Una Magistratura pornografica. Una Opposizione impotente

____________________________________________________________________________________________

Mentre la Procura di Milano mobilita un intero esercito contro il Premier per una inchiesta grottesca, altri boss della ‘ndrangheta vengono rilasciati grazie all’imperizia di qualche Magistrato, ma su questo Palamara non si esprime. La Magistratura si copre di ridicolo sfidando il buon senso ed anche la Legge e dimostrando giorno dopo giorno che la Riforma della Giustizia non è più rinviabile.

____________________________________________________________________________________________

Ascoltate questa105 procedimenti avviati, 1.000 magistrati coinvolti, 530 perquisizioni, 2.500 udienze, 10 assoluzioni e 13 archiviazioni. I numeri dei “processi” contro Silvio Berlusconi. E tutto questo, è bene precisare, dal ’94 in poi. Adesso, forse perchè non sanno più cosa inventarsi, un intero esercito è mobilitato, a spese nostre, è bene ricordare anche questo, per intercettare, spiare e perquisire chi frequenta le abitazioni private del Premier.

Mentre sulle pagine della solita “libera” stampa infuria l’ennesima campagna di sputtanamento nei confronti del Presidente del Consiglio, Vincenzo D’Agostino, un presunto boss della ‘ndrangheta viene rilasciato per decorrenza dei termini. Il Magistrato ha impiegato più di quattro anni per depositare le motivazioni della Sentenza di Condanna. Libero. E non è il solo. Prima di lui anche Giuseppe Belcastro, condannato per gli stessi reati, aveva goduto della imperizia del solito magistrato di turno.

Oggi Palamara e Bruti Liberati pontificano sulla “autonomia della Magistratura”, sulla “Obbligatorietà dell’Azione Penale” e sull’assunto che “la Legge è uguale per tutti”. Il Motivo? Sempre lo stesso: Berlusconi osa dire che alcuni Magistrati non fanno bene il loro lavoro perchè ossessionati dalla Politica. Assurdo! Avranno detto quelli che votano per Di Pietro, per De Magistris, o i vecchi fans di Violante. Cosa ha detto invece  Palamara sull’ennesimo caso di malagiustizia che ha visto boss della mafia scarcerati per colpa dei Magistrati? Nulla. La Giustizia Penale è al collasso, quella Civile è defunta da tempo. Ma si spendono milioni di Euro per intercettare le veline, perfino da Potenza, o per mobilitare interi eserciti contro Berlusconi. Ma la Legge è uguale per tutti, dicono loro.

Ci sono altre ridicole coincidenze sospette. Le abitazioni private di Berlusconi e chi le frequenta vengono messe sotto la lente di ingrandimento da parte delle solite Procure. Altre abitazioni, di altre persone, con altre frequentazioni, vengono protette dalla privacy più assoluta. Ma c’è di più. Se una escort parla di rapporti con il Presidente della Camera viene immediatamente zittita e partono querele a destra e manca. E poi è una notizia poco interessante, semmai fa parte della “macchina del fango”. Se una ragazza dice di NON aver avuto rapporti con il Presidente del Consiglio arrivano le inchieste ed i PM e partono i soliti lamenti dei soliti buffoni moralisti. Qual’è la  differenza tra le due situazioni? Il Presidente della Camera dichiara che la Magistratura è la nostra istituzione più autorevole, mentre il Presidente del Consiglio vuole riformarla profondamente. Tutto qui.

Una Magistratura che si dà al porno. Una Opposizione impotente. Che si affida alle puttane ed al gossip per cercare di tornare al Governo. Questo è il livello raggiunto dagli antiberlusconiani in servizio permanente effettivo. Ma a noi non viene nemmeno più da ridere…

Bookmark and Share

About these ads
Explore posts in the same categories: (In)Giustizia

Un Commento su “Una Magistratura pornografica. Una Opposizione impotente”


  1. [...] La Torre Normanna Bastione Lucano Liberal Conservatore « Una Magistratura pornografica. Una Opposizione impotente [...]


I commenti sono chiusi.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: