Se anche Obama e Zapatero dichiarano Guerra alla Stampa

zapatero_obama_michelle_1234.jpg_370468210

E’ fin troppo divertente vedere la Sinistra italiana rimanere imbarazzata di fronte a certi comportamenti o certe dichiarazioni dei suoi idoli.Certo,quando questo comincia ad essere troppo frequente,come nel caso di Obama,bisognerebbe cominciare a preoccuparsi magari facendosi un bell’esame di coscienza,ma questa è un’altra storia.Troppo occupata a difendere nientepopodimeno che la “Libertà di Stampa” in Italia,messa a rischio,così dicono,da Silvio Berlusconi (l’uomo più processato ed insultato d’Italia) la Sinistra italiana non si accorge (o fa finta di non accorgersi) della evidente e per certi versi irreversibile “berlusconizzazione” fra gli altri,di Obama e di Zapatero.

Li tratteremo come un partito d’opposizione, poiché stanno conducendo una guerra contro e non possiamo far finta di pensare che questo sia il comportamento legittimo di un organo d’informazione“. No, non è l’ennesimo sfogo del premier Silvio Berlusconi contro la Repubblica, né un comunicato di Paolo Bonaiuti o Sandro Bondi. Sono parole di Anita Dunn, capo uffico stampa della Casa Bianca. Fox News, ha spiegato, “agisce spesso come una divisione di ricerca o di comunicazione del partito repubblicano“, o come “un’ala del partito repubblicano” tout court”.C’è una stazione televisiva interamente dedita ad attaccare la mia amministrazione, se la guardate per un giorno sarà difficile che troviate una sola storia positiva su di me

Sono parole a noi familiari che hanno causato anche una Manifestazione di protesta contro il Caimano,qualche giorno fa.Invece sono di Obama.E Zapatero?Non è da meno…

“Nei giorni scorsi anche il premier spagnolo, il socialista Josè Luis Zapatero, è entrato in “guerra” con il principale quotidiano di sinistra, El País, accusandolo di “mettere in atto un vero e proprio ricatto” contro di lui, al fine di fargli perdere il consenso popolare e di far cadere il governo. Il premier ha puntato il dito contro il gruppo editoriale di El País (Grupo Prisa) e contro i vecchi esponenti del suo partito, il Psoe, da sempre suoi nemici. “Chiunque voglia comandare in Spagna si presenti alle prossime elezioni”, ha intimato lasciando intendere l’esistenza di una trama politica volta a far cadere il governo“.

Insomma tutto il Mondo è Paese,verrebbe da dire.Obama e Zapatero insofferenti alle critiche e che denunciano l’esistenza di complotti contro di loro.Accidenti,questa è davvero bella…senza considerare che ultimamente anche Sarkozy ha avuto qualche problema con i media,come Blair qualche tempo fa.

E’ ovvio che al giorno d’oggi l’informazione gioca un ruolo diverso nei Paesi democratici e sempre più attivo a livello politico.Così capita spesso che grandi Leaders politici entrino in contrasto con alcuni media da considerare però oramai anche come dei grandi gruppi economico-finanziari,quindi con tutti gli annessi e connessi,spesso anche poco limpidi.Qui ci limitiamo ad alcune osservazioni senza entrare nello specifico di questo ragionamento che meriterebbe più di un Blog.

Non esiste nessuna anomalia italiana perchè tutti i grandi Leaders mondiali hanno contrasti anche pesanti con i Media o alcuni di essi.Non c’è nessuna “libera informazione” contrapposta all'”informazione asservita” ma semplicemente,com’è normale che sia,media schierati politicamente da una parte o dall’altra.I media non sono “anime belle e pure” ma fanno parte di gruppi economici e lobby politiche finanziarie in Italia come in tutto il Mondo.

Quindi l’unica anomalia italiana rimane quella di una Sinistra che ancora scende in piazza o va nel Parlamento UE per inscenare grottesche manifestazioni basate solo sulla cattiva e provinciale comprensione della moderna dialettica tra politica,media e lobby economiche.

ARTICOLI CORRELATI: La Libertà di Informazione è gravemente minacciata – DAW

Obama si berlusconizza “Certi media sono un partito contro di me” – Il Fazioso Liberale

Non solo Berlusconi. I guai di Obama e Zapatero con i media – Il Legno Storto

Bookmark and Share

Advertisements
Explore posts in the same categories: Mondo

One Comment su “Se anche Obama e Zapatero dichiarano Guerra alla Stampa”


  1. Per un errore tecnico era stato disattivato il tuo account sull’aggregatore “per il Popolo delle Libertà”. Il problema è stato risolto; ora puoi segnalare i tuoi post.
    Scusa per l’inconveniente…


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: