Venditti ed il vezzo dell’artista “impegnato”

antonello-venditti-sorride

Anche i cantautori a volte straparlano.Anche gli artisti (più spesso i sedicenti tali) molte volte credono di potersi esprimere autorevolmente su tutto lo scibile umano.Durante un Concerto in Sicilia il cantautore romano si è lasciato un pò andare ed ecco quello che è successo…

Scontate le reazioni indignate dei Calabresi così come saranno altrettanto scontate le scuse e le spiegazioni dell’autore di questa gaffe.Sul Corriere della Sera si può leggere :

“Parole che non sono piaciute a Bova, il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, quelle dell’artista romano. «Ad Antonello Venditti la Calabria ed i calabresi proprio non piacciono», ha commentato stigmatizzando i «pesantissimi giudizi espressi dal cantante. Poveretto – ha aggiunto Bova – da quando canta meno, gli capita di sbagliare tono e note. Evitiamogli di peggiorare, lasciamolo a riposo. È già grave che un cantante stecchi una nota. Diventa imperdonabile se stona tutta una canzone»”

Ed ancora :

Radio Libera Bisignano, dal 1976 la radio più ascoltata a Cosenza e Provincia e sempre all’apice degli ascolti in Calabria, ha deciso di non mandare più in onda dischi di Venditti. «Chieda scusa ai calabresi»”

Ovviamente il nostro simpatico Cantautore potrà dare le spiegazioni che vuole e sicuramente l’episodio sarà ridimensionato ma la cosa che mi fa davvero sorridere in tutta questa vicenda è un’altra : la pretesa che hanno alcuni artisti (e ripeto,anche i sedicenti tali) di potersi esprimere su tutto,sulla Politica o sulla Società pretendendo di avere una autorevolezza che spesso si rivela assolutamente autoreferenziale e comunque non richiesta da chi va a vedere uno spettacolo o va ad ascoltare musica.Grandi Concerti scambiati per grandi Comizi con attori-presentatori impegnati a leggere pillole di saggezza tratte da libri (delle mogli) e musicisti giovani ma già consapevoli dei grandi problemi del Mondo e della loro missione per cambiarlo.Tutta questa presunzione può giocare brutti scherzi.Gli artisti,i musicisti,i cantanti sono prima di tutto uomini di spettacolo,saltimbanchi,giullari (e non c’è nulla di male in tutto ciò perchè è un mestiere bellissimo e nobile!) ma spesso in Italia pensano di potersi permettere esternazioni e ragionamenti “profondi” non richiesti e soprattutto stonati!

p.s. ogni riferimento al Concerto del 1° Maggio è puramente voluto…

Bookmark and Share

Annunci
Explore posts in the same categories: Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: