Il Lodo Alfano non è una Immunità,ecco perchè

Corte Costituzionale.Udienza pubblica-a

In una lettera al quotidiano Il Corriere della Sera il Costituzionalista Nicolò Zanon spiega in modo molto semplice le buone ragioni che stanno alla base del Lodo Alfano e soprattutto il perchè sia fuorviante (anzi,vera e propria disinformazione) definirlo una Immunità.

“La Corte chiarì allora che la so luzione del Lodo Schifani introduceva nell’ordina mento un caso di sospen sione processuale, per la durata del mandato, in rela zione a reati comuni com messi dalle alte cariche del lo Stato. Questo fu scritto con chiarezza nella senten za: non di una immunità si tratta, ma di una sospensione processuale

Chiarito il primo punto che mi sembra essenziale perchè troppi politici ed elettori vocianti parlano a sproposito di Immunità mentre la stessa Corte ha più volte spiegato che si è in presenza di una sospensione processuale,perfino quando si parlava del precedente Lodo Schifani.

“…il legislatore attuale ha tenuto conto dei rilievi che la Corte fece al precedente lodo Schifani. Come ricordavo, la carica istituzionale imputata può ora rinunciare alla pro tezione in ogni momento. Inoltre, la durata del lo scudo processuale parrebbe non più indefini ta, poiché la legge stabilisce che la sospensione opera per la sola durata della carica o funzione e non è reiterabile, salvo il caso di nuova nomi na nel corso della stessa legislatura, né si appli ca in caso di successiva investitura in altra delle cariche o funzioni. Ancora, la vittima del reato ha ora agevolazioni procedurali per trasferire la causa in sede civile, onde ottenere comunque in tempi stretti un risarcimento. La prescrizione del reato, a sua volta, non decorre per tutta la durata della sospensione del processo.Aggiungo, infine, che la scelta del legislatore è stata esplicitamente non disprezzata dal Capo dello Stato, che in più occasioni ha richiamato proprio l’adeguamento della nuova legge alle prescrizioni contenute nella senten za del 2004.”

Molte delle contestazioni che sono rivolte dai comizianti,specie quelli dell’IdV sono del tutto infondate e semplicistiche ad una analisi neanche tanto approfondita del testo.E’ chiaro,anche se nessuno osa dirlo,che la sentenza della Corte Costituzionale è carica di significati politici che influenzeranno il giudizio dei togati,ma questa,purtroppo è un’altra storia.

AGGIORNAMENTO : Dopo una sospensione della seduta, la Corte Costituzionale ha deciso che la presenza del pm in giudizio di costituzionalita’ sul lodo Alfano e’ inammissibile.

AGGIORNAMENTO: secondo la Corte Costituzionale Nicolò Zanon e tutti i Costituzionalisti che lavorano presso il Quirinale sono delle seghe…

Bookmark and Share

Explore posts in the same categories: Italia

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: