Vittime di Guerra (Casualties of War)

1254_napolitano

La vicenda del Lodo Alfano,così come noi avevamo messo in evidenza fin da subito,non si esaurisce in una fredda analisi tecnico-giuridica (e se e per quello,nemmeno giuridicamente le cose non sono proprio come le si racconta,e non sono di semplice risoluzione) ma ha e continuerà ad avere risvolti politici importanti che rischiano di sfociare in una crisi Istituzionale tra tutti gli organi dello Stato e non solo tra Quirinale e Palazzo Chigi.

In ogni Guerra ci sono vincitori e vinti ma soprattutto vittime civili di una parte o di un’altra.E’ il caso del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.Vediamo perchè.

Innanzitutto una cosa giusta ed una sbagliata che ha detto Berlusconi: quella giusta è che Napolitano è un uomo di parte.Dire il contrario significa perseverare nell’ipocrisia.Quella sbagliata è che Napolitano lo ha preso in giro.Le cose sono andate,secondo noi,diversamente.

Napolitano è l’unico uomo di Sinistra in questo momento che ha capito la gravità della situazione per il suo Partito,il PD.Ha capito che l’approvazione del Lodo Alfano,da lui firmato e giudicato Costituzionale,era l’unico argine possibile in questo momento all’emorragia di consensi dal PD verso l’estremismo giustizialista dell’IdV e per rendere in PD meno succube della Lobby Giustizialista-Mediatica in perenne guerra con,a questo punto, il Paese.Ha agito da uomo del PD cercando di salvarlo,ha trovato un PD completamente amorfo,sordo ed incapace di difenderlo dai ripetuti insulti (quelli si!) di Di Pietro,ha cercato di operare una Moral Suasion nei confronti dei faziosissimi giudici della Corte Costituzionale ma nessuno gli ha dato ascolto.

La Corte Costituzionale ha preferito smentire se stessa e schiaffeggiare il Presidente della Repubblica bocciando senza appello il Lodo Alfano.Con il risultato di acuire la Guerra tra le varie fazioni.

La Guerra è ripresa e già c’è uno sconfitto,il Partito Democratico che non avendo ascoltato i consigli del suo Napolitano esce da questa vicenda come un partito dalla politica e dalla personalità impalpabili.Se Berlusconi viene sconfitto in Tribunale (improbabile) vincitori saranno i neo-squadristi dell’IdV e l’Italia peggiore,quella delle Lobbies,dei salottini Radical-Chic,delle Caste,dei Luoghi Comuni e delle Diffamazioni elevate ad “informazione”.Se Berlusconi vincerà anche in Tribunale,anche stavolta,la sua corsa verso il Quirinale sarà,a quel punto,inarrestabile.

Sul campo rimane però anche una vittima civile,la cui unica colpa era quella di essere lì in quel momento e di non aver saputo fermare in tempo le ostilità.

Ci spiace On.Napolitano,perchè noi siamo convinti che lei sia davvero un buon Presidente e soprattutto molto meno fazioso non solo di Scalfaro (e ci vuole davvero poco) ma anche del sopravvalutato Ciampi.
Silvio Berlusconi ha la nostra stima ed il nostro appoggio
anche perchè sfidiamo chiunque a reagire diversamente…ma crediamo anche che questo Lei lo comprenderà.

Articoli Correlati: Cossiga: Letta e Napolitano sono vittime – Il Predellino

Ma quale “super partes” – A Conservative Mind

Bookmark and Share

Advertisements
Explore posts in the same categories: Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: