa» – Il Corriere della Sera

La verità di Grasso ora non basta più – Europa

Se il “Papello” parlasse del ’94, Biondi e Maroni sarebbero in manette – L’Occidentale

Bookmark and Share

Advertisements
Explore posts in the same categories: Italia

2 commenti su “Parla anche Piero Grasso:è tutto pronto per la”nuova” offensiva giudiziaria siciliana…”

  1. fab Says:

    affermazioni inquietanti quelle di Grasso. Mentre Borsellino e falcone creavano lo stato faceva patti con la mafia?

    Dopo le parole di Piero Grasso occorre chiarezza: lo Stato scese a patti con la mafia?

  2. Edda Buti Says:

    Semplicemente vero e indubbio. Abbiamo la più indegna magistratura di tutto il mondo. L’unico augurio è quello di avere al più presto nuove leggi che impediscano a questa magistrati di schiacciare i cittadini.


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: